Per migliorare l'esperienza di navigazione questo sito utilizza cookie.    Navigando sul nostro sito acconsenti all'utilizzo dei cookie impiegati.

Click per saperne di più Chiudi ed accetta

CEEP ASSOCIATE MEMBER
 CEEP - European Centre of Employers and Enterprises providing Public Services


National Daniele FORTINI
Vice President
Correspondent Giuseppe MULAZZI
General Director
In primo piano

INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO

L’Inail, in data 15 dicembre 2016, ha pubblicato la nuova edizione del bando ISI 2016, art. 11, comma 5, D.Lgs. 81/2008, che finanzia progetti di intervento per la salute sicurezza sul lavoro.

Nello specifico, tra i progetti finanziabili nella nuova edizione, sono stati inseriti, per la prima volta, i progetti di investimento per l’adozione dei modelli organizzativi di gestione conformi all’art. 30 del D.Lgs. 81/2008, asseverati in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 22:2016, Linee Guida per l’asseverazione dei modelli organizzativi di gestione nelle aziende dei servizi ambientali territoriali, realizzate in collaborazione tra la Fondazione Rubes Triva e UNI.

Il finanziamento è costituito da un contributo in conto capitale a fondo perduto pari al 65% dei costi sostenuti per la realizzazione del progetto fino ad un massimo di € 130.000,00 (centotrentamila).

La prima fase della procedura del bando ISI 2016 prenderà il via il 19 aprile 2017.

Le ultime News
  • MODULO ALPHA


    LAVIS (TN) - C/O AZIENDA ASIA VIA G. DI VITTORIO, 84
    dal 15/02/2017 al 17/02/2017

    MODULO ALPHA


  • BASE PER RSPP - MOD. C


    ROMA - CENTRO CONGRESSI VISCONTI PALACE HOTEL
    dal 31/01/2017 al 02/02/2017

    Base per RSPP - Mod. C


  • MODULO B COMUNE PER ASPP/RSPP


    ROMA - VISCONTI PALACE HOTEL-CENTRO CONGRESSI VIA FEDERICO CESI, 37
    dal 17/01/2017 al 25/01/2017

    Modulo B comune per ASPP/RSPP


  • CORSO DI FORMAZIONE PER RSPP MODULO C


    Facciamo seguito alla nostra circolare prot. 245 del 23/12/16, per informare le aziende aderenti che, a completamento della formazione erogata nel corrente mese di gennaio – modulo A e B per ASPP/RSPP – la scrivente Fondazione organizza il corso di formazione di base per RSPP, modulo C.

    Il corso, che si terrà a Roma, c/o il Centro Congressi del Visconti Palace Hotel, si svolgerà secondo il seguente calendario:

    MODULO C – 24 ore ripartite in 3 giornate
    31/01/2017 9.00-13.00 14.00-18.00
    01/02/2017 9.00-13.00 14.00-18.00
    02/02/2017 9.00-13.00 14.00-18.00

    Si informano le aziende aderenti che la partecipazione ai corsi è gratuita.


  • BASE PER RSPP/ASPP - MOD. A


    ROMA - C/O ROMA EVENTI – FONTANA DI TREVI P.ZA DELLA PILOTTA 4 - ROMA
    dal 10/01/2017 al 13/01/2017

    Base per RSPP/ASPP - Mod. A


  • NEWSLETTER NEWS24 1/2017


    NEWS E APPROFONDIMENTI

    • Amianto
      IL FONDO VITTIME DELL'AMIANTO
      Entro il 28 febbraio 2017 gli eredi di coloro che sono deceduti per le patologie asbesto-correlate, per esposizione all'amianto nell'esecuzione delle operazioni portuali nei porti nei quali hanno trovato applicazione le disposizioni della legge n. 257 del 1992, nei confronti dei quali sia dovuto il risarcimento del danno, patrimoniale e non patrimoniale, così come liquidato con sentenza esecutiva, potranno presentare domanda di accesso alle prestazione all'INAIL.
      (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 9 gennaio 2017)
    • Sicurezza e bandi
      IL NUOVO BANDO ISI 2016
      Sulla Gazzetta Ufficiale del 23 dicembre 2016 è stato pubblicato l'Avviso pubblico ISI 2016 relativo al finanziamento di progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, per la bonifica da materiali contenenti amianto e per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.
      (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 9 gennaio 2017)
    • Premi INAIL
      INFORTUNI SUL LAVORO, OPERATIVA LA RIDUZIONE DEL 16,48% SUL PREMIO INAIL PER IL 2017
      Il ministero del Lavoro ha fissato al 16,48% la riduzione contributiva relativa al premio Inail per la prevenzione degli infortuni sul lavoro da corrispondere per il 2017 alle aziende virtuose. Si legge nel decreto del ministero del Welfare di concerto con il ministero dell'Economia pubblicato il 27 dicembre sul sito del ministero del Lavoro. Il calcolo del premio è determinato anche in base alle risorse disponibili, pari a 1,2 miliardi.
      (Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 28 dicembre 2016)
    • Sicurezza e condominio
      SICUREZZA IN CONDOMINIO SEMPRE PIÙ SOFISTICATA
      Anche nei condomini, così come nelle abitazioni unifamiliari, è sempre più richiesta la presenza di sistemi di allarme e sicurezza di ultima generazione. Per garantire la sicurezza e l’efficacia di queste tecnologie, il Cei – Comitato Elettrotecnico Italiano, pubblica norme internazionali in accordo con i principali enti normatori mondiali. In particolare, il Comitato Tecnico TC 79 IEC, è l’organo incaricato di sviluppare le norme relative agli allarmi e alla sicurezza elettronica per un’ampia gamma di applicazioni, che comprendono nuovi settori, come i sistemi di allarme sociale e di telesoccorso.
      (Silvia Berri, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Codominio, 3 gennaio 2017)
    • Sicurezza e antincendio
      SLITTA AL 31 DICEMBRE LA SCADENZA PER L'ADEGUAMENTO ANTINCENDIO DELLE SCUOLE
      Le scuole non a norma sul fronte della prevenzione incendi hanno tempo fino al 31 dicembre 2017 per mettersi in regola. A stabilirlo è il decreto Milleproroghe 2017 (Dl 244 del 2016), inserito nella «Gazzetta ufficiale» del 30 dicembre ed entrato in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione. Slitta di un altro anno il termine per l'adeguamento delle scuole alla normativa di prevenzione e protezione dagli incendi, anche se, al momento, l'unico riferimento per la progettazione antincendio delle strutture scolastiche è la normativa iper-prescrittiva e di vecchio stampo datata 1992...
      (Mariagrazia Barletta, Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 4 gennaio 2017)
    • Sicurezza sanitaria
      SORVEGLIANZA SANITARIA: TUTTI I COSTI SONO A CARICO DEL DATORE
      L'articolo 41 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, in materia di sorveglianza sanitaria (in estrema sintesi) dispone quanto segue: a) essa è effettuata dal medico competente; b) la sorveglianza sanitaria comprende: visita medica preventiva; periodica; su richiesta del lavoratore; in occasione del cambio della mansione; alla cessazione del rapporto (nei casi previsti dalla normativa); preventiva in fase preassuntiva...
      (Alberto Bosco, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 12 dicembre 2016)
    • Sicurezza e ascensori
      GLI ASCENSORI E I COMPONENTI DI SICUREZZA
      Il Consiglio dei Ministri, nella riunione del 14 dicembre 2016, ha approvato in via definitiva un regolamento di modifica al decreto del Presidente della Repubblica del 30 aprile 1999, n. 162, per l’attuazione della direttiva 2014/33/Ue relativa agli ascensori e ai componenti di sicurezza degli ascensori, nonché per l’esercizio degli ascensori, di cui si attende ora la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
      (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 15 dicembre 2016)
    • Sicurezza scuola/lavoro
      L'ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
      Con circolare n. 44 del 21 novembre 2016 l’Inail ha illustrato tutti gli aspetti contributivi concernenti gli infortuni occorsi a studenti impegnati in progetti di alternanza scuola-lavoro, affrontando anche il tema della qualificazione giuridica, sotto il profilo della normativa prevenzionale, di tali progetti.
      (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 1 dicembre 2016)
    • Sicurezza e assistenza bagnanti
      ASSISTENTI BAGNANTI: AL VIA LA NUOVA FORMAZIONE
      Il provvedimento, in specie, detta i criteri generali per l'ordinamento della formazione dell'assistente bagnante – il soggetto, cioè, addetto al servizio di salvataggio e primo soccorso – sia in acque interne o piscine sia in mare e determina la tipologia delle abilitazioni rilasciate.
      (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 1 dicembre 2016)

    L’ESPERTO RISPONDE

    RASSEGNA DI NORMATIVA


  • GLI ONERI DELLA SICUREZZA NEL NUOVO CODICE DEGLI APPALTI.


    Con il nuovo codice degli appalti, D.Lgs. 50/2016, è diventato obbligatorio per l’operatore indicare immediatamente, in sede di predisposizione dell’offerta economica, i propri costi concernenti gli adempimenti delle disposizioni in materia di salute e sicurezza aziendale, anche se la stazione appaltante non ha indicato l’obbligo nei documenti di gara.

    Il Tar Molise, sul punto, con sentenza n. 267/2016, pubblicata il 9 dicembre u.s., riguardante il ricorso presentato da un’impresa esclusa da una gara per non avere indicato con l’offerta gli oneri della sicurezza, ricorda che tale obbligo è stato chiarito “inequivocabilmente” all’art. 95, comma 10, del nuovo codice degli appalti. Per i giudici si tratta di “un ineludibile obbligo legale da assolvere necessariamente già in sede di predisposizione dell’offerta economica proprio al fine di garantire la massima trasparenza dell’offerta economica nelle sue varie componenti” ... e … ”non può ritenersi integrabile ex post mediante l’istituto del soccorso istruttivo” in quanto elemento essenziale dell’offerta stessa.


  • NEWSLETTER NEWS24 12/2016


    NEWS E APPROFONDIMENTI

    • Ispettorato nazionale del Lavoro – 1
      LA NUOVA TESSERA DI RICONOSCIMENTO DEGLI ISPETTORI
      Con decreto dell’Ispettorato nazionale del Lavoro 16 novembre 2016 è stato adottato il logo dell’Ente e il fac-simile della tessera di riconoscimento. Tralasciando ogni valutazione sul tema del logo, che è raffigurato nel documento di identità visiva presente nell'allegato A del provvedimento, si intende, in questa sede soffermarsi sulla tessera di riconoscimento del personale ispettivo che dovrà essere esibita nel corso delle attività ispettive in materia di lavoro, contribuzione e assicurazione obbligatoria, nonché legislazione sociale.
      (Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 23 novembre 2016)
    • Ispettorato nazionale del Lavoro – 2
      DUE DIREZIONI E NOVE UFFICI PER L’ISPETTORATO NAZIONALE DEL LAVORO
      La struttura di vertice dell'Ispettorato nazionale del lavoro (Inl) trova una sua prima articolazione nella bozza del provvedimento che dovrà a breve essere adottato dal capo dell'agenzia dopo aver sentito i sindacati e acquisito il parere del consiglio di amministrazione della struttura stessa.
      (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 11 novembre 2016)
    • Sicurezza in agricoltura – 1
      IL BANDO ISI AGRICOLTURA 2016
      Sono finanziate, in specie, le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli per l'acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l'abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole. (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 28 novembre 2016)
      (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 28 novembre 2016)
    • Sicurezza in agricoltura – 2
      MISURE PATRIMONIALI PER IL DELITTO DI CAPORALATO
      Confische ma non solo nella legge 199 del 2016, in vigore dal 4 novembre. Il giro di vite contro lavoro nero e caporalato porta sanzioni penali e misure di sicurezza patrimoniali per i datori di lavoro che si avvalgono degli intermediatori illeciti. In caso di condanna per il reato di intermediazione illecita (articolo 603-bis del Codice penale), è obbligatoria la confisca delle cose che servirono per commettere il reato e delle cose che ne sono il prezzo, il prodotto o il profitto, salvo che appartengano a terzi.
      (Il Sole 24 ORE – Norme & Tributi, 28 novembre 2016)
    • Sicurezza e attività sportiva dilettantistica
      PROROGATO L'OBBLIGO DELLA DOTAZIONE DI DEFIBRILLATORE
      L'articolo 48, comma 18, del d.l. 17 ottobre 2016 ha prorogato al 2 gennaio 2017 l'obbligo, per le società sportive dilettantistiche, di dotarsi di defibrillatori automatici al fine di salvaguardare la salute dei cittadini praticanti un'attività sportiva non agonistica o amatoriale. Tale obbligo, in assenza della proroga, sarebbe entrato in vigore il 30 novembre 2016 (Cfr. D.M. 19 luglio 2016, in G.U. n. 187 del 11 agosto 2016).
      (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 29 novembre 2016)
    • Sicurezza antincendio nelle scuole
      PREVENZIONE DAL RISCHIO INCENDIO, PER LE SCUOLE NUOVE NORME ANCORA BLOCCATE
      È stata messa a punto più di due anni fa, ma resta bloccata, la normativa che potrebbe facilitare la messa in sicurezza delle tante scuole italiane ancora non in regola sul fronte antincendio. Una norma flessibile, basata su un approccio prestazionale e in grado non solo di garantire almeno lo stesso livello di sicurezza che si otterrebbe seguendo la vecchie disposizioni, ma anche un reale risparmio economico.
      (Mariagrazia Barletta, Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 23 novembre 2016)
    • Sicurezza nel terziario
      DELIBERA CIV: NUOVI FINANZIAMENTI ALLE IMPRESE CHE INVESTONO IN SICUREZZA
      L'Inail con la delibera n. 18 del 9 novembre 2016 ha delineato le nuove linee di indirizzo per la realizzazione di progetti finalizzati ad introdurre in alcune attività del terziario miglioramenti delle condizioni di salute e sicurezza sul lavoro, in attuazione dell'art. 11, comma 5, del Dlgs 9 aprile 2008, n. 81, concedendo specifici finanziamenti alle piccole e micro imprese, costituite sia in forma societaria che individuale.
      (Massimo Braghin, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 19 novembre 2016)
    • Sicurezza in edilizia
      IL NUOVO TESTO UNICO SULL'AMIANTO
      È stato presentato il Disegno di Legge del Testo unico sull'amianto nell'ambito della II Assemblea Nazionale sull'Amianto promossa dalla Commissione d'inchiesta sugli infortuni sul lavoro e sulle malattie professionali.
      (Cristiano Sentinelli, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 30 novembre 2016)
    • Prevenzione della sicurezza e premi
      LA RIDUZIONE DEL PREMIO PER ATTIVITÀ DI PREVENZIONE
      L'INAIL ha pubblicato sul proprio sito il modello OT 24 per l'anno 2017. Con tale modello le aziende, operative da almeno due anni e che abbiano effettuato nel 2016 interventi migliorativi delle condizioni di sicurezza ed igiene nei luoghi di lavoro rispetto agli obblighi di legge, possono richiedere all'INAIL, entro il 28 febbraio 2017, la riduzione del tasso medio di tariffa per prevenzione.
      (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 28 novembre 2016)
    • INAIL – Cruscotto infortuni
      IL "CRUSCOTTO" NON È PER TUTTI
      I rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza (Rls) non sono ammessi alla consultazione diretta dell’applicativo informatico denominato “Cruscotto infortuni”, creato dall’Inail per finalità gestionali dopo l’abolizione dell’obbligo di tenuta del registro infortuni da parte del datore di lavoro, stabilito dal Dlgs 151/2015 con effetto dal 23 dicembre 2015.
      (Mauro Pizzin, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 1 dicembre 2016)
    • Sicurezza e giurisprudenza
      OBBLIGHI DEL PREPOSTO
      Sicurezza sul lavoro - Tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro - Obblighi del preposto - Fattispecie: omissione di intervento sulle modalità pericolose di rimozione e movimentazione delle flange - Artt. 19, comma 1, lett. f), e 56, comma 1, lett. a), d.lgs. n. 81/2008.
      (Il Sole 24 ORE – Plus Plus24 Lavoro, 3 novembre 2016)
    • Stress e malattia professionale
      LO STRESS LAVORO CORRELATO E MALATTIE PROFESSIONALI
      Da anni la giurisprudenza di merito e di legittimità si interroga sulla possibilità o meno di qualificare lo stress lavoro correlato in termini di causa produttiva di malattia professionale. È chiaro che la questione pone rilevanti profili di interesse per il datore di lavoro sia in ragione degli oneri di carattere assicurativo che, eventualmente, delle tutele giurisdizionali.
      (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 17 novembre 2016)
    • GPS e auto aziendale
      NECESSARIA L’AUTORIZZAZIONE PER IL SISTEMA GPS SULL’AUTO
      Il Gps montato sull’automobile aziendale di un dipendente di norma non è uno strumento di lavoro. L’ Ispettorato nazionale del lavoro, la neonata agenzia unica istituita dal decreto legislativo 149/2015 per svolgere le attività ispettive già esercitate da ministero, Inps e Inail, prende posizione sull’interpretazione da dare al nuovo articolo 4 dello statuto dei lavoratori per quanto attiene all’installazione di dispositivi di localizzazione satellitare (Gps) sulle autovetture aziendali.
      (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Norme & Tributi, 9 novembre 2016)

    L’ESPERTO RISPONDE

    RASSEGNA DI NORMATIVA


  • CORSO DI FORMAZIONE PER ASPP/RSPP MODULO A E B


    In ottemperanza a quanto previsto dall’Accordo Stato Regioni e Province autonome del 7 luglio u.s. e dal D.Lgs 81/2008, che prevedono l’individuazione delle capacità e dei requisiti professionali delle figure di ASPP e RSPP, la Fondazione Rubes Triva organizza i corsi di formazione di base per ASPP/RSPP, modulo A - B Comune - C.

    Si ricorda che, in fase di prima applicazione del suddetto Accordo e per un periodo non superiore a 5 anni dalla sua entrata in vigore, la frequenza del Modulo B comune può essere riconosciuta ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di aggiornamento degli ASPP/RSPP formati ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 26 gennaio 2006....


  • ELEZIONI DEI RAPPRESENTANTI DEI LAVORATORI DELLA SICUREZZA AZIENDALE (RLSSA)


    A seguito delle numerose segnalazioni riguardanti l’elezione dei RLSSA pervenuteci, ritengo doveroso richiamare l’attenzione sugli strumenti e le procedure alle quali ricorrere. Nel merito è opportuno ricordare che la Legge 300/1970, all’art.9, sancisce il diritto dei lavoratori ad esercitare nelle loro aziende funzioni di controllo relativamente alla corretta attuazione delle misure di tutela della loro salute e sicurezza, anche attraverso loro rappresentanti...


  • NEWSLETTER NEWS24 11/2016


    NEWS E APPROFONDIMENTI

    • Sicurezza in agricoltura – 1
      CARCERE E BENI CONFISCATI NELLA LOTTA AL CAPORALATO
      Diventa legge la lotta al caporalato. Le campagne di raccolta per agrumi e orticole potranno svolgersi sotto il cappello della nuova normativa che dovrà garantire il rispetto delle regole per il lavoro in agricoltura. Il banco di prova sarà poi la campagna estiva del pomodoro.
      (Annamaria Capparelli, Il Sole 24 ORE – Norme & Tributi, 19 ottobre 2016)
    • Sicurezza in agricoltura – 2
      INDICI CONTRATTUALI ANTI-CAPORALATO
      La legge sul caporalato, approvata martedì scorso dalla Camera in via definitiva, apporta profonde novità al testo dell’articolo 603 bis del codice penale, operando la giusta separazione tra intermediazione illecita e sfruttamento dei lavoratori.
      (Virginio Villanova, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 20 ottobre 2016)
    • Infortuni e denunce
      INFORTUNI, DENUNCIA DAL 12 APRILE
      Sarà operativo dal 12 aprile 2017 il nuovo obbligo di denunciare gli infortuni professionali con un solo giorno di prognosi. Con l’istituzione del Sistema informativo nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro (Sinp), disposta con il decreto interministeriale 183/2016, in vigore dal 12 ottobre 2016, scattano i 6 mesi al termine dei quali decorre il nuovo obbligo di denuncia ai soli fini statistici degli infortuni con assenza di almeno un giorno (escluso quello dell’evento), previsto dall’articolo 18, comma 1, lettera r), del Dlgs 81/2008.
      (Nevio Bianchi e Barbara Massara, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 20 ottobre 2016)
    • Ispettorato del Lavoro
      LA RIFORMA DELL'ATTIVITÀ ISPETTIVA
      Con D.Lgs. 24 settembre 2016, n. 185, in vigore dallo scorso 8 ottobre 2016, sono stati apportati alcuni correttivi al nuovo Ispettorato del lavoro che, si ricorderà, è stato istituito dal D.Lgs. 149/2015. Viene previsto, in particolare, che l'spettorato abbia una sede centrale in Roma e un massimo di ottanta sedi territoriali.
      (Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 18 ottobre 2016)
    • Sicurezza nei cantieri
      RUMORE NEI CANTIERI: AL VIA I LAVORI PER LA NUOVA NORMA
      Al fine di ridurre il rischio rumore nei cantieri temporanei e mobili, l'UNI ha avviato i lavori su un nuovo progetto di norma. La nuova norma fornirà le indicazioni pratiche sull'individuazione dei principali eventi di cantiere che generano rumore, sulla stima previsionale dell'impatto acustico, sulle misure mitigative da adottarsi, sui controlli da effettuarsi, sulle misure compensative e di informazione ai cittadini e sulle modalità più efficaci di monitoraggio continuo.
      (Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 18 ottobre 2016)
    • Bonus amianto – 1
      AMIANTO, IL 16 NOVEMBRE CLICK DAY PER IL BONUS SULLA BONIFICA DEI CAPANNONI
      Il click day per accedere al bonus amianto per i capannoni si svolgerà il prossimo 16 novembre. Dopo un ritardo di qualche settimana, infatti, è appena andato in Gazzetta ufficiale (n. 243 del 17 ottobre) il testo del provvedimento attuativo (Dm del ministero dell'Ambiente del 15 giugno 2016) del collegato ambientale (legge n. 221 del 2015) che apre la caccia allo sconto del 50% per i capannoni. Si chiude così un processo molto lungo, che ha portato prima il concerto del Mef e poi la registrazione della Corte dei conti a fine agosto. Adesso si potrà finalmente passare alla fase di presentazione delle domande.
      (Giuseppe Latour, Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 19 ottobre 2016)
    • Bonus amianto – 2
      INTERVENTI AMMESSI, DOCUMENTI, FAQ: VADEMECUM PER NON PERDERE I FONDI
      On line il portale dedicato di MinAmbiente e Ancitel - Necessario registrarsi al portale (dal 27 ottobre) - Attivo anche un numero verde. Subito un portale dedicato alla spiegazione degli sgravi, con una guida e una sezione di Faq.
      (Giuseppe Latour, Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 19 ottobre 2016)
    • Rapporti di lavoro
      LO SMART WORKING NON ASPETTA LA LEGGE
      Il lavoro agile - anche chiamato smart working - è una modalità flessibile di svolgimento del rapporto di lavoro e come tale è già possibile attuarla senza attendere il varo del disegno di legge ora all’esame del Senato (As 2233).
      (Enzo De Fusco e Carmelo Fazio, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 24 ottobre 2016)
    • Sicurezza e giurisprudenza – 1
      INDUMENTI PROTETTIVI, LAVAGGIO A CARICO DEL DATORE NEI LIMITI DELL'USO
      Per garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro, il datore è obbligato al lavaggio dei dispositivi di protezione individuale (Dpi) consegnati ai dipendenti, «quale corollario del più generale obbligo di manutenzione in efficienza dei medesimi». Il Tribunale di Pescara, sentenza 6 maggio 2016 n. 450, ha così parzialmente accolto la richiesta di un gruppo di tecnici manutentori della Rete Ferroviaria che chiedeva il risarcimento del costo per la pulitura dell'abbigliamento indossato a tutela della salute.
      (Francesco Machina Grifeo, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Diritto, 21 ottobre 2016)
    • Sicurezza e giurisprudenza – 2
      ATTIVITÀ SOSPESA, DECIDE IL GIUDICE ORDINARIO
      Il ricorso contro la sospensione dell'attività imprenditoriale da parte dell'ispettore rientra nella competenza del Tribunale ordinario e non di quello amministrativo. La decisione in questi termini è stata adottata dal Tar Piemonte con la sentenza 1164/2016, il quale ha dichiarato il difetto di giurisdizione relativamente alla impugnazione al giudice amministrativo di un provvedimento di sospensione dell'attività imprenditoriale per l'impiego di personale “in nero”, in base all'articolo 14 del Dlgs 81/2008 (Testo unico sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro).
      (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 18 ottobre 2016)
    • Sicurezza sanitaria
      I DISPOSITIVI MEDICO-DIAGNOSTICI IN VITRO
      Con la circolare 14 ottobre 2016 n. 55528, il Ministero della salute rende noto che sono on line i moduli per la segnalazione di incidenti con dispositivi medico-diagnostici in vitro da parte di operatori sanitari. L'accesso alla modulistica avviene tramite un'apposita procedura di compilazione on line del modulo di segnalazione dell'incidente da parte dell'operatore sanitario.
      (Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 26 ottobre 2016)
    • Sicurezza e interpelli
      TUTELA DAI RISCHI ANCHE PER I LAVORATORI ALL'ESTERO
      Il datore di lavoro ha l'obbligo di valutare tutti i rischi finalizzati alla tutela della salute e sicurezza dei lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti gruppi di dipendenti esposti a situazioni particolari. E' il principio espresso dalla Commissione per gli interpelli che opera presso il ministero del Lavoro, prevista dall'articolo 12 del Dlgs 81/2008 (testo unico sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro), in risposta (interpello 11/2016) a un quesito riguardante i rischi legati a situazioni ambientali, in particolar modo in alcuni Paesi esteri.
      (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 27 ottobre 2016)
    • Sicurezza e appalti
      NEGLI APPALTI DI LAVORI ONERI PER LA SICUREZZA NON ASSOGGETTABILI A RIBASSO
      Oneri per la sicurezza non assoggettabili a ribasso negli appalti di lavori. Esattamente come nel vecchio sistema. A stabilirlo sarà il decreto sui livelli di progettazione, attualmente in fase di approvazione presso il Consiglio superiore dei lavori pubblici. Lo ha rivelato il ministero delle Infrastrutture, nel corso di una risposta a interrogazione a Montecitorio. (Giuseppe Latour, Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 26 ottobre 2016)
      (Giuseppe Latour, Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 26 ottobre 2016)
    • Sicurezza sul lavoro e molestie sessuali
      LE MOLESTIE SESSUALI E LA TUTELA DELLA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO
      La Corte di Cassazione penale (Cfr. Cass. Penale, Sez. III, sentenza n. 9221 del 7 marzo 2016) – affrontando il caso del presunto consenso della vittima nell’ipotesi di una molestia sessuale avvenuta nei confronti di una dipendente di un’impresa di servizi professionali – ha chiarito in maniera concisa ma al contempo esaustiva, i tratti caratterizzanti i delitti di violenza sessuale (art. 609-bis c.p) e di atti persecutori (art.612-bis c.p) svolti all’interno dei luoghi di lavoro ed ha marcato il confine con la vigente disciplina prevenzionale in tema di salute e sicurezza.
      (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 20 ottobre 2016)

    L’ESPERTO RISPONDE

    RASSEGNA DI NORMATIVA


  • ATTIVITÀ DELLA FONDAZIONE IN QUALITÀ DI ORGANISMO PARITETICO


    Si fa seguito alla nota n. 201/GM/mb del 25 ottobre 2016 con la quale si portava a conoscenza che è stata pubblicata la prassi di riferimento UNI/PdR 22:2016 titolata “Linee Guida per la procedura operativa per l’asseverazione dei modelli di organizzazione e gestione della salute e sicurezza nelle aziende dei servizi ambientali territoriali”, per comunicare che questa Fondazione, in qualità di organismo paritetico, intende sviluppare, ai sensi dell’articolo 51 del d.lgs. n. 81/2008, in modo sempre più costante e qualificato, il proprio ruolo di supporto alle imprese.

    In particolare, accanto alle già assai sviluppate attività di ricerca e di formazione, intende promuovere e incoraggiare tutte le attività di sostegno tecnico, organizzativo e giuridico finalizzate a garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di salute e sicurezza sul lavoro.

    A tal fine, accanto all’attività di asseverazione, si ricorda che sono già operanti i seguenti servizi:
    - uno sportello di assistenza alle aziende al quale sarà possibile inviare quesiti interpretativi in merito all’applicazione della normativa;
    - attività di verifica del rispetto legislativo in uno o più settori aziendali;
    - consulenze su aspetti specifici, perizie e pareri in merito a infortuni e/o malattie professionali.

    Su richiesta delle imprese potrà essere rilasciata, ai sensi del comma 3-bis del già citato articolo 51 del d.lgs. n. 81/2008, un’attestazione dello svolgimento delle attività e dei servizi di supporto espletati, della quale gli organi di vigilanza possono tener conto ai fini della programmazione delle proprie attività.


  • COMUNICATO STAMPA


    Si è svolto ieri 15 novembre, presso la Pontificia Università Lateranense, il Convegno per la presentazione della Prassi di Riferimento UNI 22:2016 per l’asseverazione dei Modelli Organizzativi di Gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro nelle aziende dei servizi ambientali.

    Con le Linee Guida PdR 22:2016 UNI/Fondazione Rubes Triva si intende attestare la bontà organizzativa e partecipativa messe in atto dalle aziende al fine di migliorare le condizioni di salute e sicurezza negli ambiti lavorativi.

    Ai lavori del Convegno hanno partecipato oltre ai rappresentanti delle istituzioni della c.d. filiera nazionale e internazionale della prevenzione in materia di salute e sicurezza sul lavoro come Ministero del Lavoro, INAIL, ILO, UNI, anche l’Università di Urbino, Utilitalia, le OOSS del Comitato Consultivo Europeo per la salute e sicurezza sul lavoro. Hanno concluso la giornata convegnistica la stessa Fondazione rappresentata dal Presidente Massimo Cenciotti e il Presidente dell’ Inail Prof. Massimo De Felice, che in apertura aveva definito la “riunione di grande rilevanza sociale”.


  • OBBLIGO DENUNCIA INFORTUNI


    Con l’istituzione del SINP, Sistema Informatico Nazionale per la Prevenzioni nei luoghi di lavoro, in disposizione del decreto interministeriale 183/2016, entra in vigore dal 12 ottobre 2016 l’obbligo di denuncia degli infortuni con un solo giorno di prognosi a far data dal 12 aprile 2017, sospeso con circolare del Ministero del Lavoro n. 17/2009.

    La nuova denuncia, da effettuarsi entro 48 ore dalla ricezione da parte del datore di lavoro del certificato medico, ha una funzione statistica-informativa e riguarda quegli infortuni che per la durata ridotta erano esclusi dall’obbligo della denuncia di infortunio prevista dall’art. 53 del DPR 1124/1965....


  • CONVEGNO “SALUTE E SICUREZZA NELLE AZIENDE DEI SERVIZI AMBIENTALI: L’ASSEVERAZIONE DEI MODELLI DI ORGANIZZAZIONE E GESTIONE” - ROMA, 15 NOVEMBRE 2016


    Lo scorso 23 settembre è stata pubblicata la prassi di riferimento UNI/PdR 22:2016 dal titolo: “Linee Guida per la procedura operativa per l’asseverazione dei modelli di organizzazione e gestione della salute e sicurezza nelle aziende dei servizi ambientali territoriali”.

    Il documento UNI/PdR 22:2016, frutto della collaborazione tra UNI e Fondazione Nazionale Sicurezza Rubes Triva, fornisce gli indirizzi operativi per il rilascio dell’asseverazione dei Modelli di Organizzazione e Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro adottati ed efficacemente attuati dalle aziende che operano nel settore dei servizi ambientali e territoriali nell’ambito del ciclo dei rifiuti urbani e speciali. Il documento, attraverso il quale la Fondazione Rubes Triva rilascia l’asseverazione alle aziende, identifica le diverse fasi che caratterizzano tale attività di cui all’art. 51, commi 3-bis e 3-ter, del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i..

    Per illustrare i contenuti di questo documento e di dibattere sul tema, la Fondazione Rubes Triva, congiuntamente ad UNI, ha organizzato un convegno che si terrà a Roma, il giorno 15 novembre 2016, presso l’Aula Paolo VI della Pontificia Università Lateranense, dal titolo:
    “Salute e sicurezza nelle aziende dei servizi ambientali: l’asseverazione dei modelli di organizzazione e gestione”
    Interverranno ai lavori i rappresentanti delle Istituzioni, delle Parti Sociali e del mondo accademico, per dar vita ad un dibattito di ampio respiro sull’importanza e sullo stato di attuazione delle normative e delle politiche di prevenzione della SSL.

    La partecipazione al convegno è gratuita, previa iscrizione da effettuarsi tramite il link al modulo online http://catalogo.uni.com/anteprima/65.html


  • CORSO DI FORMAZIONE DI BASE MODULO B COMUNE PER ASPP/RSPP


    In ottemperanza a quanto previsto dall’Accordo Stato Regioni e Province autonome del 7 luglio u.s. e dal D.Lgs 81/2008, che prevedono l’individuazione delle capacità e dei requisiti professionali delle figure di ASPP e RSPP, la Fondazione Rubes Triva organizza i corso di formazione di base per ASPP/RSPP, modulo B comune per tutti i settori produttivi ad eccezione dei quattro riportati nella tabella del punto 6.2 del citato Accordo.
    Si ricorda che, in fase di prima applicazione del suddetto Accordo e per un periodo non superiore a 5 anni dalla sua entrata in vigore, la frequenza del Modulo B comune può essere riconosciuta ai fini dell’assolvimento dell’obbligo di aggiornamento degli ASPP/RSPP formati ai sensi dell’Accordo Stato Regioni del 26 gennaio 2006.

    I corsi, che si terranno a Roma, c/o Centro Congressi “Roma Trevi”, P.za della Pilotta, 4, si svolgeranno secondo il seguente calendario:

    MODULO B – 48 ore ripartite in 6 giornate
    21/11/16 9.00-13.00 14.00-18.00
    22/11/16 9.00-13.00 14.00-18.00
    28/11/16 9.00-13.00 14.00-18.00
    29/11/16 9.00-13.00 14.00-18.00
    05/12/16 9.00-13.00 14.00-18.00
    06/12/16 9.00-13.00 14.00-18.00
    ...


  • REGOLAMENTO DEL SISTEMA INFORMATICO PREVENZIONE LUOGHI DI LAVORO - SINP


    E’ stato pubblicato sulla G.U. n. 226, del 27 settembre 2016, il Decreto del Ministero del Lavoro del 25 maggio 2016, recante le regole tecniche per la realizzazione del Sinp, ai sensi dell’art.8, comma 4, del D.Lgs81/2008.

    Il decreto del Ministero, che entrerà in vigore il prossimo 12 ottobre, stabilisce le procedure telematiche, tabelle e condizioni per il funzionamento del Sistema informatico nazionale per la prevenzione nei luoghi di lavoro, previsto dall’art. 8, comma 1, del Testo Unico sicurezza lavoro che recita: dovrà “fornire dati utili per orientare, programmare, pianificare e valutare l’efficacia della attività di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, relativamente ai lavoratori iscritti e non iscritti agli enti assicurativi pubblici, e per indirizzare le attività di vigilanza, attraverso l’utilizzo integrato delle informazioni disponibili negli attuali sistemi informativi, anche tramite l’integrazione di specifici archivi e la creazione di banche dati unificate”...


  • PRASSI DI RIFERIMENTO SULL’ASSEVERAZIONE DEI MOG


    Si comunica che oggi 23 settembre 2016 viene pubblicata la prassi di riferimento UNI/PdR 22:2016 dal titolo: “Linee Guida per la procedura operativa per l’asseverazione dei modelli di organizzazione e gestione della salute e sicurezza nelle aziende dei servizi ambientali territoriali”.

    Le prassi di riferimento, rientrano fra i “prodotti della normazione europea”, come previsto dal Regolamento UE n.1025/2012, e sono documenti che introducono prescrizioni tecniche, sotto la conduzione operativa UNI.

    Il documento UNI/PdR 22:2016, frutto della collaborazione tra UNI e Fondazione Nazionale Sicurezza Rubes Triva, fornisce gli indirizzi operativi per il rilascio dell’asseverazione dei Modelli di Organizzazione e Gestione della Salute e Sicurezza sul Lavoro adottati ed efficacemente attuati dalle aziende che operano nel settore dei servizi ambientali e territoriali nell’ambito del ciclo dei rifiuti urbani e speciali. Il documento, attraverso il quale la Fondazione Rubes Triva rilascia l’asseverazione alle aziende, identifica le diverse fasi che caratterizzano l’attività di asseverazione di cui all’art. 51, commi 3-bis e 3-ter, del D.Lgs. 81/2008 e s.m.i....


  • SEMINARIO SUL NUOVO ACCORDO DI CONFERENZA STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME SULLA FORMAZIONE RSPP E ASPP.


    Con riferimento alla ns. circolare prot. n. 148/GM/mb del 31 agosto u.s., si ricorda che il giorno 13 settembre 2016, la Fondazione Rubes Trivia organizza a Roma, presso il Centro Congressi "Roma Eventi Fontana di Trevi" di Piazza della Pilotta, 4 - sala Alighieri, un seminario di studio e approfondimento sul tema:

    “Il nuovo Accordo di Conferenza Stato Regioni e Province autonome sulla formazione RSPP e ASPP”

    finalizzato all’individuazione della durata e dei contenuti minimi dei percorsi formativi per i responsabili e gli addetti dei servizi di prevenzione e protezione. L’Accordo entrerà in vigore il 3 settembre 2016.


  • ACCORDO CONFERENZA STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DEL 7 LUGLIO 2016 SULLA FORMAZIONE RSPP/ASPP


    E’ stato pubblicato sul sito della Conferenza Stato Regione il testo dell’Accordo del 7 luglio 2016, sulla individuazione delle capacità e i requisiti professionali dei responsabili e degli addetti dei servizi di prevenzione e protezione, ai sensi dell’art. 32, del D.Lgs. 81/2008, modificando i contenuti dei percorsi formativi previsti dall’Accordo sancito il 26 gennaio 2006....


  • ACCORDO CONFERENZA STATO REGIONI E PROVINCE AUTONOME DEL 7 LUGLIO 2016 SULLA FORMAZIONE RSPP-ASPP


    Accordo Conferenza Stato Regioni e Province autonome del 7 luglio 2016 sulla formazione RSPP-ASPP


  • LA RIFORMA DELL’ATTIVITÀ ISPETTIVA


    Sulla Gazzetta Ufficiale del 21 giugno 2016 n. 143, è stato pubblicato il D.P.R. 26 maggio 2016 n.109 il quale, ha definito lo statuto del nuovo Ispettorato del Lavoro.
    Giova ricordare, che il Parlamento con Legge 10/12/2014 n.183 aveva delegato il Governo ad adottare provvedimenti per riformare l’attività ispettiva attraverso l’istituzione di una Agenzia unica per le ispezione del lavoro, tramite l’integrazione dei servizi ispettivi del Ministro del Lavoro, dell’INPS e dell’INAIL, prevedendo forme di coordinamento con i servizi delle aziende sanitarie locali e delle agenzie regionali per la protezione ambientale...


  • INAIL - RELAZIONE ANNUALE PRESIDENTE 2015


    Relazione Annuale 2015 del Presidente Massimo De Felice


  • AGGIORNAMENTO CALENDARIO CORSI FORMAZIONE RLS


    Facciamo seguito alla nostra circolare prot. n. 91/GM/mb del 29 aprile u.s., per comunicare che al calendario dei prossimi corsi di formazione in programma si aggiungono due date:
    Palermo 13-17/06/2016 Corso base per RLS – 36 ore

    Palermo 15-17/06/2016 Corso agg. per RLS – 12 ore


  • ESITI CONSULTAZIONE ASPP, RSPP E DIRIGENTI DELLE AZIENDE DEL SETTORE DI IGIENE AMBIENTALE


    A seguito della delibera del CdA della Fondazione si sono svolte nei mesi scorsi a Napoli, Venezia, Bologna e Rimini, le consultazioni degli ASPP, RSPP e Dirigenti pari al 40% delle aziende del settore di igiene ambientale.

    La consultazione, avvenuta anche attraverso dei questionari, era orientata a recepire la rilevanza del sistema di prevenzione aziendale nel settore dell’igiene ambientale, e la predisposizione di una struttura dotata di competenze necessarie per l’attuazione degli obblighi di salute e sicurezza sul lavoro...


  • PROGETTO DI RICERCA “TUTELA DELLA SALUTE E SICUREZZA E PARTECIPAZIONE DEI LAVORATORI DEL SETTORE DI IGIENE AMBIENTALE”


    Facciamo seguito alla nostra circolare prot. n. 248, del 29 ottobre u.s., per ringraziare gli RLS e le aziende che hanno collaborato al buon esito della ricerca in oggetto...


  • ABROGAZIONE DEL REGISTRO INFORTUNI


    Il D.Lgs. 151/2015 c.d. “semplificazioni”, attuativo del Jobs Act, ha abrogato, a decorrere dal 23.12.2015, l’obbligo della tenuta del registro degli infortuni, istituito con l’art. 403 del D.P.R. 547/1955.

    Il D.Lgs. 81/2008 aveva già previsto l’abrogazione della tenuta del registro degli infortuni, subordinandola alla istituzione del Sistema Informatico Nazionale per la Prevenzione di infortuni e malattie professionali, SINP, da attivarsi con emanazione di un decreto interministeriale...


  • LA DELEGA DI FUNZIONI


    Negli incontri convegnistici, seminariali, formativi per RSPP, svoltisi nelle scorse settimane, ci sono state sottoposte diverse domande in merito alla complessità, sotto diversi profili, della disciplina della delega di funzione nel modello designato all’art. 16 del D.Lgs. 81/2008, anche alla luce della disciplina sulla responsabilità “amministrativa“ contenuta nel D.Lgs. 231/2001. Tra le numerose criticità applicative per quanto riguarda la delega di funzioni, in particolare, si segnalano quelle riferite ai requisiti formali e dei principi di trasparenza, di consapevolezza, quelle sui doveri di vigilanza del delegante e del principio di assenza di culpa in vigilando...


  • INDIRIZZI OPERATIVI PER L’ASSEVERAZIONE DEI MOG DEL SETTORE DEI SERVIZI AMBIENTALI E TERRITORIALI.


    La Fondazione, organismo paritetico di cui all’art. 2, comma 1, lettera ee) del D.Lgs 81/08, operante nel settore dei servizi ambientali e territoriali, con delibera del 30/09/2014, ha approvato una procedura finalizzata a fornire indirizzi operativi per il rilascio dell’asseverazione, prevista all’art. 51 del T.U.S. dei modelli organizzativi di gestione in materia di salute e sicurezza sul lavoro adottati dalle aziende che applicano il CCNL Federambiente, modificabile in un nuovo progetto qualora la Giunta esecutiva dell’Ente Nazionale Italiana di Unificazione- UNI, avesse accolto la richiesta della stessa Fondazione per l’avvio di una procedura per l’elaborazione del progetto come prassi di riferimento (PdR) UNI...


  • LA NUOVA SEMPLIFICAZIONE NELLA SALUTE E SICUREZZA SUL LAVORO.

    D. LGS. 14 SETTEMBRE 2015, N. 151


    Sulla Gazzetta Ufficiale n. 221/2015, in attuazione della legge delega n. 183/2014, è stato pubblicato il D.Lgs. 151/2015 che, agli artt. 20-21-22, Capo III, del Titolo I, che interviene sulla disciplina in materia di salute e sicurezza sul lavoro, sugli importi delle sanzioni, razionalizzando altresì alcuni adempimenti in materia di infortuni e malattie professionali (art.20 e 21) e modificando l’apparato sanzionatorio per il contrasto al lavoro sommerso e irregolare e la sicurezza sul lavoro (art.22)...


  • RINNOVO CARICHE CDA E CRC


    Si informano le aziende aderenti che nella giornata di ieri 23 settembre, sono state rinnovate le cariche dei consiglieri componenti il Consiglio di Amministrazione e dei revisori componenti il Collegio dei Revisori dei Conti


  • LA PARTECIPAZIONE ATTIVA DEGLI RLS AL SISTEMA DI PREVENZIONE AZIENDALE NEL TUS (D.LGS 81/2008)


    Ci sono pervenute da più parti diverse richieste di chiarimenti in merito alla consultazione e partecipazione degli RLS ai processi decisionali del datore di lavoro in tema di salute e sicurezza.

    Va innanzi tutto premesso che la Legge 300/1970 all’art. 9 sancisce il diritto dei lavoratori ad esercitare nelle loro aziende funzioni di controllo relativamente alla corretta attuazione delle misure di tutela della loro salute e sicurezza, anche attraverso loro rappresentanti.
    Inoltre il legislatore nazionale, in attuazione della Direttiva europea n. 89/391, ha definito le forme dell’esercizio della partecipazione, facendo emergere la dimensione collettiva alla gestione della sicurezza sul lavoro dove il rappresentante dei lavoratori, in collaborazione con datore di lavoro, il medico competente, il responsabile del servizio di protezione prevenzione costituiscono l’elemento fondamentale del sistema di prevenzione aziendale...


Il sito è strutturato per una lettura ottimale, se il browser utilizzato lo consente premere Ctrl+ per aumentare le dimensioni della pagina e Ctrl- per diminuirle
©copyright Fondazione Rubes Triva ROMA Lungotevere dei Mellini, 30 00193 C.F. 97598620587 segreteria@fondazionerubestriva.it fondazionerubestriva@pec.it - Tutti i diritti riservati Privacy policies