Circolari > Formazione In archivio
 
Inserisci il testo da ricercare nei documenti elencati
123456789
 

Scuola Alta Formazione ''Alberto Andreani''
  del 20/04/2022    (protocollo n.156)

L'''obbligo relazionale'', ampiamente previsto dal d.lgs. 81/2008, e il concetto di ''partecipazione dei lavoratori'', centrale nel processo di miglioramento continuo della norma UNI ISO 45001, caratterizza il progetto innovativo di formazione partecipata che la Fondazione Rubes Triva, in collaborazione con l’Osservatorio Olympus dell’Università di Urbino, ha avviato attraverso la Scuola di Alta Formazione “Alberto Andreani”.

Aperta a tutte le figure della sicurezza, la Scuola di Alta Formazione si configura come un percorso formativo biennale, della durata complessiva di 100 ore, totalizzate frequentando corsi, seminari e webinar, in buona parte validi come aggiornamento formativo per le diverse figure della sicurezza. Il diploma rilasciato dalla Scuola di Alta Formazione sarà, inoltre, utile ai fini del conseguimento della certificazione HSE Manager di cui alla norma UNI 11720:2018.

La Scuola di Alta Formazione, che ha ottenuto il patrocinio di UNI Ente Nazionale di Normazione e dell’International Training Centre di ILO, prenderà avvio ad Urbino, il giorno 6 maggio p.v., in occasione del Festival Internazionale della Salute e Sicurezza sul Lavoro, con la Lectio Magistralis del Prof. Beniamino Deidda. Tutti i moduli formativi sono fruibili sia in presenza che in videoconferenza sincrona su piattaforma Zoom.

La partecipazione alla Scuola di Alta formazione è gratuita e riservata ai dipendenti della aziende aderenti alla Fondazione Rubes Triva, fino al raggiungimento del numero massimo di partecipanti, previa iscrizione obbligatoria sul sito della Fondazione Rubes Triva https://fondazionerubestriva.info o su quello del Festival https://www.festivalsalutesicurezzalavoro.it

 

Festival Internazionale della Salute e Sicurezza sul Lavoro STATI GENERALI Urbino 4-6 maggio 2022
  del 23/03/2022    

Sollecitata dall’appello ripetutamente rivolto dal Presidente della Repubblica, la Fondazione Rubes Triva, in collaborazione con l’Osservatorio Olympus del Dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Urbino, ha avviato di una nuova stagione dedicata alla prevenzione partecipata.
Di fronte all’incessante ripetersi degli incidenti mortali e alla continua insorgenza delle malattie professionali che negli anni hanno reso costante la condizione di emergenza, è necessario l’impegno di tutti.

La necessità e il desiderio di trovare un momento di incontro, riflessione e confronto che contribuisca ad avviare un dialogo aperto e costante, propulsore di un movimento culturale destinato a coinvolgere la società tutta, ha portato la Fondazione ad organizzare il primo Festival Internazionale della Salute e Sicurezza sul Lavoro che si terrà ad Urbino, con cadenza annuale, per diventare un appuntamento ricorrente nel panorama europeo, dedicato all’approfondimento delle tematiche inerenti alla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, coinvolgendo le istituzioni e i massimi esperti della materia.

Il Festival figura tra gli eventi della Campagna EU-OSHA 2020-2022, di cui la Fondazione è già partner per l’Italia. Inoltre, la prima edizione del Festival, dal titolo “La sfida della prevenzione partecipata”, che si svolgerà dal 4 al 6 maggio 2022, ospiterà la Conference on the Future of Europe (CoFoE), in una sessione dedicata, e vedrà la partecipazione di enti e istituzioni nazionali e internazionali.

Il Festival, nella sessione dedicata alla formazione, sarà occasione di presentazione della Scuola di Alta Formazione “Alberto Andreani”, che prenderà avvio il giorno 6 maggio, presso l’Aula Magna del Rettorato dell’Università di Urbino.
L’intero evento si svolgerà in presenza presso le sale del Palazzo Ducale di Urbino e sarà fruibile su piattaforma zoom e in streaming, con traduzione simultanea per la lingua inglese.
La partecipazione al Festival in oggetto è gratuita, previa iscrizione obbligatoria sul sito https://www.festivalsalutesicurezzalavoro.it

Con l’occasione si ringraziano tutti i partner che ci hanno sostenuto nella realizzazione e diffusione di questa iniziativa.

 

Pianificazione formazione obbligatoria SSL
  del 18/02/2022    (protocollo n.80-2022)

In considerazione delle novità apportate in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro dalla conversione in legge n. 215/2021 del D.L. 146/2021 e riservando particolare attenzione alle modifiche inserite al comma 7-ter dell’art. 37 con riferimento specifico alla formazione del preposto, la scrivente Fondazione, al fine di continuare la sua azione di sostegno e supporto alle aziende aderenti, ribadisce il suo impegno e la sua disponibilità ad organizzare corsi di formazione sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, in presenza e in video-conferenza sincrona. Si ricorda che è possibile continuare ad utilizzare quest’ultima modalità fino al termine dell’emergenza sanitaria che, come già comunicato con ns circolare Prot. 17 del 18 gennaio 2022, è stata prorogata sino al 31 marzo 2022.

In merito agli obblighi formativi in capo ai soggetti Dirigenti, Preposti, RLS e Lavoratori, si sollecitano le aziende aderenti a pianificare e condividere con la scrivente la programmazione formativa.

 

Alcune modifiche apportate dalla legge n.215/2021 al d.lgs 81/2008
  del 15/02/2022    (protocollo n.66/2022)

Le nuove misure introdotte al d.lgs 81/2008 dalla legge 215/2021 (in Gazzetta Ufficiale il 20 dicembre 2021), riguardano, tra l’altro, com’è ormai noto, la figura del datore di lavoro e del preposto, la formazione e l’addestramento, gli appalti nonché le attività degli organismi paritetici. Pur registrando diverse criticità provenienti da vari fronti, a volte anche fuorvianti, riteniamo, tuttavia, opportuno evidenziare la portata e l’effettiva efficacia di alcuni aspetti innovativi. ...
 

Costruiamo assieme la prevenzione - Webinar, 3 febbraio 2022
  del 31/01/2022    (protocollo n.30-2022)

Con riferimento alla ns. circolare prot. 289 del 3 dicembre u.s., con la quale si avviava una campagna di partecipazione alla costruzione della prevenzione, in vista del Festival Internazionale della Salute e Sicurezza sul Lavoro, che si terrà ad Urbino, dal 4 al 6 maggio 2022, si conferma l’appuntamento del 3 febbraio p.v., dalle ore 15.00 alle ore 17.00, per il Webinar “Costruiamo assieme la prevenzione”.

In considerazione dei numerosi contributi ricevuti, testimonianza del diffuso desiderio di partecipazione e confronto sul tema della salute e sicurezza sul lavoro, si comunica che sarà possibile inviare contributi e proposte fino al 30 aprile p.v.

Di nuovo si confida nella più ampia collaborazione del sistema per la diffusione del programma in allegato, tanto ai propri dipendenti quanto agli interlocutori esterni, per favorire la più ampia partecipazione all’evento.

 

Modalità della formazione dei preposti in tema di salute e sicurezza sul luogo di lavoro
  del 18/01/2022    (protocollo n.17-2000)

Sono pervenute alla Fondazione diverse richieste di chiarimenti in merito alle modalità della formazione obbligatoria dei preposti in tema di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro. Tali richieste scaturiscono dalla lettura della legge di conversione del 17 dicembre 2021 n. 215, che ha introdotto alcune rilevanti novità, intervenendo nello specifico sul testo dell’art. 37, del d.lgs n.81/2008.

In particolare all’art. 37 è stato aggiunto il comma 7-ter che prevede che, per assicurare l’adeguatezza e la specificità della formazione nonché l’aggiornamento periodico dei preposti ai sensi del comma 7 , le relative attività formative devono essere svolte interamente con modalità in presenza e devono essere ripetute con cadenza almeno biennale e comunque ogni qualvolta sia reso necessario in ragione dell’evoluzione dei rischi o all’insorgenza di nuovi rischi.

...

 

Conversione in legge del decreto 146/2021
  del 20/12/2021    (protocollo n.311-2021)

Dalla conversione in legge del decreto “Fisco-Lavoro” D.L. 146/2021, si rilevano alcune importanti novità in materia di tutela della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Il provvedimento normativo introduce una serie di modifiche al D.Lgs 81/2008 volte ad un miglioramento delle tutele prevenzionistiche, tra cui:

a) l’implementazione delle attività formative e di addestramento;
b) le funzioni di vigilanza e controllo dei preposti;
c) le estensioni dei poteri di vigilanza e ispezione dell’INL;
d) il ruolo degli organismi paritetici.

...

 

Attività formativa 2022
  del 07/12/2021    (protocollo n.297-2021)

La Fondazione Rubes Triva, secondo il D.Lgs. 81/08, art. 37 comma 12, come di consueto sta pianificando l’attività formativa per l’anno 2022.
A tal fine, si allega la scheda da utilizzare per segnalare alla scrivente Fondazione le proprie necessità formative, la tipologia di corso, la modalità didattica richiesta e il numero delle persone da formare.

Si informano inoltre le aziende aderenti che, in considerazione del protrarsi dell’emergenza sanitaria, la Fondazione manterrà la disponibilità dei mezzi e delle risorse per la formazione a distanza (FAD).
La programmazione dei corsi, per venire incontro alle esigenze aziendali, sarà definita sulla base delle richieste ricevute.

 

D.L. 21 ottobre 2021, n.146 - Incentivazione dell’attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro
  del 12/11/2021    (protocollo n.254-2021)

Il Consiglio dei Ministri del 15 ottobre u.s., ha approvato il testo del D.L. 21 ottobre 2021, n.146, recante misure urgenti in materia fiscale e a tutela del lavoro. Il nuovo provvedimento legislativo, in Gazzetta Ufficiale il 21 ottobre, contiene, all’art.13, norme atte alla semplificazione e alla incentivazione dell’attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro.

Il provvedimento conferisce più poteri e più risorse all’Ispettorato nazionale del lavoro (INL), modificando il testo del Decreto Legislativo n. 81 del 2008 all’art. 14 , introducendo una disposizione assai stringente riguardante i provvedimenti degli organi di vigilanza per il contrasto al lavoro irregolare e per la tutela della salute dei lavoratori, e all’art. 51 prevedendo che gli Organismi paritetici comunichino all’Ispettorato Nazionale del Lavoro e all’Inail una serie di dati, tra cui quelli delle imprese che hanno aderito al sistema di pariteticità e che hanno svolto l’attività di formazione organizzata dagli stessi Organismi paritetici nonché che abbiano un Modello organizzativo di gestione per la salute e sicurezza asseverato dagli stessi. I medesimi dati saranno utilizzati ai fini della individuazione dei criteri di priorità nella programmazione della vigilanza nei luoghi di lavoro e dei criteri di premialità nell’ambito della determinazione degli oneri assicurativi da parte dell’Inail.

 

Corsi di formazione in presenza
  del 08/09/2021    (protocollo n.176-2021)

In occasione della ripresa dell’attività formativa della Fondazione sui temi della salute e sicurezza sul lavoro dopo la pausa estiva, considerato che lo stato di emergenza sanitaria epidemiologica da Covid-19 è stata prorogata al 31 dicembre 2021, riteniamo utile ricordare le disposizioni vigenti in materia di formazione salute e sicurezza sul lavoro da tenersi in presenza...
 
123456789