Circolari > Informazione In archivio
 
Inserisci il testo da ricercare nei documenti elencati
123456789
 

Ecomondo 2020 - Webinar 4 novembre - “Laboratori di simulazione di realtà virtuale e prevenzione infortuni”
  del 21/10/2020    (protocollo n.291-2020)

Si comunica che la Fondazione Rubes Triva, sarà presente alla Fiera Ecomondo, che si terrà a Rimini dal 3 al 6 novembre p.v., presso lo stand 4, situato nel padiglione B1.

In attuazione di quanto disposto dalla normativa vigente e alle disposizioni dell’Ente Fiera, ai fini del contenimento della diffusione del COVID-19, la presenza allo stand sarà consentito ad un numero massimo di 5 persone. Pertanto, si consiglia di fissare un appuntamento comunicando alla segreteria il giorno e l’ora della eventuale vostra visita.

Quest’anno, in occasione della manifestazione, la Fondazione presenta un nuovo progetto di formazione/addestramento sviluppato in collaborazione con il Laboratorio di realtà virtuale dell’Università di Siena. Durante i lavori del Webinar,

LABORATORI DI SIMULAZIONE DI REALTA’ VIRTUALE E PREVENZIONE INFORTUNI. Innovazione in formazione

che si terrà il giorno 4 novembre, alle ore 14.30, sarà illustrato nel dettaglio il progetto didattico, costruito utilizzando le più recenti innovazioni tecnologiche per riprodurre un ambiente virtuale, estremamente fedele alla realtà, in cui il lavoratore potrà simulare l’attività lavorativa e fare esperienza in totale sicurezza.

La partecipazione al Webinar costituisce aggiornamento formativo per formatori sicurezza, dirigenti, preposti, RSPP/ASPP e RLS. Per iscriversi è necessario collegarsi al sito della Fondazione www.fondazionerubestriva.it ed effettuare l’accesso al Portale dei Corsi e del Libretto Formativo del Lavoratore dal menu Formazione. Per eventuali inconvenienti o problematiche potete inviare un email a info@fondazionerubestriva.it

 

Chiusura uffici per pausa estiva
  del 03/08/2020    (protocollo n.239-2020)


 

La legislazione dell’emergenza Covid-19. Webinar di approfondimento
  del 22/06/2020    (protocollo n.207-2020)

Durante il periodo di emergenza sanitaria da covid-19 il datore di lavoro ha dovuto assumere tutte le cautele precauzionali previste dall’applicazione delle misure di prevenzione dettate con la “legislazione dell’emergenza coronavirus” dalle autorità pubbliche, integrate con le norme del d.lgs 81/08.

La continua produzione normativa – dPCM, DL, Protocolli condivisi parti sociali, Linee guida Conferenza Stato Regioni, Documenti tecnici, ecc. – ha ingenerato non poca confusione e una grande quantità di ragionevoli dubbi applicativi.

Pertanto, in considerazione della necessità di fare chiarezza supportando le aziende nell’applicazione della normativa d’emergenza, la Fondazione Rubes Triva in collaborazione con la Confservizi Emilia Romagna e la Confservizi Toscana, ha organizzato due momenti di approfondimento normativo che si svolgeranno in modalità Webinar...

 

Analisi eventi lesivi delle aziende del settore ambiente associate a Utilitalia
  del 18/06/2020    (protocollo n.203-2020)

Nell’ambito delle attività previste dal Protocollo di Intesa INAIL-UTILITALIA del 13 marzo 2018, di cui la Fondazione Triva è parte attiva in rappresentanza del settore dei servizi ambientali, è stata studiata l'evoluzione del fenomeno infortunistico nel periodo 2013-2017, mediante l’analisi degli eventi lesivi occorsi nelle aziende del settore associate ad UTILITALIA.

I risultati dello studio hanno prodotto una pubblicazione INAIL che si allega alla presente.

 

Formazione in presenza
  del 18/06/2020    (protocollo n.205-2020)

Il Dpcm del 11 giugno 2020, “Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative”, in vigore dal 15 giugno al 14 luglio 2020, che sostituisce il precedente Dpcm del 17 maggio 2020, all’art. 1,lettera q), prevede la attuazione dei corsi di formazione in aula in tema di salute e sicurezza sul lavoro a condizione che siano rispettate le misure, organizzative e di rimodulazione degli spazi, anti contagio Covid-19 previste nel ”Documento tecnico “ dell’Inail pubblicate nel mese di aprile u.s..

Pertanto, l’attività formativa in materia di salute e sicurezza sul lavoro di cui al d.lgs 81/08, realizzata in aula, deve tener conto delle disposizioni dell’Allegato 9 del sopra menzionato decreto e delle indicazioni della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome del 11 giugno 2020, per la cui realizzazione si forniscono alcune indicazioni a titolo esemplificativo e non esaustivo, tra cui garantire ai partecipanti ai corsi stessi una adeguata informazione e la disponibilità dei prodotti igienizzanti, assicurare a docenti, discenti e tutor i dispositivi di protezione individuale adeguati. Inoltre, è necessario assicurarsi che i partecipanti mantengano costantemente il distanziamento interpersonale di almeno un metro e predisporre un elenco dei partecipanti ai corsi, da conservare per almeno 14 giorni, al fine di consentire alle Autorità sanitarie competenti di individuare eventuali contagi.

 

Chiusura uffici
  del 26/05/2020    (protocollo n.189-2020)

Si comunica che, in occasione della festività del 2 giugno, gli uffici della scrivente Fondazione rimarranno chiusi dal giorno 1 al giorno 2 giugno 2020.
 

Linea di indirizzo per la gestione in sicurezza delle fasi di raccolta dei rifiuti nelle aziende toscane di igiene ambientale. Delibera Giunta Regione Toscana n. 348 del 16.03.2020
  del 23/04/2020    (protocollo n.138-2020)

Si informano le aziende che in data 16 marzio u.s la Regione Toscana ha approvato, con la Delibera di Giunta n. 348, il testo della “Linea di indirizzo per la gestione in sicurezza delle fasi di raccolta dei rifiuti nelle aziende toscane di igiene ambientale”.
 

Sospensione dei termini di prescrizione e decadenza delle prestazioni INAIL. Tutela infortunistica nei casi accertati di infezione COVID-19.
  del 06/04/2020    (protocollo n.115-2020)

Con la presente si rende nota la circolare n. 13 del 03/04/2020, che si allega, della quale, a titolo esemplificativo, si sottolineano alcuni aspetti. Con la citata circolare l’INAIL fornisce indicazioni in merito alla sospensione dei termini di prescrizione e decadenza per il conseguimento delle prestazioni, chiarendo che dal 23/02/2020 al 01/06/2020, la sospensione si applica anche nei casi di domande per ottenere le rendite in caso di morte in conseguenza ad infortunio sul lavoro, oltre che per la revisione delle rendite per inabilità permanente e per malattie a decorrere dal 02/06/2020.

Inoltre con la stessa circolare, l’INAIL definisce anche l’ambito dei destinatari delle tutele infortunistiche, in attuazione dell’art. 42 del D.L. n. 18 del 17/03/2020, precisando che in caso di infezione da COVID-19, contratta in ambito di lavoro dove il rischio di contagio è elevato, “fino a diventare specifico”, per questi lavoratori vige il principio della “presunzione semplice” o professionale. Nei casi di contagio da coronavirus non riconducibili direttamente alla mansione/lavorazione (presunzione semplice), e “l’episodio che ha determinato il contagio non sia noto o non possa essere provato dal lavoratore, ne si può comunque presumere che il contagio” si sia verificato in occasione di lavoro, il riconoscimento alla tutela infortunistica INAIL, avverrà attraverso “l’accertamento medico-legale” e “seguirà l’ordinaria procedura privilegiando essenzialmente i seguenti elementi: epidemiologico, clinico, anamnestico e circostanziale.

Il termine iniziale della tutela infortunistica COVID-19 decorre dal 1° giorno di astensione dal lavoro attestato dal medico certificatore, il quale deve predisporre e trasmettere telematicamente la certificazione di infortunio all’INAIL. Rimangono in capo al datore di lavoro gli obblighi di comunicazione di infortunio all’or ché è venuto a conoscenza del contagio accorso al lavoratore.

 

Circolare INAIL prot. 60104 del 19/03/2020
  del 23/03/2020    (protocollo n.88-2020)

Con riferimento alla nostra circolare prot. n. 83 del 19 marzo u.s. e in applicazione dell’art. 15 del DL 17/03/2020 n. 18, a titolo informativo si allega la circolare Inail prot. n. 60104 del 19/03/2020, avente a oggetto “Emergenza COVID-19. Attuazione art. 15 decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18. Validazione straordinaria dei dispositivi di protezione individuale”.
 

Rischi da coronavirus - DL del 17/03/2020 n. 18
  del 19/03/2020    (protocollo n.83-2020)

Al fine di contribuire alla massima diffusione delle disposizioni economiche del Governo a seguito dell’epidemia da COVID-19, si segnala il DL 17/03/2020 n. 18 e, in particolare, si evidenziano le disposizioni degli artt. 15 e 16 riguardanti la produzione e l’utilizzo, fino al termine dello stato di emergenza sanitario dichiarato dalle autorità, delle mascherine chirurgiche.

Il Decreto precisa che per “i lavoratori che nello svolgimento della loro attività sono oggettivamente impossibilitati a mantenere la distanza interpersonale di un metro” le mascherine “sono considerate dispositivi di protezione individuale (DPI) di cui all’art. 74, comma 1, del Decreto Legislativo 9 aprile 2008 n. 81”.

Lo stesso Decreto Legge, all’art. 42, comma 2, stabilisce che in caso di contagio da coronavirus in occasione di lavoro, accertato dal medico certificatore, il contagio è assimilato all’infortunio sul lavoro e quindi il lavoratore dipendente ha diritto alle tutele dell’Inail.

 
123456789