Notizie ed eventi > News In archivio
 
Inserisci il testo da ricercare nei documenti elencati
123456
 

Calendario corsi di formazione
  del 10/06/2019    (protocollo n.123-2019)

Si informano le aziende aderenti dell’attività formativa programmata per i prossimi mesi, così come da calendario di seguito riportato:

Bari 13/06/2019 Seminario Accordo Inail Utilitalia per la gestione partecipata della SSL – Agg. Dirigenti, RSPP, ASPP, RLS
Bari 14/06/2019 Consultazione Nazionale RLS

Brescia 17/06/2019 Corso agg. per preposti – 6 ore
Bergamo 18/06/2019 Corso base per preposti – 8 ore

Genova 19-20/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore

Roma 19-26/06/2019 Corso base ASPP/RSPP mod. A – 28 ore

Bolzano 24-25/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore
Venezia 25-26/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore

Roma 27/06/2019 Corso agg. formatori area comunicazione – 8 ore

Bologna 01/07/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Bologna 2-10/07/2019 Corso base per dirigenti – 16 ore

Cremona 15/10/2019 Corso agg. formatori area tecnica – 8 ore
Cremona 16/10/2019 Corso agg. formatori area comunicazione – 8 ore
Cremona 20-21/11/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore

Ai corsi in calendario si aggiungeranno ulteriori date e sedi attualmente in fase di definizione, anche sulla base delle specifiche richieste formulate dalle aziende aderenti.

Si ricorda che la partecipazione ai corsi è gratuita.

 

Newsletter News24 Giugno 2019
  del 06/06/2019    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Sicurezza e comunicazioni
    SICUREZZA SUL LAVORO, AL DEBUTTO IL NUOVO SISTEMA «CIVA» DELL’INAIL PER LA DENUNCIA DI IMPIANTI E ATTREZZATURE
    Importanti novità in arrivo per quanto riguarda gli adempimenti gestionali in materia di salute e di sicurezza sul lavoro; l'Inail, infatti, con la circolare 13 maggio 2019, n. 12, ha diramato le prime istruzioni operative sui nuovi Servizi online di certificazione e verifica (Civa), che dà attuazione al Dpcm 22 luglio 2011 tra le imprese e le amministrazioni pubbliche esclusivamente in via telematica.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 17 maggio 2019)

  • Sicurezza e controlli
    SUI CONTROLLI A DISTANZA NIENTE SILENZIO ASSENSO
    Alle richieste di autorizzazione rivolte all’Ispettorato del lavoro per l’installazione degli impianti audiovisivi (e degli altri strumenti che consentono il controllo a distanza dell’attività lavorativa) non si applica l’istituto del silenzio assenso.
    (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 9 maggio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 1
    AZIENDA INCOLPEVOLE PER LA CADUTA SUL PAVIMENTO BAGNATO
    Un lavoratore che cade sul pavimento bagnato, dopo aver ignorato un segnale di pericolo, non può addebitare al datore di lavoro la responsabilità dell’infortunio subito: l’azienda risponde, infatti, per i danni al personale solo quando viola, in concreto, una regola fissata da norme specifiche o, comunque, suggerita dalla tecnica.
    (Giampiero Falasca, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 24 maggio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 2
    INFORTUNIO SUL LAVORO, PRASSI AZIENDALE NON IMPUTABILE AL DATORE INCONSAPEVOLE
    La prassi aziendale di rimuovere presidi di sicurezza non è imputabile al datore di lavoro che ne sia inconsapevole. A tale conclusione è giunta la Corte di cassazione, con sentenza 15 maggio 2019, numero 20833, intervenendo su una fattispecie che è indispensabile sintetizzare per meglio comprendere le argomentazioni dei supremi giudici.
    (Angelina Turco, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 21 maggio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 3
    LA RESPONSABILITÀ "AUTOMATICA" DEL DATORE DI LAVORO
    L’incessante processo produttivo di norme in materia di salute e di sicurezza sul lavoro ha apportato profonde modifiche al contenuto specifico dell’obbligazione di sicurezza che, com’è noto, grava sul datore di lavoro secondo quanto stabilisce l’art. 2087 c.c.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 16 maggio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 4
    NIENTE PIANO DEL RISCHIO? ANCHE IL DIRETTORE DI CANTIERE È RESPONSABILE (CON IMPRESA E SUBAPPALTATORE)
    Un operaio muore perché - come sarà accertato in seguito - è stato colpito da una benna nel corso di uno scavo di una trincea. La dinamica dell'infortunio mortale viene chiarita solo in un secondo tempo, in quanto l'iniziale versione dei fatti era che l'operaio era caduto nella trincea ed era successivamente stato travolto e seppellito dallo smottamento del terreno.
    (Massimo Frontera, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano di Edilizia e Territorio”, 14 maggio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza -5
    L'UTILIZZO DEL MULETTO DA PARTE DEL TERZO NON AUTORIZZATO
    Un dato significativo che, invero, emerge ormai costantemente dalle statistiche diffuse dall’INAIL nell’ultimo decennio è che una parte molto significativa degli infortuni sul lavoro si registrano nell’ambito degli appalti, ossia quanto in uno stesso “teatro lavorativo” si trovano ad operare lavoratori di diversi datori di lavoro.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 2 maggio 2019)

  • Sicurezza e antincendio – 1
    NUOVO STANDARD ANTINCENDIO PER PROGETTARE LE ATTIVITÀ PRODUTTIVE
    Dal 21 ottobre l’applicazione del Codice della prevenzione incendi diventa obbligatoria per progettazione, realizzazione ed esercizio di attività (47 per la precisione) sottoposte ai controlli dei Vigili del fuoco, come laboratori di saldatura, stabilimenti dove si lavorano sostanze instabili, zuccherifici e pastifici, depositi di carta. E, ancora, impianti per la produzione di fibre tessili, fabbriche di arredi e capannoni che contengono materie plastiche.
    (Mario Abate, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano di Edilizia e Territorio”, 29 maggio 2019)

  • Sicurezza e antincendio – 2
    ACCANTO AL CODICE DI PREVENZIONE INCENDI RESTA ANCHE LA STRADA DELLE SOLUZIONI ALTERNATIVE
    Il Dm 3 agosto 2015 (che contiene il nuovo «Codice della prevenzione incendi») si applica, con qualche eccezione, a quasi tutte le attività soggette ai controlli di prevenzione incendi dei Vigili del fuoco, riportate dall’allegato I al Dpr 151/2011 e ha lo scopo di cristallizzare in un oggettivo metodo progettuale i principi generali della materia previsti dall’articolo 15 del Dlgs 139/2006, allineando il panorama normativo italiano ai principi internazionalmente riconosciuti.
    (Mario Abate, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano di Edilizia e Territorio”, 29 maggio 2019)

  • Sicurezza negli appalti
    SERVIZI AD ALTA INTENSITÀ DI LAVORO, IL FOCUS SULLA SENTENZA CHE RENDE OBBLIGATORIA L'OFFERTA PIÙ VANTAGGIOSA
    Gli appalti di servizi ad alta intensità di manodopera vanno sempre aggiudicati con il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa, anche quando abbiano caratteristiche standardizzate. È questo il principio di diritto sancito dall'Adunanza Plenaria del Consiglio di Stato n. 8 del 21 maggio 2019 che ha così risolto un contrasto giurisprudenziale sorto in relazione a un'apparente contraddizione esistente tra due disposizioni entrambe contenute all'articolo 95 del D.lgs. 50/2016.
    (Roberto Mangani, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano di Edilizia e Territorio”, 29 maggio 2019)

RASSEGNA DI NORMATIVA

EVENTI DELLA FONDAZIONE

Seminario “Accordo Inail – Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro”
13 giugno 2019 - Bari, c/o INAIL CENTRO DIREZIONE REGIONE PUGLIA

Seminario “Seconda Consultazione RLS”
14 giugno 2019 - Bari, c/o AMIU PUGLIA


 

Seminario “Accordo Inail-Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro” Bari, 13 giugno 2019
  del 04/06/2019    (protocollo n.121-2019)

A seguito della sottoscrizione dell’Accordo di collaborazione triennale INAIL-Utilitalia, ai fini di portare a conoscenza delle aziende del sistema gli obiettivi individuati e le attività programmate, Utilitalia, con la collaborazione della scrivente Fondazione, ha organizzato il Seminario

Accordo Inail – Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro che si terrà a Bolgona il prossimo 5 marzo, presso Confservizi Emilia Romagna, Via di Saliceto n. 1.

L’evento si propone di declinare i contenuti dell’Accordo, oggetto di collaborazione nel triennio in corso, coinvolgendo direttamente le diverse figure aziendali, dirigenti, RSPP e RLS, in un confronto positivo e costruttivo in merito al delicato passaggio alla norma UNI ISO 45001 nonché sul tema dei near miss nell’ambito di un sistema partecipato di gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

La partecipazione ai lavori del seminario è gratuita e aperta a tutti, previa iscrizione da effettuarsi anche sul sito di Utilitalia cliccando qui, e costituisce aggiornamento formativo per dirigenti, RSPP/ASPP e RLS, mediante attestazione rilasciata dall’Organismo Paritetico.

 

Newsletter News24 Maggio 2019
  del 08/05/2019    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Sicurezza: dati e statistiche
    LAVORO, 641MILA INCIDENTI NEL 2018 - EMERGENZA TUMORI A TARANTO
    Sono 641mila i lavoratori che nel 2018 hanno avuto un incidente sul lavoro: l’84,6% durante l’attività, il 15,4% nel tragitto casa-lavoro, con un incremento delle denunce di infortunio dello 0,9% sul 2017. Gli incidenti con esito mortale sono cresciuti del 10,1%, soprattutto nell’utilizzo di mezzi di trasporto per lavorare. Rispetto al 2017 l’incidenza sul totale dei lavoratori è “stabile” al 3,8% - l’aumento delle vittime di incidenti è accompagnato dall’incremento degli occupati-, e scende rispetto al 2013 (4,4%) per «una maggiore efficacia delle azioni di prevenzione».
    (Il Sole 24 ORE – Estratto da “I fatti del giorno”, 28 aprile 2019)

  • Protezione estera
    ALL’ESTERO PERICOLI DA VALUTARE IN BASE AL PAESE
    I recenti fatti di cronaca in Libia, con relative ricadute su lavoratori di aziende italiane presenti in quel Paese, possono costituire lo spunto per valutare l'adeguatezza e la conformità alla legge non solo del proprio documento di valutazione dei rischi, ma anche delle procedure aziendali in essere per la gestione del personale inviato all'estero.
    (Uberto Percivalle e Giulia Spalazzi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 23 aprile 2019)

  • Programmare sicurezza
    TEMPO DETERMINATO E REDDITO DI CITTADINANZA TRA LE PRIORITÀ DELL’ISPETTORATO NEL 2019
    Il 10 aprile l'Ispettorato nazionale del lavoro ha reso noto il “Documento di programmazione della vigilanza per il 2019 ", nel quale vengono illustrate le principali linee di orientamento e di indirizzo per lo svolgimento dei controlli di competenza del personale ispettivo in materia di lavoro, assicurazioni sociali obbligatorie e salute e sicurezza nei luoghi di lavoro per l'anno in corso.
    (Antonella Iacopini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 17 aprile 2019)

  • Sicurezza digitale
    LE NORME PER LA TUTELA E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI DIGITALI
    Mentre a livello nazionale si continua a discutere su come regolamentare il lavoro dei rider, la Regione Lazio opera una fuga in avanti e approva una sua autonoma disciplina. La legge regionale 4/2019 (pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione il 16 aprile) contiene «disposizioni per la tutela e la sicurezza dei lavoratori digitali», e si propone obiettivi piuttosto ambiziosi e che trascendono i confini regionali: tra gli altri, «migliorare la trasparenza del mercato del lavoro digitale» nonché «contrastare il lavoro non sicuro e ogni forma di diseguaglianza e di sfruttamento».
    (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 30 aprile 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 1
    L'IMPIEGO DEL LAVORATORE IN "NERO"
    Nel corso degli ultimi mesi i dati diffusi sull’impiego di manodopera assunta “in nero” continuano ancora a destare preoccupazione e perplessità, anche in ordine alle ricadute negative in termini di tutela delle condizioni di salute e di sicurezza nei posti di lavoro. È innegabile, infatti, l’esistenza dell’equazione tra lavoro “in nero” e infortuni sul lavoro;
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 18 aprile 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza -2
    L'IGNORANZA DELLO STATO DI AVANZAMENTO DEI LAVORI NON SALVA IL DATORE DI LAVORO
    Nel modello di safety riformato dal D.Lgs. 81/08, com’è noto, il preposto per la sicurezza occupa un ruolo strategico e, quindi, centrale ai fini della prevenzione degli infortuni sul lavoro; l’art. 2, c.1, lett. e), del citato decreto definisce, infatti, il preposto come la “persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa”.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 3 aprile 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza -3
    NEL SILENZIO DELLA LEGGE PREVENZIONE SOLO PER EVENTI PROBABILI
    Il dipendente può rifiutarsi di svolgere la prestazione se il datore di lavoro omette di applicare le misure di sicurezza, ma deve provare la gravità e la rilevanza di questo inadempimento, qualora la violazione non riguardi precauzioni espressamente previste dalla legge e attenga agli obblighi generali fissati dall’articolo 2087 del codice civile.
    (Giampiero Falasca, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 5 aprile 2019)

  • Sicurezza e rifiuti
    IMPIANTI DI RIFIUTI, PIANO DI EMERGENZA A DUE LIVELLI
    Il piano di emergenza interno previsto dall’articolo 26-bis della legge 132/2018 (di conversione del decreto legge 113/2018 e in vigore dal 4 dicembre 2018) si applica agli impianti di stoccaggio e lavorazione rifiuti non ricadenti nel campo d’azione del Dlgs 105/2015 relativo alle aziende a rischio d’incidente rilevante.
    (Mario Abate, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 16 aprile 2019)

  • Sicurezza e controlli - 1
    ISPEZIONI, SÌ AI VERBALI SEPARATI MA COERENTI
    I verbali amministrativi e quelli contributivi possono essere notificati separatamente e in tempi diversi ma devono essere coerenti. Lo ha precisato l’Ispettorato nazionale del Lavoro nella circolare 1/2019. Il documento interviene per chiarire alcune perplessità sollevate dalla Commissione centrale di programmazione.
    (Stefano Rossi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 15 aprile 2019)

  • Sicurezza e controlli - 2
    È ESSENZIALE CHE SIANO INDICATE LE VIE DI RICORSO
    La circolare 1/2019 dell’Inl chiarisce come attivare i diversi mezzi di impugnazione a fronte di verbali separati. L’Ispettorato afferma che le aziende non potranno ricorrere al comitato ex articolo 17 del Dlgs 124/2004 contro entrambi i verbali (amministrativo e contributivo) che abbiano avuto a oggetto l’accertamento degli stessi rapporti di lavoro sotto il profilo della loro sussistenza e qualificazione.
    (Stefano Rossi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 15 aprile 2019)

  • Sicurezza e finanziamenti - 1
    DOPPIA LEVA PER LA SICUREZZA
    Finanziamenti a fondo perduto per incentivare la sicurezza nelle aziende, da un lato, creazione di una cultura d’impresa in tema di salute e sicurezza, premiando e diffondendo le prassi migliori, dall’altro.
    (Mauro Pizzin, Il Sole 24 ORE – Estratto da “.Lavoro”, 3 aprile 2019)

  • Sicurezza e finanziamenti - 2
    L'ATTUAZIONE DEL TESTO UNICO SICUREZZA
    Gli investimenti effettuati dall’Inail sul fronte della prevenzione, con i bandi Isi, e della formazione per la sicurezza, grazie a un bando specifico dal budget di oltre 14,5 milioni destinato a piccole, medie e microimprese (che vede come soggetti attuatori, tra gli altri, le organizzazioni sindacali e datoriali), potrebbero subire una frenata nei prossimi anni.
    (Mauro Pizzin, Il Sole 24 ORE – Estratto da “.Lavoro”, 3 aprile 2019)

  • Sicurezza domestica
    DEPENALIZZATA L’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI A GAS NON A REGOLA
    Installare un impianto a gas non a regola d’arte non è più un reato. L’articolo 2 del Dlgs 23/2019 reca sostanziali modifiche alla legge 1083/1971 sulla sicurezza dell’uso del gas.
    (Mario Abate, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Condominio”, 9 aprile 2019)

L'ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

EVENTI DELLA FONDAZIONE

 


 

Seminario “Accordo Inail-Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro” Napoli, 22 maggio 2019
  del 08/05/2019    (protocollo n.98-2019)

A seguito della sottoscrizione dell’Accordo di collaborazione triennale INAIL-Utilitalia, al fine di portare a conoscenza delle aziende del sistema gli obiettivi individuati e le attività programmate, Utilitalia, con la collaborazione della scrivente Fondazione, ha organizzato il Seminario

Accordo Inail – Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro che si terrà a Napoli il prossimo 22 maggio, presso il Centro di Formazione e Convegni INAIL di Villa Colonna Bandini - Colli Aminei, 21.

L’evento si propone di declinare i contenuti dell’Accordo, oggetto di collaborazione nel triennio in corso, coinvolgendo direttamente le diverse figure aziendali, dirigenti, RSPP e RLS, in un confronto positivo e costruttivo in merito al delicato passaggio alla norma UNI ISO 45001 nonché sul tema dei near miss nell’ambito di un sistema partecipato di gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

La partecipazione ai lavori del seminario è gratuita e aperta a tutti, previa iscrizione da effettuarsi sul sito di Utilitalia al seguente link: http://www.utilitalia.it/eventi/iscrizione?a55180df-456f-4662-ac91-613a40faf3a5 e costituisce aggiornamento formativo per dirigenti, RSPP/ASPP e RLS, mediante attestazione rilasciata dall’Organismo Paritetico.

 

Consultazione Nazionale RLS
  del 06/05/2019    (protocollo n.97-2019)

La Fondazione Rubes Triva ha deciso di avviare la seconda consultazione nazionale dei RLS del settore, volta a raccogliere le testimonianze e i suggerimenti provenienti dalle varie realtà territoriali, al fine di avviare nuove iniziative di tutela e prevenzione dei rischi sul lavoro.
Le prossime sedi Bologna, Napoli e Bari, secondo il seguente calendario:

- Bologna 15/05/2019 c/o Confservizi Emilia Romagna – Via di Saliceto, 1/4a

- Napoli 22/05/2019 c/o Hotel Terminus – P.za G. Garibaldi, 91

- Bari 14/06/2019 c/o AMIU PUGLIA – V.le F. Fuzio

Si ringraziano le aziende per la collaborazione che potranno offrire nel veicolare l’informazione ai loro RLS.

 

Consultazione Nazionale RLS
  del 06/05/2019    

La Fondazione Rubes Triva ha deciso di avviare la seconda consultazione nazionale dei RLS del settore, volta a raccogliere le testimonianze e i suggerimenti provenienti dalle varie realtà territoriali, al fine di avviare nuove iniziative di tutela e prevenzione dei rischi sul lavoro.
Al momento sono state individuate le sedi di Padova, Bologna e Napoli, a cui successivamente si aggiungerà Bari, secondo il seguente calendario:

- Padova 08/04/2019 c/o Confservizi Veneto – Via della Croce Rossa, 62

- Bologna 15/05/2019 c/o Confservizi Emilia Romagna – Via di Saliceto, 1/4a

- Napoli 21/05/2019 c/o Hotel Terminus - P.zza G. Garibaldi, 91

Si invitano le aziende a promuovere la massima partecipazione dei loro RLS alle iniziative programmate.

 

Calendario corsi di formazione
  del 30/04/2019    (protocollo n.90-2019)

Si informano le aziende aderenti dell’attività formativa programmata per i prossimi mesi, così come da calendario di seguito riportato:

Parma 07/05/2019 Corso base per preposti – 8 ore
R. Emilia 08/05/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Bologna 09/05/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Rozzano (MI) 10/05/2019 Corso agg. ASPP/RSPP e formatori sicurezza Area Tecnica – 8 ore
Rozzano (MI) 13-23/05/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore
Bologna 14-22/05/2019 Corso base per dirigenti – 16 ore
Bologna 15/05/2019 Consultazione Nazionale RLS
Bergamo 16/05/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Napoli 21/05/2019 Consultazione Nazionale RLS
Napoli 22/05/2019 Seminario Accordo Inail Utilitalia per la gestione partecipata della SSL – Agg. Dirigenti, RSPP, ASPP, RLS
Piacenza 23/05/2019 Corso di formazione UNI ISO 45001:18
Cremona 28/05/2019 Corso agg. per preposti – 6 ore
Genova 29/05/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Napoli 31/05/2019 Seminario “La gestione della sicurezza sui luoghi di lavoro” – Agg. Dirigenti, RSPP, ASPP, RLS
Como 04/06/2019 Corso agg. per preposti – 6 ore
Torino 04-05/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore
Torino 06/06/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Rozzano (MI) 10-11/06/2019 Corso base per dirigenti – 16 ore
Parma 10-11/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore
Bologna 11/06/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Bari 13/06/2019 Seminario Accordo Inail Utilitalia per la gestione partecipata della SSL – Agg. Dirigenti, RSPP, ASPP, RLS
Brescia 17/06/2019 Corso agg. per preposti – 6 ore
Bergamo 18/06/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Genova 19-20/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore
Venezia 25-26/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore

Ai corsi in calendario si aggiungeranno ulteriori date e sedi attualmente in fase di definizione, anche sulla base delle specifiche richieste formulate dalle aziende aderenti.

Si ricorda che la partecipazione ai corsi è gratuita.

 

Newsletter News24 Aprile 2019
  del 18/04/2019    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Protezione individuale
    LA NUOVA NORMATIVA SUI DPI
    Sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 59 del 11 marzo 2019 è stato pubblicato il D.Lgs. 19 febbraio 2019, n. 17 che adegua la normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/425 sui dispositivi di protezione individuale. Il provvedimento - che entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, quindi dal 12 marzo 2019 - modifica la normativa nazionale in materia di dispositivi di protezione individuale, in modo da renderla compatibile con il regolamento UE 2016/425.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 19 marzo 2019)

  • Sicurezza in chimica
    SICUREZZA SUL LAVORO, VARATO IL NUOVO PIANO DEI CONTROLLI PER IL 2019 SULLE SOSTANZE CHIMICHE
    Arriva puntuale l'atteso Piano nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici 2019; il ministero della Salute, infatti, in qualità di Autorità Competente Nazionale Reach, ha pubblicato il documento che individua le linee di azione per la verifica del rispetto della disciplina comunitaria contenuta nei Regolamenti (CE) n.1907/2006 (Reach) e n.1272/2008 (Clp). Bisogna ricordare che attraverso tali provvedimenti il legislatore europeo ha introdotto un nuovo e complesso regime in materia di sostanze chimiche, finalizzato a garantire maggiori livelli di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori ma anche degli stessi consumatori e per l'ambiente.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 26 marzo 2019)

  • Sicurezza digitale
    LE NORME PER LA TUTELA E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI DIGITALI
    La Commissione lavoro della Regione Lazio il 21 febbraio 2019 ha confermato il parere positivo alla proposta di legge n. 40 che introduce norme per la tutela e la sicurezza dei lavoratori digitali. Il provvedimento dovrà ora essere trasmesso all’Aula per l’esame definitivo.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 7 marzo 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza
    SICUREZZA SUL LAVORO E RESPONSABILITÀ DEL DATORE
    La Corte d'Appello di Roma, in parziale riforma della sentenza di primo grado, condannava una società di autotrasporti a pagare agli eredi di un lavoratore deceduto per mesotelioma pleurico somme a titolo di risarcimento dei danni biologico e morale iure hereditatis e iure proprio.
    (Franco Toffoletto, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 25 marzo 2019)

  • Sicurezza e formazione
    FORMAZIONE, NUOVI CHIARIMENTI DEL MINISTERO SULL’ORGANIZZAZIONE DI CORSI, CONVEGNI E SEMINARI
    Nella gestione della safety uno degli ambiti indubbiamente più critici per imprese e professionisti continua a essere ancora la formazione; con il recente Accordo Stato – Regioni del 7 luglio 2016, si sperava di avere finalmente un quadro più chiaro degli adempimenti gestionali a cui far fronte ma, invero, sembra ormai che le cose stiano andando diversamente.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 28 marzo 2019)

  • Sicurezza e controlli - 1
    VERIFICA DIFFICILE DELLA RECIDIVA PER LAVORO IRREGOLARE E SICUREZZA
    Ai fini della individuazione della recidiva, che determina il raddoppio delle maggiorazioni da applicarsi alle sanzioni in caso di violazioni in materia di lavoro irregolare (20% che diventa 40%) e su salute e sicurezza (10%, diventa 20%), introdotte dalla legge di bilancio 145/2018, si deve tener conto sia della definitività del procedimento sanzionatorio sia del periodo in cui tale illecito è stato commesso.
    (Luigi Caiazza e Matteo Prioschi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 15 marzo 2019)

  • Sicurezza e controlli – 2
    DALL’ISPETTORATO I CRITERI PER SCOPRIRE LO SFRUTTAMENTO
    L’articolo 603-bis del codice penale, riformulato dalla legge 199/2016, ha previsto due distinte figure di incriminazione: l’intermediazione illecita di manodopera e lo sfruttamento lavorativo.
    (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 4 marzo 2019)

  • Sicurezza e premi - 1
    PREMI INAIL, RISPARMI MA NON PER TUTTI
    Nuova autoliquidazione Inail con effetti diversi da un’azienda all’altra. Se è vero che i tassi si riducono in media del 30%, bisogna tenere presente che alcuni sconti “storici”, come quello riservato alle aziende dell’edilizia, vengono meno.
    (Alessandro Rota Porta e Ornella Lacqua, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 1 aprile 2019)

  • Sicurezza e premi - 2
    CONFERMATI GLI SCONTI A CHI FA PREVENZIONE
    È stata confermata anche nelle nuove tariffe dei premi Inail la misura della riduzione del premio per gli interventi di prevenzione operati dalle aziende con almeno un biennio di attività. In particolare, sono mantenuti i criteri di applicazione e le percentuali di riduzione stabiliti con il decreto ministeriale 3 marzo 2015, in relazione alla dimensione della posizione assicurativa territoriale (Pat), espressa in lavoratori/anno nel triennio.
    (Alessandro Rota Porta e Ornella Lacqua, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 1 aprile 2019)

  • Sicurezza e premi - 3
    PREMI INAIL, UFFICIALI I CRITERI DI OSCILLAZIONE
    Con la registrazione da parte della Corte dei conti, avvenuta il 26 marzo, e la pubblicazione ieri sul sito del ministero del Lavoro, dei decreti interministeriali la riforma dei premi Inail dal 2019 è ufficiale e operativa.
    (Barbara Massara, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 2 aprile 2019)

  • Sicurezza e normative
    L'ATTUAZIONE DEL TESTO UNICO SICUREZZA
    Le “celebrazioni” del decennale del D.Lgs. 81/08, sono da poco terminate ma un profilo che, forse, è passato inosservato o, comunque, poco considerato è quello dei provvedimenti attuativi di cui, invero, ancora oggi molti mancano all’appello.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da Sicurezza24”, 7 marzo 2019)

L'ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

EVENTI DELLA FONDAZIONE

 


 

Seminario “Accordo Inail-Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro” - Padova, 9 aprile 2019
  del 25/03/2019    (protocollo n.59-2019)

A seguito della sottoscrizione dell’Accordo di collaborazione triennale INAIL-Utilitalia, al fine di portare a conoscenza delle aziende del sistema gli obiettivi individuati e le attività programmate, Utilitalia, con la collaborazione della scrivente Fondazione, ha organizzato il Seminario

Accordo Inail – Utilitalia
per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro

che si terrà a Padova il prossimo 9 aprile, presso Confservizi Veneto, Via della Croce Rossa n. 62

 
123456