Newsletter > News24
 
Newsletter News24 12/2018

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Sicurezza e danno biologico
    LA VALUTAZIONE DEL DANNO BIOLOGICO
    La rivalutazione delle prestazioni economiche – fissata nella misura del 1,10% - riguarda i ratei di rendita maturati e gli indennizzi in capitale liquidati dal 1° luglio 2018 e si applica esclusivamente agli importi erogati dall'Inail. Per quanto riguarda gli indennizzi in capitale, la rivalutazione si applica agli importi erogati a seguito di provvedimenti emanati a decorrere dal 1° luglio 2018. Nei casi di revisione e di aggravamento, la rivalutazione si applica solo ai maggiori importi eventualmente liquidati a far data dal 1° luglio 2018.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici24”, 7 novembre 2018)

  • Sicurezza e gestione delle emergenze
    GLI ADDETTI ALLA GESTIONE DELLE EMERGENZE E DEL PRIMO SOCCORSO
    È principio consolidato sia in dottrina che giurisprudenza che l’addetto al primo soccorso ed alla gestione delle emergenze possa essere chiamato a rispondere, in caso di danno a terzi o incidente, solo in caso di comportamenti o omissioni inerenti al contenuto dei suoi incarichi.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 15 novembre 2018)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 1
    DESIGNARE IL RESPONSABILE DELLA PREVENZIONE NON SCAGIONA IL DATORE DI LAVORO
    La mera designazione del responsabile del servizio di prevenzione e protezione non costituisce una delega di funzioni e, pertanto, non è sufficiente a sollevare il datore di lavoro e i dirigenti dalle rispettive responsabilità in tema di violazione degli obblighi dettati per la prevenzione degli infortuni sul lavoro.
    (Luigi Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 20 novembre 2018)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 2
    LE SANZIONI NELLA SICUREZZA SUL LAVORO
    Nel quadro degli strumenti deflattivi del contenzioso in materia di salute e di sicurezza sul lavoro l’istituto della prescrizione obbligatoria occupa, com’è noto, una posizione centrale; introdotto dal D.Lgs. 758/94, e oggetto di diversi rimaneggiamenti oggi rappresenta, infatti, lo strumento fondamentale che consente al trasgressore di evitare le sanzioni penali di natura contravvenzionale, sanando la condotta illecita attraverso il c.d. “ravvedimento operoso”.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 15 novembre 2018)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 3
    SE IL DISTACCO È FITTIZIO, DISTACCANTE E DISTACCATARIO RESPONSABILI IN PARI GRADO PER LA SICUREZZA
    In materia di sicurezza, in caso di distacco fittizio di lavoratori, in quanto avvenuto al di fuori dei casi previsti dall'articolo 30 del Dlgs 276/2003, non trova applicazione la distinzione di responsabilità prevista all'articolo 3, comma 6, del Dlgs 81/2008.
    (Luigi Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 8 novembre 2018)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 4
    LA SICUREZZA NEL CONTRATTO DI SOMMINISTRAZIONE DEL LAVORO
    Nel corso di questi anni il processo di esternalizzazione ha subito, com’è noto, una forte accelerazione favorita anche dalla riforma del lavoro attuata con il D.Lgs. 276/03 (c.d. “riforma Biagi”), che ha reso più agevole per le imprese il ricorso al contratto di somministrazione di lavoro anche se, il recente d.l. 12 luglio 2018, n. 87 (c.d. “decreto dignità”) convertito dalla legge 9 agosto 2018, n. 96, ha cercato di frenare attraverso un meccanismo alquanto controverso.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 31 ottobre 2018)

  • Sicurezza ed interpelli
    LAVORO INTERMITTENTE: I CHIARIMENTI DEL MINISTERO
    Con l’interpello del 24 ottobre 2018, n. 6/2018, il Ministero del Lavoro e P.S. ha fornito alcuni chiarimenti in materia di lavoro intermittente e, in particolare, sul trattamento previsto per le prestazioni di lavoro straordinarie, fornendo anche alcuni indirizzi di rilievo per quanto riguarda la salute e la sicurezza sul lavoro.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici24”, 31 ottobre 2018)

  • Sicurezza e privacy
    PRIVACY: QUANDO VA FATTA LA VALUTAZIONE DI IMPATTO
    Il Garante della privacy ha individuato l'elenco delle tipologie di trattamenti, soggetti al meccanismo di coerenza, da sottoporre a valutazione d'impatto, in attuazione del regolamento europeo 679/2016 entrato in vigore lo scorso 25 maggio 2018.
    (Pietro Gremigni, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 22 novembre 2018)

  • Sicurezza antincendio
    I CRITERI GENERALI DI SICUREZZA ANTINCENDIO E GESTIONE DELLE EMERGENZE
    È in corso di approvazione da parte del Ministero dell’Interno una bozza di decreto che introduce i nuovi criteri di sicurezza antincendio e per la gestione delle emergenze nei luoghi di lavoro.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 15 novembre 2018)

RASSEGNA DI NORMATIVA