Newsletter > News24
 
Newsletter News24 07/2018

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Sicurezza e bandi
    OLTRE 16MILA IN GARA PER IL BANDO INAIL
    Sono stati oltre 16mila gli utenti che hanno preso parte al “click day” organizzato dall’Inail per l’accesso ai fondi del bando Isi 2017. Si tratta di quasi 250 milioni a fondo perduto destinati a migliorare i livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro: una somma che al termine di questa ottava edizione del bando porterà a circa 1,8 miliardi le risorse messe a disposizione dall’istituto assicurativo.
    (Mauro Pizzin, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 15 giugno 2018)
  • Sicurezza e sanzioni
    DA LUGLIO SANZIONI PIÙ ALTE DELL’1,9 PER CENTO PER VIOLAZIONI SU SALUTE E SICUREZZA
    Dal 1° luglio aumentano dell’1,9% gli importi delle sanzioni penali e amministrative per le violazioni in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro accertate successivamente a tale data. Nessun aumento per le violazioni accertate prima.
    (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 26 giugno 2018)
  • Sicurezza e privacy
    LA (NUOVA) PRIVACY NELLA SICUREZZA SUL LAVORO
    Gli ambiti di interferenza tra il Regolamento UE/2016/679 e il D.Lgs. 81/08 sono in effetti molteplici e, tutti, degni di nota. Una prima riflessione che occorre muovere a questo riguardo concerne la conservazione della documentazione.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 14 giugno 2018)
  • Sicurezza e nuovi lavori - 1
    I NUOVI LAVORI DELL'ECONOMIA DIGITALE E GLI ADEMPIMENTI DI SICUREZZA
    Dal lavoro accessorio, ai voucher per famiglie e imprese alla nuova disciplina delle prestazioni occasionali e al libretto famiglia: mutevole, articolata, spesso contraddittoria, sempre comunque complessa è la disciplina delle prestazioni lavorative atipiche, e, soprattutto, in continua trasformazione.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 14 giugno 2018)
  • Sicurezza e nuovi lavori - 2
    LE NORME PER LA TUTELA E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI DIGITALI
    Con atto n. 9858 del 15 giugno 2018 la Giunta Regionale del Lazio ha adottato e sottoposto all'esame del Consiglio Regionale una proposta di legge concernente "Norme per la tutela e la sicurezza dei lavoratori digitali".
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici24”, 26 giugno 2018)
  • Sicurezza e giurisprudenza
    SPETTA AL DATORE DI LAVORO LA SCELTA DELLE PROCEDURE DI LAVORO
    Con la sentenza 8 giugno 2018, n. 26294, la Cassazione, sez. IV pen. ha messo a fuoco alcuni ulteriori elementi che caratterizzano le posizioni di garanzia del datore di lavoro per la sicurezza e del preposto e il rapporto che intercorre tra tali figure; con l’avvento del D.Lgs. 81/08, il modello prevenzionale di riferimento ha subito importanti innovazioni rispetto a quanto previsto originariamente dal D.Lgs. n. 626/94, soprattutto per quanto riguarda il dovere di vigilanza che il legislatore ha reso più intenso in capo a tali figure, specie del preposto che all’interno della c.d. “catena di comando” è chiamato al delicato compito di controllo operativo anche sulla correttezza delle procedure di lavoro applicate.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 14 giugno 2018)
  • Sicurezza e studi professionali
    TIROCINIO DEI PROFESSIONISTI SOLO CON GARANZIE MIRATE
    Aprire le porte dello studio a un tirocinante. Una scelta consueta per molti professionisti senior, ma che richiede di essere impostata con vincoli ben precisi.
    (Valeria Uva, Il Sole 24 ORE – Estratto da “professioni”, 25 giugno 2018)
  • Sicurezza e interpelli - 1
    SICUREZZA SUL LAVORO NEL SETTORE FERROVIARIO, LE RISPOSTE DEL MINISTERO DEL LAVORO
    In materia di sicurezza sul lavoro, per l'impiego di qualsiasi dispositivo omologato secondo gli standard europei e nazionali, il datore di lavoro deve comunque verificarne la congruità nell'ambito della valutazione dei rischi, ai sensi degli articoli 17 e 28 del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81 (TU sulla salute e sicurezza sui luoghi di lavoro).
    (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 27 giugno 2018)
  • Sicurezza e interpelli - 2
    ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO E TIROCINI, IL MINISTERO CHIARISCE IL REGIME APPLICABILE PER SALUTE E SICUREZZA
    Ancora una volta a tenere banco è la delicata disciplina sull'alternanza scuola-lavoro e i tirocini formativi; la Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro del Ministero, infatti, con risposta ad interpello del 14 giugno 2018, n. 4, ha fornito alcuni chiarimenti in ordine al regime applicabile ai fini della tutela della salute e della sicurezza degli studenti e dei tirocinanti.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 27 giugno 2018)
  • Sicurezza e prevenzione
    INAIL: UN RATING DI SICUREZZA PER LE IMPRESE CHE LO VOGLIONO
    Una politica nazionale di prevenzione degli infortuni può ripartire da basi informative più forti sull’esposizione al rischio dei lavoratori, da «indici di sinistrosità» e «rating di sicurezza» da assegnare con uno standard pubblico, un algoritmo, alle imprese che se ne vogliano dotare. È questo l’auspicio espresso ieri dal presidente dell’Inail, Massimo De Felice, in occasione della Relazione annuale dell’Istituto.
    (Davide Colombo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 28 giugno 2018)


RASSEGNA DI NORMATIVA