Notizie ed eventi > News In archivio
Inserisci il testo da ricercare nei documenti elencati
 
123456
 

Newsletter News24 Maggio 2019
  del 08/05/2019    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Sicurezza: dati e statistiche
    LAVORO, 641MILA INCIDENTI NEL 2018 - EMERGENZA TUMORI A TARANTO
    Sono 641mila i lavoratori che nel 2018 hanno avuto un incidente sul lavoro: l’84,6% durante l’attività, il 15,4% nel tragitto casa-lavoro, con un incremento delle denunce di infortunio dello 0,9% sul 2017. Gli incidenti con esito mortale sono cresciuti del 10,1%, soprattutto nell’utilizzo di mezzi di trasporto per lavorare. Rispetto al 2017 l’incidenza sul totale dei lavoratori è “stabile” al 3,8% - l’aumento delle vittime di incidenti è accompagnato dall’incremento degli occupati-, e scende rispetto al 2013 (4,4%) per «una maggiore efficacia delle azioni di prevenzione».
    (Il Sole 24 ORE – Estratto da “I fatti del giorno”, 28 aprile 2019)

  • Protezione estera
    ALL’ESTERO PERICOLI DA VALUTARE IN BASE AL PAESE
    I recenti fatti di cronaca in Libia, con relative ricadute su lavoratori di aziende italiane presenti in quel Paese, possono costituire lo spunto per valutare l'adeguatezza e la conformità alla legge non solo del proprio documento di valutazione dei rischi, ma anche delle procedure aziendali in essere per la gestione del personale inviato all'estero.
    (Uberto Percivalle e Giulia Spalazzi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 23 aprile 2019)

  • Programmare sicurezza
    TEMPO DETERMINATO E REDDITO DI CITTADINANZA TRA LE PRIORITÀ DELL’ISPETTORATO NEL 2019
    Il 10 aprile l'Ispettorato nazionale del lavoro ha reso noto il “Documento di programmazione della vigilanza per il 2019 ", nel quale vengono illustrate le principali linee di orientamento e di indirizzo per lo svolgimento dei controlli di competenza del personale ispettivo in materia di lavoro, assicurazioni sociali obbligatorie e salute e sicurezza nei luoghi di lavoro per l'anno in corso.
    (Antonella Iacopini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 17 aprile 2019)

  • Sicurezza digitale
    LE NORME PER LA TUTELA E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI DIGITALI
    Mentre a livello nazionale si continua a discutere su come regolamentare il lavoro dei rider, la Regione Lazio opera una fuga in avanti e approva una sua autonoma disciplina. La legge regionale 4/2019 (pubblicata sul bollettino ufficiale della Regione il 16 aprile) contiene «disposizioni per la tutela e la sicurezza dei lavoratori digitali», e si propone obiettivi piuttosto ambiziosi e che trascendono i confini regionali: tra gli altri, «migliorare la trasparenza del mercato del lavoro digitale» nonché «contrastare il lavoro non sicuro e ogni forma di diseguaglianza e di sfruttamento».
    (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 30 aprile 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 1
    L'IMPIEGO DEL LAVORATORE IN "NERO"
    Nel corso degli ultimi mesi i dati diffusi sull’impiego di manodopera assunta “in nero” continuano ancora a destare preoccupazione e perplessità, anche in ordine alle ricadute negative in termini di tutela delle condizioni di salute e di sicurezza nei posti di lavoro. È innegabile, infatti, l’esistenza dell’equazione tra lavoro “in nero” e infortuni sul lavoro;
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 18 aprile 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza -2
    L'IGNORANZA DELLO STATO DI AVANZAMENTO DEI LAVORI NON SALVA IL DATORE DI LAVORO
    Nel modello di safety riformato dal D.Lgs. 81/08, com’è noto, il preposto per la sicurezza occupa un ruolo strategico e, quindi, centrale ai fini della prevenzione degli infortuni sul lavoro; l’art. 2, c.1, lett. e), del citato decreto definisce, infatti, il preposto come la “persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa”.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 3 aprile 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza -3
    NEL SILENZIO DELLA LEGGE PREVENZIONE SOLO PER EVENTI PROBABILI
    Il dipendente può rifiutarsi di svolgere la prestazione se il datore di lavoro omette di applicare le misure di sicurezza, ma deve provare la gravità e la rilevanza di questo inadempimento, qualora la violazione non riguardi precauzioni espressamente previste dalla legge e attenga agli obblighi generali fissati dall’articolo 2087 del codice civile.
    (Giampiero Falasca, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 5 aprile 2019)

  • Sicurezza e rifiuti
    IMPIANTI DI RIFIUTI, PIANO DI EMERGENZA A DUE LIVELLI
    Il piano di emergenza interno previsto dall’articolo 26-bis della legge 132/2018 (di conversione del decreto legge 113/2018 e in vigore dal 4 dicembre 2018) si applica agli impianti di stoccaggio e lavorazione rifiuti non ricadenti nel campo d’azione del Dlgs 105/2015 relativo alle aziende a rischio d’incidente rilevante.
    (Mario Abate, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 16 aprile 2019)

  • Sicurezza e controlli - 1
    ISPEZIONI, SÌ AI VERBALI SEPARATI MA COERENTI
    I verbali amministrativi e quelli contributivi possono essere notificati separatamente e in tempi diversi ma devono essere coerenti. Lo ha precisato l’Ispettorato nazionale del Lavoro nella circolare 1/2019. Il documento interviene per chiarire alcune perplessità sollevate dalla Commissione centrale di programmazione.
    (Stefano Rossi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 15 aprile 2019)

  • Sicurezza e controlli - 2
    È ESSENZIALE CHE SIANO INDICATE LE VIE DI RICORSO
    La circolare 1/2019 dell’Inl chiarisce come attivare i diversi mezzi di impugnazione a fronte di verbali separati. L’Ispettorato afferma che le aziende non potranno ricorrere al comitato ex articolo 17 del Dlgs 124/2004 contro entrambi i verbali (amministrativo e contributivo) che abbiano avuto a oggetto l’accertamento degli stessi rapporti di lavoro sotto il profilo della loro sussistenza e qualificazione.
    (Stefano Rossi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 15 aprile 2019)

  • Sicurezza e finanziamenti - 1
    DOPPIA LEVA PER LA SICUREZZA
    Finanziamenti a fondo perduto per incentivare la sicurezza nelle aziende, da un lato, creazione di una cultura d’impresa in tema di salute e sicurezza, premiando e diffondendo le prassi migliori, dall’altro.
    (Mauro Pizzin, Il Sole 24 ORE – Estratto da “.Lavoro”, 3 aprile 2019)

  • Sicurezza e finanziamenti - 2
    L'ATTUAZIONE DEL TESTO UNICO SICUREZZA
    Gli investimenti effettuati dall’Inail sul fronte della prevenzione, con i bandi Isi, e della formazione per la sicurezza, grazie a un bando specifico dal budget di oltre 14,5 milioni destinato a piccole, medie e microimprese (che vede come soggetti attuatori, tra gli altri, le organizzazioni sindacali e datoriali), potrebbero subire una frenata nei prossimi anni.
    (Mauro Pizzin, Il Sole 24 ORE – Estratto da “.Lavoro”, 3 aprile 2019)

  • Sicurezza domestica
    DEPENALIZZATA L’INSTALLAZIONE DI IMPIANTI A GAS NON A REGOLA
    Installare un impianto a gas non a regola d’arte non è più un reato. L’articolo 2 del Dlgs 23/2019 reca sostanziali modifiche alla legge 1083/1971 sulla sicurezza dell’uso del gas.
    (Mario Abate, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Condominio”, 9 aprile 2019)

L'ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

EVENTI DELLA FONDAZIONE

 


 

Seminario “Accordo Inail-Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro” Napoli, 22 maggio 2019
  del 08/05/2019    (protocollo n.98-2019)

A seguito della sottoscrizione dell’Accordo di collaborazione triennale INAIL-Utilitalia, al fine di portare a conoscenza delle aziende del sistema gli obiettivi individuati e le attività programmate, Utilitalia, con la collaborazione della scrivente Fondazione, ha organizzato il Seminario

Accordo Inail – Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro che si terrà a Napoli il prossimo 22 maggio, presso il Centro di Formazione e Convegni INAIL di Villa Colonna Bandini - Colli Aminei, 21.

L’evento si propone di declinare i contenuti dell’Accordo, oggetto di collaborazione nel triennio in corso, coinvolgendo direttamente le diverse figure aziendali, dirigenti, RSPP e RLS, in un confronto positivo e costruttivo in merito al delicato passaggio alla norma UNI ISO 45001 nonché sul tema dei near miss nell’ambito di un sistema partecipato di gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

La partecipazione ai lavori del seminario è gratuita e aperta a tutti, previa iscrizione da effettuarsi sul sito di Utilitalia al seguente link: http://www.utilitalia.it/eventi/iscrizione?a55180df-456f-4662-ac91-613a40faf3a5 e costituisce aggiornamento formativo per dirigenti, RSPP/ASPP e RLS, mediante attestazione rilasciata dall’Organismo Paritetico.

 

Consultazione Nazionale RLS
  del 06/05/2019    (protocollo n.97-2019)

La Fondazione Rubes Triva ha deciso di avviare la seconda consultazione nazionale dei RLS del settore, volta a raccogliere le testimonianze e i suggerimenti provenienti dalle varie realtà territoriali, al fine di avviare nuove iniziative di tutela e prevenzione dei rischi sul lavoro.
Le prossime sedi Bologna, Napoli e Bari, secondo il seguente calendario:

- Bologna 15/05/2019 c/o Confservizi Emilia Romagna – Via di Saliceto, 1/4a

- Napoli 22/05/2019 c/o Hotel Terminus – P.za G. Garibaldi, 91

- Bari 14/06/2019 c/o AMIU PUGLIA – V.le F. Fuzio

Si ringraziano le aziende per la collaborazione che potranno offrire nel veicolare l’informazione ai loro RLS.

 

Consultazione Nazionale RLS
  del 06/05/2019    

La Fondazione Rubes Triva ha deciso di avviare la seconda consultazione nazionale dei RLS del settore, volta a raccogliere le testimonianze e i suggerimenti provenienti dalle varie realtà territoriali, al fine di avviare nuove iniziative di tutela e prevenzione dei rischi sul lavoro.
Al momento sono state individuate le sedi di Padova, Bologna e Napoli, a cui successivamente si aggiungerà Bari, secondo il seguente calendario:

- Padova 08/04/2019 c/o Confservizi Veneto – Via della Croce Rossa, 62

- Bologna 15/05/2019 c/o Confservizi Emilia Romagna – Via di Saliceto, 1/4a

- Napoli 21/05/2019 c/o Hotel Terminus - P.zza G. Garibaldi, 91

Si invitano le aziende a promuovere la massima partecipazione dei loro RLS alle iniziative programmate.

 

Calendario corsi di formazione
  del 30/04/2019    (protocollo n.90-2019)

Si informano le aziende aderenti dell’attività formativa programmata per i prossimi mesi, così come da calendario di seguito riportato:

Parma 07/05/2019 Corso base per preposti – 8 ore
R. Emilia 08/05/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Bologna 09/05/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Rozzano (MI) 10/05/2019 Corso agg. ASPP/RSPP e formatori sicurezza Area Tecnica – 8 ore
Rozzano (MI) 13-23/05/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore
Bologna 14-22/05/2019 Corso base per dirigenti – 16 ore
Bologna 15/05/2019 Consultazione Nazionale RLS
Bergamo 16/05/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Napoli 21/05/2019 Consultazione Nazionale RLS
Napoli 22/05/2019 Seminario Accordo Inail Utilitalia per la gestione partecipata della SSL – Agg. Dirigenti, RSPP, ASPP, RLS
Piacenza 23/05/2019 Corso di formazione UNI ISO 45001:18
Cremona 28/05/2019 Corso agg. per preposti – 6 ore
Genova 29/05/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Napoli 31/05/2019 Seminario “La gestione della sicurezza sui luoghi di lavoro” – Agg. Dirigenti, RSPP, ASPP, RLS
Como 04/06/2019 Corso agg. per preposti – 6 ore
Torino 04-05/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore
Torino 06/06/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Rozzano (MI) 10-11/06/2019 Corso base per dirigenti – 16 ore
Parma 10-11/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore
Bologna 11/06/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Bari 13/06/2019 Seminario Accordo Inail Utilitalia per la gestione partecipata della SSL – Agg. Dirigenti, RSPP, ASPP, RLS
Brescia 17/06/2019 Corso agg. per preposti – 6 ore
Bergamo 18/06/2019 Corso base per preposti – 8 ore
Genova 19-20/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore
Venezia 25-26/06/2019 Corso agg. per RLS – 12 ore

Ai corsi in calendario si aggiungeranno ulteriori date e sedi attualmente in fase di definizione, anche sulla base delle specifiche richieste formulate dalle aziende aderenti.

Si ricorda che la partecipazione ai corsi è gratuita.

 

Newsletter News24 Aprile 2019
  del 18/04/2019    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Protezione individuale
    LA NUOVA NORMATIVA SUI DPI
    Sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 59 del 11 marzo 2019 è stato pubblicato il D.Lgs. 19 febbraio 2019, n. 17 che adegua la normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/425 sui dispositivi di protezione individuale. Il provvedimento - che entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, quindi dal 12 marzo 2019 - modifica la normativa nazionale in materia di dispositivi di protezione individuale, in modo da renderla compatibile con il regolamento UE 2016/425.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 19 marzo 2019)

  • Sicurezza in chimica
    SICUREZZA SUL LAVORO, VARATO IL NUOVO PIANO DEI CONTROLLI PER IL 2019 SULLE SOSTANZE CHIMICHE
    Arriva puntuale l'atteso Piano nazionale delle attività di controllo sui prodotti chimici 2019; il ministero della Salute, infatti, in qualità di Autorità Competente Nazionale Reach, ha pubblicato il documento che individua le linee di azione per la verifica del rispetto della disciplina comunitaria contenuta nei Regolamenti (CE) n.1907/2006 (Reach) e n.1272/2008 (Clp). Bisogna ricordare che attraverso tali provvedimenti il legislatore europeo ha introdotto un nuovo e complesso regime in materia di sostanze chimiche, finalizzato a garantire maggiori livelli di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori ma anche degli stessi consumatori e per l'ambiente.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 26 marzo 2019)

  • Sicurezza digitale
    LE NORME PER LA TUTELA E LA SICUREZZA DEI LAVORATORI DIGITALI
    La Commissione lavoro della Regione Lazio il 21 febbraio 2019 ha confermato il parere positivo alla proposta di legge n. 40 che introduce norme per la tutela e la sicurezza dei lavoratori digitali. Il provvedimento dovrà ora essere trasmesso all’Aula per l’esame definitivo.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 7 marzo 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza
    SICUREZZA SUL LAVORO E RESPONSABILITÀ DEL DATORE
    La Corte d'Appello di Roma, in parziale riforma della sentenza di primo grado, condannava una società di autotrasporti a pagare agli eredi di un lavoratore deceduto per mesotelioma pleurico somme a titolo di risarcimento dei danni biologico e morale iure hereditatis e iure proprio.
    (Franco Toffoletto, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 25 marzo 2019)

  • Sicurezza e formazione
    FORMAZIONE, NUOVI CHIARIMENTI DEL MINISTERO SULL’ORGANIZZAZIONE DI CORSI, CONVEGNI E SEMINARI
    Nella gestione della safety uno degli ambiti indubbiamente più critici per imprese e professionisti continua a essere ancora la formazione; con il recente Accordo Stato – Regioni del 7 luglio 2016, si sperava di avere finalmente un quadro più chiaro degli adempimenti gestionali a cui far fronte ma, invero, sembra ormai che le cose stiano andando diversamente.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 28 marzo 2019)

  • Sicurezza e controlli - 1
    VERIFICA DIFFICILE DELLA RECIDIVA PER LAVORO IRREGOLARE E SICUREZZA
    Ai fini della individuazione della recidiva, che determina il raddoppio delle maggiorazioni da applicarsi alle sanzioni in caso di violazioni in materia di lavoro irregolare (20% che diventa 40%) e su salute e sicurezza (10%, diventa 20%), introdotte dalla legge di bilancio 145/2018, si deve tener conto sia della definitività del procedimento sanzionatorio sia del periodo in cui tale illecito è stato commesso.
    (Luigi Caiazza e Matteo Prioschi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 15 marzo 2019)

  • Sicurezza e controlli – 2
    DALL’ISPETTORATO I CRITERI PER SCOPRIRE LO SFRUTTAMENTO
    L’articolo 603-bis del codice penale, riformulato dalla legge 199/2016, ha previsto due distinte figure di incriminazione: l’intermediazione illecita di manodopera e lo sfruttamento lavorativo.
    (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 4 marzo 2019)

  • Sicurezza e premi - 1
    PREMI INAIL, RISPARMI MA NON PER TUTTI
    Nuova autoliquidazione Inail con effetti diversi da un’azienda all’altra. Se è vero che i tassi si riducono in media del 30%, bisogna tenere presente che alcuni sconti “storici”, come quello riservato alle aziende dell’edilizia, vengono meno.
    (Alessandro Rota Porta e Ornella Lacqua, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 1 aprile 2019)

  • Sicurezza e premi - 2
    CONFERMATI GLI SCONTI A CHI FA PREVENZIONE
    È stata confermata anche nelle nuove tariffe dei premi Inail la misura della riduzione del premio per gli interventi di prevenzione operati dalle aziende con almeno un biennio di attività. In particolare, sono mantenuti i criteri di applicazione e le percentuali di riduzione stabiliti con il decreto ministeriale 3 marzo 2015, in relazione alla dimensione della posizione assicurativa territoriale (Pat), espressa in lavoratori/anno nel triennio.
    (Alessandro Rota Porta e Ornella Lacqua, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 1 aprile 2019)

  • Sicurezza e premi - 3
    PREMI INAIL, UFFICIALI I CRITERI DI OSCILLAZIONE
    Con la registrazione da parte della Corte dei conti, avvenuta il 26 marzo, e la pubblicazione ieri sul sito del ministero del Lavoro, dei decreti interministeriali la riforma dei premi Inail dal 2019 è ufficiale e operativa.
    (Barbara Massara, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 2 aprile 2019)

  • Sicurezza e normative
    L'ATTUAZIONE DEL TESTO UNICO SICUREZZA
    Le “celebrazioni” del decennale del D.Lgs. 81/08, sono da poco terminate ma un profilo che, forse, è passato inosservato o, comunque, poco considerato è quello dei provvedimenti attuativi di cui, invero, ancora oggi molti mancano all’appello.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da Sicurezza24”, 7 marzo 2019)

L'ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

EVENTI DELLA FONDAZIONE

 


 

Seminario “Accordo Inail-Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro” - Padova, 9 aprile 2019
  del 25/03/2019    (protocollo n.59-2019)

A seguito della sottoscrizione dell’Accordo di collaborazione triennale INAIL-Utilitalia, al fine di portare a conoscenza delle aziende del sistema gli obiettivi individuati e le attività programmate, Utilitalia, con la collaborazione della scrivente Fondazione, ha organizzato il Seminario

Accordo Inail – Utilitalia
per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro

che si terrà a Padova il prossimo 9 aprile, presso Confservizi Veneto, Via della Croce Rossa n. 62

 

Newsletter News24 Marzo 2019
  del 08/03/2019    

  • Sicurezza cantieri e autoveicoli
    LE ATTIVITÀ LAVORATIVE CHE SI SVOLGONO IN PRESENZA DI TRAFFICO VEICOLARE
    Con Decreto 22 gennaio 2019 (Cfr. Gazzetta Ufficiale n. 37 del 13 febbraio 2019) il Ministro del lavoro e delle politiche sociali, di concerto con il Ministro della salute e il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti ha individuato le procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 21 febbraio 2019)

  • Sicurezza in casa
    GLI INFORTUNI DI LAVORO IN AMBITO DOMESTICO
    Come noto l’articolo 1, comma 534, della legge 30 dicembre 2018, n. 145 (legge di bilancio), ha modificato gli articoli 7, 8, 9 e 10 della legge 3 dicembre 1999, n. 493 istitutiva dell’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni domestici, ampliandone in misura rilevante portata ed ambito di applicazione.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 6 febbraio 2019)

  • Sicurezza e antincendio in condominio
    ANTINCENDIO, RISCHIO SANZIONI PER GLI AMMINISTRATORI
    Le norme sulla sicurezza antincendio degli edifici di civile abitazione, elencate dal decreto ministeriale 246/87, sono state recentemente integrate dal Dm dell’Interno del 25 gennaio 2019. Sono state introdotte, oltre a quelle inerenti la sicurezza antincendio delle facciate degli edifici, prescrizioni per la gestione della sicurezza degli stabili destinati a civile abitazione, nuovi ed esistenti, di altezza superiore a 12 metri.

    (Mario Abate, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 19 febbraio 2019)

  • Sicurezza e sanzioni
    LE NUOVE SANZIONI IN CASO DI SOSPENSIONE DELL'ATTIVITÀ D'IMPRESA
    Nel corso degli ultimi anni gli importi delle sanzioni penali e amministrative in materia di lavoro e di salute e sicurezza sul lavoro hanno subito una decisa impennata; da ultimo, com’è noto, l’art.1, comma 455, lett. d), della legge 145/18 - c.d. “legge di bilancio 2019” - ha stabilito, a decorrere dal 1° gennaio 2019, l’aumento del 10% per quanto riguarda gli importi dovuti per la violazione delle disposizioni di cui al D.lgs. 81/08, sanzionate in via amministrativa o penale.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 6 febbraio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 1
    LE ATTREZZATURE DI LAVORO E LA VALUTAZIONE DEI RISCHI
    La riforma della disciplina in materia di sicurezza delle macchine introdotta nell’ordinamento italiano con il d.P.R. 459/96, che dato attuazione alle direttive 89/392/CEE, 91/368, 93/44 e 93/68, com’è noto è stata indubbiamente epocale in quanto, rispetto al passato, ha maggiormente responsabilizzato i fabbricanti, obbligandoli a compiere un’attenta valutazione dei rischi alla “fonte”.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 6 febbraio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza - 2
    INFORTUNI SUL LAVORO, IL COMPORTAMENTO ECCENTRICO “INTERROMPE” IL NESSO TRA CONDOTTA ED EVENTO
    In tema di infortuni sul lavoro e di responsabilità del titolare della posizione di garanzia, è interruttiva del nesso di condizionamento tra la condotta di questi e l'evento lesivo per il lavoratore la condotta abnorme del lavoratore, quando essa si collochi in qualche guisa al di fuori dell'area di rischio definita dalla lavorazione in corso.
    (Giuseppe Amato, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Diritto”, 11 febbraio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza – 3
    LAVORO ALL’ESTERO, IL DATORE RISPONDE PER L'OMESSA VALUTAZIONE DEI RISCHI GEOPOLITICI
    Nel corso degli ultimi anni la nozione di valutazione dei rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, è stata oggetto di molteplici interpretazioni in ordine ai confini che caratterizzano il suo oggetto a cui è saldamente ancorata l'obbligazione di sicurezza del datore di lavoro definita, nei suoi tratti somatici fondamentali, dall'art. 2087 c.c.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 11 febbraio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza – 4
    I RAIDER E LA QUALIFICAZIONE DEL RAPPORTO DI LAVORO
    Con sentenza 11 gennaio 2019, n. 26, la Corte di Appello di Torino ha segnato un elemento di forte discontinuità nell’evoluzione degli assetti contrattuali dei c.d. lavoratori dell’economia digitale, in particolare dei riders, altrimenti definiti fattorini digitali.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicirezza24”, 21 febbraio 2019)

  • Sicurezza e amianto - 1
    BONIFICA AMIANTO, ARRIVANO LE ISTRUZIONI DELL'INAIL SU COPERTURE E MATERIALI
    Intervenire in modo corretto nel recupero di ambienti e materiali compromessi dalla presenza di amianto. Servono a questo due brevi guide redatte dall'Inail, pubblicate lo scorso venerdì 22 febbraio sul sito dell'Istituto, al fine di guidare gli operatori nell'eseguire le operazioni nella massima sicurezza
    (Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano di Edilizia e Territorio”, 25 febbraio 2019)

  • Sicurezza e amianto - 2
    AMIANTO, CHIARIMENTI DEL MINISTERO SULLE ESPOSIZIONI SPORADICHE E DI DEBOLE INTENSITÀ
    Sono trascorsi oltre trent'anni da quanto nel nostro Paese il legislatore ha cominciato a prendere coscienza dei gravi rischi per la salute dei lavoratori e la popolazione legati all'impiego dell'amianto (cfr. legge 257/1992; legge 271/1993, etc.), ma ancora oggi questo materiale è presente in molti manufatti, tanto che con l'emanazione del Dlgs n.81/2008 è stata innovata la disciplina protettiva.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”,22 febbraio 2019)

  • Sicurezza e cambiamenti societari
    SORVEGLIANZA, SUBENTRO CON NOTIFICA
    Il mero subentro di una impresa in locali già dotati degli impianti audiovisivi o altri strumenti similari non integra di per sé profili di illegittimità qualora gli impianti stessi siano stati installati osservando le procedure (accordo sindacale o autorizzazione dell’Ispettorato) previste dall’articolo 4 della legge 300/1970 e non siano intervenuti mutamenti.
    (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 26 febbraio 2019)

  • Sicurezza e piani di emergenza
    DECRETO SICUREZZA, ISTRUZIONI IN EXTREMIS SUI PIANI DI EMERGENZA E INFORMATIVA AL PREFETTO
    Sia pure con un notevole ritardo, i ministeri dell'Interno e dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, con circolare congiunta del 13 febbraio 2019, n.3058, hanno dettato le prime indicazioni sulle informazioni che i gestori degli impianti di stoccaggio e trattamento dei rifiuti dovranno fornire ai prefetti competenti entro il prossimo 4 marzo e sui contenuti minimi del piano di emergenza interno (Pei) che sono tenuti ad elaborare.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 28 febbraio 2019)

RASSEGNA DI NORMATIVA

EVENTI DELLA FONDAZIONE


 

Newsletter News24 Febbraio 2019
  del 27/02/2019    

NEWS E APPROFONDIMENTI
  • Sicurezza e sanzioni - 1
    LE MAGGIORAZIONI DEGLI IMPORTI SANZIONATORI
    Con Circolare 14 gennaio 2019, n. 2 l’Ispettorato Nazionale per il Lavoro (INL) ha fornito alcuni chiarimenti in relazione all’applicazione delle maggiorazioni degli importi sanzionatori che la recente legge di bilancio per il 2019 (Cfr. articolo 1, comma 445, della Legge 145/2018) ha previsto per le violazioni che, più di altre, incidono sulla tutela degli interessi e della dignità dei lavoratori. La medesima norma ha poi previsto l’aumento del 10% degli importi dovuti per la violazione delle disposizioni di cui al D.Lgs. 81/2008 in tema di salute e sicurezza sul lavoro.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 24 gennaio 2019)

  • Sicurezza e sanzioni - 2
    SANZIONI EXTRA PER RECIDIVA ANCHE PRIMA DELLA LEGGE
    Per il raddoppio della maggiorazione delle sanzioni a fronte di recidiva di lavoro irregolare e violazioni delle norme su salute e sicurezza si tiene conto degli illeciti diventati definitivi sia prima, sia dopo l’entrata in vigore della legge 145/2018 (bilancio 2019) che ha introdotto le maggiorazioni. È questo uno dei chiarimenti contenuti nella nota 1148/2019 dell’Ispettorato del lavoro diffusa a integrazione delle informazioni già fornite con la circolare 2/2019.
    (Roberto Caiazza, Matteo Prioschi Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 7 febbraio 2019)

  • Sicurezza e molestie
    MOLESTIE SUL LAVORO, SOTTOSCRITTO L’ACCORDO PER IL SETTORE TELECOMUNICAZIONI
    Assotelecomunicazioni, Asstel e la Slc Cgil, Fistel Cisl, la Uilcom Uil, al fine di rafforzare il rispetto della dignità delle lavoratrici dei lavoratori, in data 16 gennaio 2019 si sono riunite per siglare un Accordo quadro sulle molestie e la violenza nei luoghi di lavoro, richiamando integralmente l'Accordo quadro sottoscritto da Confindustria e le OO.SS.
    (Rossella Quintavalle, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 23 gennaio 2019)

  • Sicurezza e protocollo
    COMUNE DI MACERATA, PROTOCOLLO PER LA REGOLARITÀ E LA SICUREZZA
    In data 11 gennaio 2019 presso il Comune di Macerata è stato sottoscritto – tra l'amministrazione stessa, FILLEA-CGIL, FILCA-CISL, FENEAL-UIL ed il Raggruppamento temporaneo di Imprese – il Protocollo d'intesa per la regolarità e la sicurezza del lavoro nel settore delle costruzioni afferenti il programma straordinario per la riapertura delle scuole nei territori colpiti dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016 e che hanno interessato il Polo scolastico “ex Saram” nel comune di Macerata.
    (Cristian Callegaro, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 28 gennaio 2019)

  • Sicurezza e legalità
    SICUREZZA DEL LAVORO, PATTO D'INTEGRITÀ TRA INAIL E SOGGETTI BENEFICIARI DI FINANZIAMENTI
    Nel corso degli ultimi anni il sistema pubblico degli incentivi finanziari finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e di sicurezza nei luoghi di lavoro ha assunto una rilevanza sempre maggiore, sia per le tipologie di azioni agevolate, sia per l'entità degli importi messi a disposizione sempre più ingenti e tali da richiedere un'azione preventiva di contrasto soprattutto di possibili fenomeni corruttivi. Per tale ragione, quindi, l'Inail, con la determina presidenziale 17 dicembre 2018, n. 524, ha approvato il nuovo modello di patto di integrità tra l'Istituto assicuratore e i soggetti beneficiari di finanziamenti.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 10 gennaio 2019)

  • Sicurezza antincendio e rifiuti
    I PIANI DI EMERGENZA PER GLI IMPIANTI DI STOCCAGGIO E LAVORAZIONE RIFIUTI
    La Legge 1 dicembre 2018, n. 132 di conversione con modificazioni, del DL 4 ottobre 2018, n. 113, recante disposizioni urgenti in materia di protezione internazionale e immigrazione, sicurezza pubblica (cd Decreto Sicurezza), ha previsto la redazione di un piano di emergenza interno per gli impianti di stoccaggio e lavorazione dei rifiuti e del piano di emergenza esterno a cura del Prefetto.
    (Dario Zanut, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Antincendio24”, 24 gennaio 2019)

  • Sicurezza in mare
    LE AUTORIZZAZIONI ALL'IMBARCO DEL MEDICO DI BORDO
    Il Ministero della Salute rende noto, con decreto 20 novembre 2018 (Cfr. Gazzetta Ufficiale n. 20 del 24 gennaio 2019), di aver indetto la revisione generale delle autorizzazioni all'imbarco quale medico di bordo e degli attestati di iscrizione nell'elenco dei medici di bordo supplenti rilasciati dal 1° gennaio 2014 al 31 dicembre 2017.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “tecnici24”, 25 gennaio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza – 1
    LA RESPONSABILITÀ DEL DATORE DI LAVORO NEL CAMBIO DELLA MANSIONE
    A finire ancora una volta sotto la lente d’ingrandimento della Cassazione è l’obbligo da parte del datore di lavoro di sottoporre il lavoratore alla sorveglianza sanitaria da parte del medico competente; con la recente sentenza 14 gennaio 2019, n. 1465, infatti, la Sez. IV pen. ha affrontato nuovamente questo fondamentale dovere datoriale.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 23 gennaio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza – 2
    LA SOSPENSIONE DELLE ATTIVITÀ IN CANTIERE
    Nella sterminata giurisprudenza della S.C. di Cassazione in materia antinfortunistica la figura del coordinatore per la sicurezza in fase di esecuzione dei lavori edili (CSE) occupa, com’è noto, un rilievo particolare; infatti, nel paradigma del D.Lgs. 81/08, il CSE è chiamato a svolgere delicati compiti di alta vigilanza all’interno del sistema cantiere che nel corso del tempo hanno visto il consolidarsi di diversi orientamenti abbastanza granitici, in alcuni casi però non sempre concordi, sui poteri di controllo impeditivi attribuiti a tale figura dall’art. 92 del predetto decreto.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 10 gennaio 2019)

  • Sicurezza e giurisprudenza – 3
    INFORTUNATO ATTENDIBILE ANCHE SE GIÀ RISARCITO
    In materia di infortuni sul lavoro, la persona offesa può essere ritenuta attendibile in quanto non portatrice di interessi personali anche se non si è costituita parte civile in quanto già interamente risarcita.
    (Luigi Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 8 gennaio 2019)

  • Sicurezza e statistiche
    INFORTUNI SUL LAVORO IN AUMENTO NEL 2018: +10% QUELLI MORTALI
    Dire che tra gennaio e dicembre del 2018 l’Inail ha ricevuto 1.133 denunce di infortunio sul lavoro con esito mortale è come dire che ogni giorno ci sono più di 3 persone che muoiono sul lavoro.
    (Cristina Casadei, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”,30 gennaio 2019)

  • Sicurezza manodopera e appalti
    DUE CODICI E IL CONSIGLIO DI STATO NON BASTANO: SUI COSTI DELLA MANODOPERA IN CAMPO (ADDIRITTURA) LA CORTE UE
    Vero: il vecchio codice sul punto non era chiarissimo. Ma chi pensava che per chiudere la questione dell’obbligo di indicazione dei costi della manodopera con l’offerta sarebbe bastato scrivere una norma chiara si sbagliava.
    (Mauro Salerno, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano di Edilizia e Territorio”, 31 gennaio 2019)

  • Sicurezza e antincendio in condominio
    L'ADEGUAMENTO ALLA NORMATIVA ANTINCENDIO DEGLI ALBERGHI
    In Gazzetta le nuove norme sugli edifici abitativi di oltre 12 metri di altezza. Due anni di tempo per adeguarsi
    (Mariagrazia Barletta, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano di Edilizia e Territorio”, 6 febbraio 2019)

EVENTI DELLA FONDAZIONE

RASSEGNA DI NORMATIVA

 


 

Seminario “Accordo Inail-Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro” Bologna, 5 marzo 2019
  del 18/02/2019    (protocollo n.43-2019)

A seguito della sottoscrizione dell’Accordo di collaborazione triennale INAIL-Utilitalia, ai fini di portare a conoscenza delle aziende del sistema gli obiettivi individuati e le attività programmate, Utilitalia, con la collaborazione della scrivente Fondazione, ha organizzato il Seminario

Accordo Inail – Utilitalia per la gestione partecipata della salute e sicurezza sul lavoro che si terrà a Bolgona il prossimo 5 marzo, presso Confservizi Emilia Romagna, Via di Saliceto n. 1.

L’evento si propone di declinare i contenuti dell’Accordo, oggetto di collaborazione nel triennio in corso, coinvolgendo direttamente le diverse figure aziendali, dirigenti, RSPP e RLS, in un confronto positivo e costruttivo in merito al delicato passaggio alla norma UNI ISO 45001 nonché sul tema dei near miss nell’ambito di un sistema partecipato di gestione della salute e sicurezza sul lavoro.

La partecipazione ai lavori del seminario è gratuita e aperta a tutti, previa iscrizione da effettuarsi anche sul sito di Utilitalia cliccando qui, e costituisce aggiornamento formativo per dirigenti, RSPP/ASPP e RLS, mediante attestazione rilasciata dall’Organismo Paritetico.

 
123456