Notizie ed eventi > News In archivio
Inserisci il testo da ricercare nei documenti elencati
 

Calendario corsi di formazione nel mese di settembre
  del 19/07/2017    

Si informano le aziende aderenti che l’attività formativa prosegue secondo il calendario di seguito riportato, a cui si aggiungeranno ulteriori date e sedi in fase di definizione:

Avezzano (AQ) 5-7/09/2017 Corso base per dirigenti – 16 ore

Avezzano (AQ) 6/09/2017 Corso base per preposti – 8 ore

Rozzano (MI) 19/09/2017 Corso agg. per preposti – 6 ore

Firenze 27-29/09/2017 Corso agg. per RLS – 12 ore

 

Newsletter News24 7/2017
  del 04/07/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Sicurezza e lavoro agile
    IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI È DA ADEGUARE
    Gli aspetti legati alla tutela della salute e della sicurezza sono disciplinati dagli articoli 18, 22 e 23 della legge sul lavoro agile, senza dimenticare comunque che, trattandosi in tutto e per tutto di lavoratori, come definiti dal Testo unico sulla sicurezza, in linea generale occorre fare riferimento proprio al Dlgs 81/2008.
    (Gabriele Taddia, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 22 maggio 2017)
  • Aggiornamenti legislativi
    AGGIORNATO IL TESTO UNICO DELLA SICUREZZA, LE PRINCIPALI NOVITÀ
    L'Ispettorato Nazionale del Lavoro con il comunicato del 25 maggio 2017 ha reso noto che è stato aggiornato il testo del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, in materia di salute e sicurezza sul lavoro con gli ultimi provvedimenti legislativi e la prassi che ultimamente si è succeduta intensamente.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 12 giugno 2017)
  • Bonifica amianto
    AMIANTO, GLI ONERI DEL PROPRIETARIO
    Il recente incendio che ha distrutto un capannone alle porte di Roma ha portato drammaticamente alla ribalta il tema della bonifica dell’amianto e, con esso, la disciplina degli immobili con amianto e l’individuazione delle responsabilità in capo ai proprietari
    (Carmen Chierchia, Guido Alberto Inzaghi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme e Tributi”, 19 giugno 2017)
  • Distacco transnazionale e controlli
    DISTACCHI TRANSNAZIONALI, ALLERTA CONTRO LE FRODI
    La recente nota dell’Ispettorato nazionale del lavoro (Inl) in materia di distacco transnazionale di lavoratori (n. 4833 del 5 giugno 2017, …) testimonia l’impegno del nuovo organismo ispettivo nel contrasto ai fenomeni patologici legati all’invio in Italia di lavoratori dipendenti di imprese straniere (in continuità con le precedenti circolari dell’Ispettorato n. 3/2016 e n. 1/2017).
    (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme e Tributi”, 14 giugno 2017)
  • Lavoro nero e sanzioni
    LAVORO IN NERO: DAL 10 LUGLIO SOSPENSIONE E REVOCA DELLA ATTIVITÀ AZIENDALE A PIENO REGIME
    In materia di sospensione dell'attività imprenditoriale prevista nei casi di impiego di lavoratori "in nero", la relativa attività formativa nei confronti del personale ispettivo può dirsi ormai completata e, pertanto, dal prossimo 10 luglio si potrà procedere alla adozione dei relativi provvedimenti: lo afferma l'Ispettorato Nazionale del Lavoro nella nota diffusa il 20 giugno 2017.
    (Antonio Carlo Scacco, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 22 giugno 2017)
  • Nuovi decreti
    AL VIA L'ATTUAZIONE DI ALCUNE DIRETTIVE EUROPEE
    Approvati, in via preliminare, nel Consiglio dei Ministri del 9 giugno (n. 33) due decreti che attuano due direttive in materia di sicurezza sul lavoro: sicurezza degli impianti nucleari e equipaggiamento marittimo
    (Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici24”, 12 giugno 2017)
  • Lavoro e infortuni
    NEI PRIMI TRE MESI OCCUPATI IN CRESCITA MA BALZO INFORTUNI
    Nei primi tre mesi dell’anno l’occupazione è cresciuta di 326mila unità rispetto allo stesso periodo 2016 (+52mila nel confronto con l’ultimo trimestre 2016); a salire sono stati esclusivamente i rapporti “alle dipendenze”, a tempo indeterminato, ma, ora, anche temporanei (il lavoro a chiamata, per esempio, dopo un primo balzo registrato negli ultimi tre mesi dello scorso anno, è schizzato a +13,1% nel primo trimestre 2017, sostituendo, anche, un pò di voucher, cancellati dal governo lo scorso 18 marzo).
    (Claudio Tucci, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 28 giugno 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

EVENTI DELLA FONDAZIONE

 

Calendario corsi di formazione per preposti e RSL
  del 27/06/2017    (protocollo n.139-2017)

Si informano le aziende aderenti che l’attività formativa prosegue secondo il calendario di seguito riportato, a cui si aggiungeranno ulteriori date e sedi in fase di definizione:

Rozzano (MI) 18-19/07/2017 Corso agg. per RLS – 12 ore

Rozzano (MI) 19/09/2017 Corso agg. per preposti – 6 ore

Firenze 27 e 29/09/2017 Corso agg. per RLS – 12 ore

 

Newsletter News24 6/2017
  del 13/06/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Controlli e verifiche
    PROROGA DI 120 GIORNI PER LA VERIFICA DELLE ATTREZZATURE
    L'effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, adottate con decreti direttoriali del 21 maggio 2012 e 30 luglio 2012, in scadenza rispettivamente al 21 maggio 2017 e al 30 luglio 2017, è provvisoriamente rinnovata per un periodo non superiore a centoventi giorni dalle rispettive scadenze.
    (Pietro Gremigni, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 23 maggio 2017)
  • Alternanza scuola-lavoro – 1
    ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO, PERCORSI «PROTETTI»
    Per la tutela della salute e della sicurezza, lo studente che inizia un percorso di alternanza scuola-lavoro in un’azienda è equiparato in tutto e per tutto a un lavoratore. Le imprese hanno dunque precisi obblighi da rispettare, che è bene ripercorrere prima di accogliere gli studenti per questo tipo di esperienze.
    (Gabriele Taddia, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 22 maggio 2017)
  • Alternanza scuola-lavoro – 2
    L’IMPRESA RISCHIA LA RIVALSA DELL’INAIL
    L’azienda che ospita studenti in percorso di alternanza scuola-lavoro è soggetta alle sanzioni previste per le violazioni degli obblighi sulla sicurezza previsti a carico del datore di lavoro. Anche il dirigente scolastico è tenuto ad alcuni adempimenti fondamentali, in assenza dei quali potrà essere ritenuto responsabile di eventuali infortuni, in proprio o in concorso con il datore di lavoro ospitante.
    (Gabriele Taddia, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 22 maggio 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza – 1
    I TELEFONI CELLULARI AZIENDALI IN SERVIZIO AL DIPENDENTE
    Con una recentissima sentenza (Cfr. 30 marzo 2017, n. 96) il Tribunale di Ivrea ha riconosciuto il nesso causale tra tumore e uso di telefoni cellulari e, in conseguenza, ha condannato l’Inail a corrispondere una rendita perpetua per il danno sul lavoro subito dal dipendente.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 18 maggio 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza – 2
    INFORTUNIO CON RESPONSABILITÀ DIFFERENZIATA
    In caso di infortunio sul lavoro in regime di appalto, il datore di lavoro deve provare di aver fatto tutto quanto per evitarlo, mentre nei confronti del committente c’è solo una responsabilità extracontrattuale.
    (Giulia Spalazzi, Massimiliano Biolchini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 10 maggio 2017)
  • Sicurezza in mare
    PERSONALE MARITTIMO: AL VIA I NUOVI CORSI ANTINCENDIO
    Con decreto 2 maggio 2017 (Cfr. Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2017) il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha definito le modalità per l’organizzazione e l’erogazione dei corsi di addestramento antincendio di base (Fire Prevention and fire fighting) e antincendio avanzato (Advanced training in fire fighting) per il personale marittimo, nonché l'organizzazione antincendio a bordo delle navi petrolierie, chimichiere e gasiere.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici24”, 16 maggio 2017)
  • Sicurezza e responsabilità
    LA RESPONSABILITÀ DATORIALE NEI CASI DI ERRORE DEL DIPENDENTE
    La responsabilità del datore di lavoro in caso di infortunio del lavoratore provocato dal suo stesso errore può essere esclusa soltanto se il soggetto pone in essere una condotta anormale, inopinabile, esorbitante dal procedimento di lavoro cui è addetto ed incompatibile con il sistema di lavorazione oppure si concreti nell’inosservanza da parte sua, di precise disposizioni antinfortunistiche e degli ordini particolari ricevuti ovvero abbia eseguito il lavoro in modo difforme da quello prescritto.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 4 maggio 2017)
  • Sicurezza, sorveglianza e controllo
    LA VIDEOSORVEGLIANZA DEI CANTIERI E I CONTROLLI SUI LAVORATORI
    La modifica dell'articolo 4 dello statuto dei lavoratori (legge 20 maggio 1970, n. 300) a mezzo dell'art. 23 del D.Lgs. 151/15 (cosiddetto Jobs Act) ha eliminato il divieto assoluto e imperativo in ordine all’utilizzo dei controlli a distanza dei lavoratori (per quanto attutito dalle disposizioni del comma 2 del medesimo articolo, che riconosceva il carattere della liceità agli impianti e le apparecchiature di sicurezza che fossero “richiesti da esigenze organizzative e produttive ovvero della sicurezza del lavoro”), introducendo un diverso concetto, più in linea con le esigenze aziendali e le disponibilità tecnologiche attuali.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 4 maggio 2017)
  • Ispettorato Nazionale del Lavoro
    ISPETTORI OPERATIVI OLTRE IL TERRITORIO DI COMPETENZA
    Gli ispettori del lavoro possono svolgere accertamenti ed emanare provvedimenti sanzionatori anche nei confronti di realtà datoriali situate fuori dal territorio di competenza dell’ufficio di appartenenza.
    (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 30 maggio 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

EVENTI DELLA FONDAZIONE

 

BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN “MODELLI DI ORGANIZZAZIONE PER LA PREVENZIONE DEI RISCHI NEGLI AMBIENTI DI VITA E DI LAVORO PRIVATI E PUBBLICI - SAFETY MANAGEMENT”
  del 24/05/2017    

Dipartimento di Economia Marco Biagi
Prot. n. 449 del 05/05/2017

BANDO DI AMMISSIONE AL MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO IN
“MODELLI DI ORGANIZZAZIONE PER LA PREVENZIONE DEI RISCHI NEGLI AMBIENTI DI
VITA E DI LAVORO PRIVATI E PUBBLICI - SAFETY MANAGEMENT”

(FREQUENZA IN PRESENZA E A DISTANZA FAD)

1^ EDIZIONE - Anno Accademico 2016/2017


 

Corsi di aggiornamento per ASPP/RSPP
  del 24/05/2017    (protocollo n.100-2017)

Si comunica alle aziende aderenti che la scrivente Fondazione ha organizzato i seguenti corsi di formazione finalizzati all’aggiornamento di ASPP e RSPP:

- Roma 12/06/2017 Centro Congressi “Roma Trevi”, P.za della Pilotta 4
- Milano 28/06/2017 Confservizi CISPEL Lombardia, Strada 4, Palazzo Q7 – Rozzano MI

I corsi in oggetto, la cui partecipazione è gratuita, si svolgeranno con orario 9-13 14-18.

 

Corso di aggiornamento per formatori sicurezza
  del 23/05/2017    (protocollo n.99-2017)

Si comunica alle aziende aderenti che, come ogni anno, al fine del mantenimento dei requisiti previsti dal Decreto Interministeriale del 6 marzo 2013, la scrivente Fondazione organizza un corso di aggiornamento per formatori, Area tecnica, che si terrà a Roma, c/o il Centro Congressi “Roma Trevi”, P.za della Pilotta 4, il giorno 6 giugno p.v., dalle ore 9.00 alle ore 18.00.

Si informano le aziende aderenti che la partecipazione al corso è gratuita.

 

Corsi di aggiornamento per preposti e dirigenti
  del 12/05/2017    (protocollo n.89-2017)

In ottemperanza a quanto previsto dal D.Lgs 81/2008 e dall’Accordo Stato Regioni del 21/12/2011, e in considerazione delle richieste pervenute da parte delle aziende aderenti, la Fondazione Rubes Triva ha organizzato due corsi di aggiornamento per preposti e dirigenti.

I corsi, della durata di 6 ore, saranno erogati gratuitamente e si terranno secondo il seguente calendario:

BOLZANO – V.le Druso, 1
31/05/17 10.00-13.00 14.00-17.00
01/06/17 10.00-13.00 14.00-17.00


Per iscriversi è necessario collegarsi al sito della Fondazione www.fondazionerubestriva.it ed effettuare l’accesso al Portale dei Corsi e del Libretto Formativo del Lavoratore dal menu Formazione. Se non siete ancora in possesso delle credenziali di accesso, nella stessa pagina del sito, troverete le modalità per ottenerle scegliendo la vostra tipologia di utenza. Per eventuali inconvenienti o problematiche potete inviare un email a info@fondazionerubestriva.it

Al termine del corso, sarà rilasciato ai partecipanti un attestato, previa verifica valutativa finale obbligatoria dell’apprendimento.

 

Newsletter News24 5/2017
  del 04/05/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Controlli e obblighi - 1
    PER GEOLOCALIZZARE LA FLOTTA AZIENDALE OCCORRE L'ACCORDO SINDACALE
    L'articolo 4 della legge 20 maggio 1970, n. 300, come prima sostituito dall'art. 23 del D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 151, e poi modificato dall'art. 5 del D.Lgs. 24 settembre 2016, n. 185, in sostanza dispone quanto segue…
    (Alberto Bosco, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 27 aprile 2017)
  • Controlli e obblighi - 2
    GESTIONE DIFFERENZIATA DEI DATI GPS
    Dopo l’Ispettorato nazionale del lavoro, anche il Garante della privacy prende posizione sulle procedure da seguire per l’installazione di dispositivi di geolocalizzazione sui veicoli aziendali, affermando la necessità di un accordo sindacale o, in sua assenza, dell’autorizzazione dell’Ispettorato e precisando che i dati raccolti vanno gestiti in modo differenziato in base alle loro caratteristiche.
    (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 28 aprile 2017)
  • Controlli e obblighi - 3
    NEI MODELLI DI AUTORIZZAZIONE UNA LIMITAZIONE AI CONTROLLI
    A poche settimane di distanza dalla prima pubblicazione (avvenuta il 10 marzo), l’Ispettorato nazionale del lavoro ha aggiornato i modelli di istanza di autorizzazione all’installazione di sistemi di sicurezza, organizzazione e protezione del patrimonio che consentono anche il controllo a distanza dell’attività degli addetti, in base al comma 1 del nuovo articolo 4 dello Statuto dei lavoratori.
    (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 13 aprile 2017)
  • Sicurezza stradale
    LA SEVERITÀ NON È A SENSO UNICO
    L’Anas aveva presentato ricorso contro la circolare del ministero dell’Interno sull’omicidio stradale per impedire condanne troppo severe per il proprio personale: le pene previste per il nuovo reato sono ben più severe – anche nell’ipotesi non aggravata prevista dall’articolo 589-bis, comma 1, del Codice penale - di quelle previste per l’omicidio colposo. Il primo è punito con la reclusione da 2 a 7 anni, il secondo da 6 mesi a 5 anni.
    (Guido Camera, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Diritto”, 4 aprile 2017)
  • Sicurezza e costruzioni
    LA SICUREZZA NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI
    Firmato il 30 marzo un Protocollo d'Intesa tra il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e l'Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili); obbiettivo dell'accordo è stabilire un sistema di rapporti tra i due organismi in materia di salute e sicurezza sul lavoro nel settore delle costruzioni, per promuovere la formazione degli attori coinvolti e il reciproco scambio di informazioni e la collaborazione per iniziative comuni; in più il Protocollo, è volto a favorire analoghe intese tra le parti, anche negli organismi associativi presenti a livello territoriale, sia di ANCE che del CNI.
    (Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici 24”, 10 aprile 2017)
  • Sicurezza e autotrasporto
    GLI ADEMPIMENTI DI SICUREZZA NEL SETTORE DELL'AUTOTRASPORTO
    Numerosi sono i dubbi interpretativi che sorgono sul tema degli adempimenti di sicurezza nel settore dell’autotrasporto. Si tratta infatti, di un settore peculiare ove il lavoro viene svolto da un addetto in totale autonomia, non è soggetto a sovrintendenza di un preposto, è isolato da altri lavoratori e, in generale, viene realizzato all’esterno del sito dell’azienda cui il lavoratore appartiene.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 6 aprile 2017)
  • Sicurezza e sanità
    LA FIGURA DEL DIRETTORE SANITARIO
    La figura giuridica del direttore sanitario è quella di responsabile del regolare espletamento dell’attività sanitaria all’interno della struttura, nel completo rispetto delle norme di legge. Egli è tenuto a rispondere personalmente dell’organizzazione tecnica e funzionale dei servizi e del possesso dei prescritti titoli professionali da parte del personale che ivi opera, atteso che grava sul medesimo un onere di sorveglianza e governo della struttura.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 6 aprile 2017)
  • Sicurezza e smart working - 1
    SMART WORKING IN PIENA PARITÀ
    Parità di trattamento economico e normativo; rispetto dei tempi di riposo; diritto alla disconnessione; piena tutela assicurativa contro infortuni e malattie professionali (dipendenti da rischi connessi alla prestazione lavorativa resa all’esterno dei locali aziendali).
    (Claudio Tucci, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Impresa e Territori”, 26 aprile 2017
  • Sicurezza e smart working - 2
    STRUMENTO INNOVATIVO MA RESTA IL NODO SICUREZZA
    L’approvazione definitiva della legge sullo smart working potrebbe agevolare il processo di grande cambiamento che sta attraversando l’organizzazione del lavoro. Questo processo rende sempre più marginali e secondari il tempo e il luogo di svolgimento della prestazione, mentre fa crescere prepotentemente l’importanza degli obiettivi assegnati e conseguiti.
    (Giampiero Falasca, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Primo Piano”, 10 aprile 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza - 1
    RECESSO VALIDO PER CHI ISTIGA A VIOLARE LE NORME DI SICUREZZA
    Con la sentenza n. 7338/2017 la Cassazione si è pronunciata in modo esemplare sulla legittimità del licenziamento disciplinare inflitto ad un responsabile della produzione che aveva adibito i propri sottoposti ad attività lavorative in violazione delle procedure di sicurezza adottate dalla Società, addirittura indicando loro le concrete modalità per eludere tali procedure, esponendo così i lavoratori al rischio di infortuni.
    (Massimiliano Biolchini e Giulia Spalazzi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Diritto” 7 aprile 2017
  • Sicurezza e giurisprudenza - 2
    LAVORATRICE DISABILE E SORVEGLIANZA SANITARIA
    Lavoratrice disabile - Sorveglianza sanitaria - Inidoneità alla mansione - Rifiuto di adempiere mansioni incompatibili con il suo stato - Legittimità
    (Elio Cherubini, Toffoletto De Luca Tamajo e Soci, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 1 maggio 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

 

Sorveglianza sanitaria. Elaborazione dati nazionali del settore igiene ambientale.
  del 21/03/2017    

Come è noto il concetto di sorveglianza sanitaria ha registrato un’importante evoluzione a seguito dell’introduzione del D.lgs. 81/2008, così come sintetizzato all’art. 2, lett. m), trasformandosi in un monitoraggio sanitario imperniato sulla figura del lavoratore, in quanto soggetto esposto a rischi particolari di tipo individuale, nonché sull’intera popolazione lavorativa aziendale, esposta collettivamente, in un dato contesto ambientale e organizzativo, al rischio di malattie professionali o di infortuni...
 
12