Newsletter > News24 In archivio
Inserisci il testo da ricercare nei documenti elencati
 

Newsletter News24 10/2017
  del 10/10/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Infortuni e indennizzi – 1
    LE ISTRUZIONI SULLA RIVALUTAZIONE DELLE RENDITE DAL 1° LUGLIO 2017
    L'Inail, con circolare 27 settembre 2017, n. 38, detta le istruzioni sulla rivalutazione, con decorrenza 1° luglio 2017, degli importi delle prestazioni economiche per infortuni sul lavoro e malattie professionali per i settori industria, agricoltura, navigazione, medici radiologi e tecnici sanitari di radiologia medica autonomi.
    (Luca Vichi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 2 ottobre 2017)
  • Infortuni e indennizzi – 2
    CONFERMATI GLI IMPORTI DELLE PRESTAZIONI ECONOMICHE PER DANNO BIOLOGICO
    L’Inail, con la circolare 39 del 27 settembre 2017, ha dettato disposizioni in materia di rivalutazione degli importi degli indennizzi del danno biologico derivante da infortunio sul lavoro e malattia professionale con decorrenza 1° luglio 2017
    (Silvana Toriello, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 29 settembre 2017)
  • Sicurezza e lavoro agile
    L'INFORMATIVA DI SICUREZZA NEL LAVORO AGILE
    Per favorire l'articolazione flessibile nei tempi e nei luoghi del lavoro subordinato, il Capo II della legge 22 maggio 2017, n. 81 ha definito nuove è più snelle modalità di esecuzione del rapporto di lavoro.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 21 settembre 2017)
  • Sicurezza nei cantieri
    IL DIRETTORE DEI LAVORI, IL DIRETTORE TECNICO DI CANTIERE E GLI OBBLIGHI DI SICUREZZA
    Negli ultimi anni sono state numerose le sentenze della Cassazione Penale (tra le altre, 31 marzo 2014, n. 14787; 19 agosto 2014, n. 35970; 23 marzo 2017, n. 14333; 04 luglio 2017, n. 32098) relative a profili di responsabilità del direttore dei lavori in materia di tutela della salute e sicurezza sul lavoro.
    (Emanuela Dal Santo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 21 settembre 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza - 1
    SGRAVI CONTRIBUTIVI INCOMPATIBILI CON VIOLAZIONI, ANCHE SOLO FORMALI, DELLE NORME A TUTELA DELLA SICUREZZA NEI LUOGHI DI LAVORO
    La sezione lavoro della Cassazione con la sentenza 21053 dell'11 settembre 2017, ribadisce con chiarezza il principio del necessario collegamento tra violazione delle prescrizioni normative in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e revoca dei benefici e alle agevolazioni contributive, indipendentemente dalla natura o dal tipo di violazione accertata e impeditiva dell'accesso al beneficio.
    (Silvano Imbriaci, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 13 settembre 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza - 2
    AMMINISTRATORE COLPEVOLE DI OMICIDIO COLPOSO PER L’INCIDENTE IN CANTIERE
    Gli innegabili progressi rispetto al passato, in materia di prevenzione e controlli, non mitigano la ferita sempre attuale delle cosiddette “morti bianche” che sempre rappresentano una realtà sociale. Specie quando ad essere vittima è un disoccupato che per necessità, accetta un lavoro, seppur precario, incurante delle misure di sicurezza o, come nel caso trattato dalla Cassazione nella sentenza 43452 del 2017, del fatto che il condominio
    (Valeria Sibilio, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Condominio”, 22 settembre 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza - 3
    SICUREZZA SUL LAVORO E RESPONSABILITÀ DEL DATORE
    In un contesto lavorativo in cui la rissa e la violenza sono per normale esperienza frequenti, anche per lo stato di alterazione alcoolica prevedibile della clientela, il datore di lavoro è tenuto ad approntare tutte le misure necessarie al fine di garantire l'integrità psicofisica di tutti i propri dipendenti, anche di quelli a cui non vengono affidati compiti di sorveglianza.
    (Il Sole 24 ORE – Estratto da “Guida al Lavoro, n. 36, Edizione del 15 settembre 2017, pag. 48-54”)
  • Sicurezza e giurisprudenza - 4
    INFORTUNIO IN ITINERE, NESSUN INDENNIZZO SE L’USO DELL'AUTO NON È NECESSARIO
    Con sentenza del 12 settembre 2017, numero 21122, la Corte di cassazione, riconfermando un consolidato indirizzo in materia, ha sancito che non sono indennizzabili gli infortuni occorsi ai lavoratori che si rechino a lavoro alla guida di un proprio mezzo di trasporto, allorché l'utilizzo di tale veicolo non rivesta carattere di necessità.
    (Roberta Di Vieto e Marco Di Liberto, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 28 settembre 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

GLI EVENTI DELLA FONDAZIONE

RASSEGNA DI NORMATIVA

 

Newsletter News24 9/2017
  del 06/09/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Smart workers
    AL DIPENDENTE «AGILE» VA FORNITA ADEGUATA INFORMAZIONE
    Agli smart workers è possibile applicare per analogia la normativa in materia di tutela della sicurezza e salute nei luoghi di lavoro prevista per il telelavoro, tenendo conto però che, a differenza di quest'ultimo, lo smart working non prevede una postazione fissa per l'attività svolta all'esterno dei locali aziendali.
    (Silvana Toriello, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 26 luglio 2017)
  • Sicurezza e Durc
    SICUREZZA SUL LAVORO, QUANDO L’ILLECITO È OSTATIVO AL RILASCIO DEL DURC?
    Le continue modifiche alla disciplina antinfortunistica operate nel corso degli ultimi anni hanno determinato un significativo aumento delle sanzioni penali e amministrative con delle pesanti ricadute anche sull'impresa, in quanto numerosi illeciti sono ostativi anche al rilascio del documento unico di regolarità contributiva (Durc).
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 29 agosto 2017)
  • Aggiornamenti legislativi
    GLI ADEMPIMENTI DI SICUREZZA NELLE IMPRESE SOCIALI
    Con D.Lgs. 3 luglio 2017, n. 112 (Cfr. Gazzetta Ufficiale n. 167 del 19 luglio 2017) è stata introdotta una revisione profonda e strutturale della disciplina in materia di impresa sociale, definita ora come organizzazione o ente che esercita in via stabile e principale una o più attività d'impresa di interesse generale per il perseguimento di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza 24”, 27 luglio 2017)
  • Preposto alla sicurezza
    UNA NUOVA PRONUNCIA DELLA CASSAZIONE SUL RUOLO DEL PREPOSTO
    Con la riforma operata dal D.Lgs. 81/08, com’è noto è stato introdotto un nuovo modello prevenzionale di tipo collaborativo basato su uno più stretto connubio tra organizzazione della sicurezza e vigilanza attiva, direttiva e operativa, sul comportamento del lavoratore e la corretta applicazione delle procedure di lavoro; a corollario, poi, l’art. 30 del predetto decreto ha enfatizzato e stimolato il potere disciplinare del datore di lavoro (cfr. art. 2106 c.c.) come strumento da esercitare doverosamente qualora siano poste in essere condotte che violino le norme antinfortunistiche e le disposizioni aziendali in materia fino ad arrivare, nei casi più gravi, al licenziamento.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 27 luglio 2017)
  • Coordinatore per la progettazione e la esecuzione
    RESPONSABILITÀ LIMITATA PER IL COORDINATORE
    La posizione riconosciuta al coordinatore per la progettazione e la esecuzione è solo quella riferita all’alta vigilanza delle lavorazioni, sottesa a gestire il rischio interferenziale e non già a sovraintendere, momento per momento, alla corretta applicazione delle prescrizioni e delle metodiche risultanti dal Piano operativo di sicurezza (Pos), come integrate dal datore di lavoro e filtrate dal Piano di sicurezza e coordinamento (Psc).
    (Luigi Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 19 luglio 2017)
  • Formazione e sicurezza
    SICUREZZA, I TRASCORSI LAVORATIVI DEL DIPENDENTE NON ESONERANO DALLA FORMAZIONE
    Tutti gli adempimenti finalizzati ai vari obblighi antinfortunistici, sono di per sé inderogabili. Essi vanno sempre osservati, in modo puntuale, in relazione allo specifico ambiente di lavoro, nei confronti di qualsiasi lavoratore. Pertanto, il datore di lavoro non può auto esonerarsi da tali obblighi sulla base dei trascorsi lavorativi e familiari del lavoratore o perché già “sappia fare”.
    (Luigi Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 11 agosto 2017)
  • Lavoro occasionale
    VOUCHER, RISCHIO-MAXISANZIONE
    Con la circolare 5/2017 l’Ispettorato nazionale del lavoro interviene sul regime sanzionatorio applicabile in caso di violazioni delle regole sul nuovo lavoro occasionale. Il superamento del limite economico (2.500 euro) o comunque del limite di durata della prestazione (280 ore) nell’anno civile comporta la trasformazione in un rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato a far data dal giorno in cui si realizza il superamento, con applicazione delle connesse sanzioni civili e amministrative a carico dell’utilizzatore.
    (Josef Tschöll, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme e Tributi”, 11 agosto 2017)
  • Patologie lavorative e risarcimento
    DANNI DA AMIANTO, BASTA LA PROBABILITÀ
    Con la sentenza 19270/2017 la Corte di cassazione si è pronunciata, sulla risarcibilità dei danni per patologie amianto-correlate, affermando che sussiste la responsabilità del datore di lavoro ogni volta che risulti, in base al principio «del più probabile che non», che sia stata l’esposizione ad amianto sul luogo di lavoro (e, nel caso specifico, ad altri agenti chimici utilizzati per la lavorazione del vetro) a causare l’insorgenza della malattia, seppur in presenza di altre possibili concause, quali il fumo di sigaretta o pregresse patologie polmonari del dipendente trattate con farmaci sospetti cancerogeni.
    (Uberto Percivalle e Giulia Spalazzi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 4 settembre 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

 

Newsletter News24 7/2017
  del 04/07/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Sicurezza e lavoro agile
    IL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI È DA ADEGUARE
    Gli aspetti legati alla tutela della salute e della sicurezza sono disciplinati dagli articoli 18, 22 e 23 della legge sul lavoro agile, senza dimenticare comunque che, trattandosi in tutto e per tutto di lavoratori, come definiti dal Testo unico sulla sicurezza, in linea generale occorre fare riferimento proprio al Dlgs 81/2008.
    (Gabriele Taddia, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 22 maggio 2017)
  • Aggiornamenti legislativi
    AGGIORNATO IL TESTO UNICO DELLA SICUREZZA, LE PRINCIPALI NOVITÀ
    L'Ispettorato Nazionale del Lavoro con il comunicato del 25 maggio 2017 ha reso noto che è stato aggiornato il testo del D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, in materia di salute e sicurezza sul lavoro con gli ultimi provvedimenti legislativi e la prassi che ultimamente si è succeduta intensamente.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 12 giugno 2017)
  • Bonifica amianto
    AMIANTO, GLI ONERI DEL PROPRIETARIO
    Il recente incendio che ha distrutto un capannone alle porte di Roma ha portato drammaticamente alla ribalta il tema della bonifica dell’amianto e, con esso, la disciplina degli immobili con amianto e l’individuazione delle responsabilità in capo ai proprietari
    (Carmen Chierchia, Guido Alberto Inzaghi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme e Tributi”, 19 giugno 2017)
  • Distacco transnazionale e controlli
    DISTACCHI TRANSNAZIONALI, ALLERTA CONTRO LE FRODI
    La recente nota dell’Ispettorato nazionale del lavoro (Inl) in materia di distacco transnazionale di lavoratori (n. 4833 del 5 giugno 2017, …) testimonia l’impegno del nuovo organismo ispettivo nel contrasto ai fenomeni patologici legati all’invio in Italia di lavoratori dipendenti di imprese straniere (in continuità con le precedenti circolari dell’Ispettorato n. 3/2016 e n. 1/2017).
    (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme e Tributi”, 14 giugno 2017)
  • Lavoro nero e sanzioni
    LAVORO IN NERO: DAL 10 LUGLIO SOSPENSIONE E REVOCA DELLA ATTIVITÀ AZIENDALE A PIENO REGIME
    In materia di sospensione dell'attività imprenditoriale prevista nei casi di impiego di lavoratori "in nero", la relativa attività formativa nei confronti del personale ispettivo può dirsi ormai completata e, pertanto, dal prossimo 10 luglio si potrà procedere alla adozione dei relativi provvedimenti: lo afferma l'Ispettorato Nazionale del Lavoro nella nota diffusa il 20 giugno 2017.
    (Antonio Carlo Scacco, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 22 giugno 2017)
  • Nuovi decreti
    AL VIA L'ATTUAZIONE DI ALCUNE DIRETTIVE EUROPEE
    Approvati, in via preliminare, nel Consiglio dei Ministri del 9 giugno (n. 33) due decreti che attuano due direttive in materia di sicurezza sul lavoro: sicurezza degli impianti nucleari e equipaggiamento marittimo
    (Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici24”, 12 giugno 2017)
  • Lavoro e infortuni
    NEI PRIMI TRE MESI OCCUPATI IN CRESCITA MA BALZO INFORTUNI
    Nei primi tre mesi dell’anno l’occupazione è cresciuta di 326mila unità rispetto allo stesso periodo 2016 (+52mila nel confronto con l’ultimo trimestre 2016); a salire sono stati esclusivamente i rapporti “alle dipendenze”, a tempo indeterminato, ma, ora, anche temporanei (il lavoro a chiamata, per esempio, dopo un primo balzo registrato negli ultimi tre mesi dello scorso anno, è schizzato a +13,1% nel primo trimestre 2017, sostituendo, anche, un pò di voucher, cancellati dal governo lo scorso 18 marzo).
    (Claudio Tucci, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 28 giugno 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

EVENTI DELLA FONDAZIONE

 

Newsletter News24 6/2017
  del 13/06/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Controlli e verifiche
    PROROGA DI 120 GIORNI PER LA VERIFICA DELLE ATTREZZATURE
    L'effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro, adottate con decreti direttoriali del 21 maggio 2012 e 30 luglio 2012, in scadenza rispettivamente al 21 maggio 2017 e al 30 luglio 2017, è provvisoriamente rinnovata per un periodo non superiore a centoventi giorni dalle rispettive scadenze.
    (Pietro Gremigni, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 23 maggio 2017)
  • Alternanza scuola-lavoro – 1
    ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO, PERCORSI «PROTETTI»
    Per la tutela della salute e della sicurezza, lo studente che inizia un percorso di alternanza scuola-lavoro in un’azienda è equiparato in tutto e per tutto a un lavoratore. Le imprese hanno dunque precisi obblighi da rispettare, che è bene ripercorrere prima di accogliere gli studenti per questo tipo di esperienze.
    (Gabriele Taddia, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 22 maggio 2017)
  • Alternanza scuola-lavoro – 2
    L’IMPRESA RISCHIA LA RIVALSA DELL’INAIL
    L’azienda che ospita studenti in percorso di alternanza scuola-lavoro è soggetta alle sanzioni previste per le violazioni degli obblighi sulla sicurezza previsti a carico del datore di lavoro. Anche il dirigente scolastico è tenuto ad alcuni adempimenti fondamentali, in assenza dei quali potrà essere ritenuto responsabile di eventuali infortuni, in proprio o in concorso con il datore di lavoro ospitante.
    (Gabriele Taddia, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 22 maggio 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza – 1
    I TELEFONI CELLULARI AZIENDALI IN SERVIZIO AL DIPENDENTE
    Con una recentissima sentenza (Cfr. 30 marzo 2017, n. 96) il Tribunale di Ivrea ha riconosciuto il nesso causale tra tumore e uso di telefoni cellulari e, in conseguenza, ha condannato l’Inail a corrispondere una rendita perpetua per il danno sul lavoro subito dal dipendente.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 18 maggio 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza – 2
    INFORTUNIO CON RESPONSABILITÀ DIFFERENZIATA
    In caso di infortunio sul lavoro in regime di appalto, il datore di lavoro deve provare di aver fatto tutto quanto per evitarlo, mentre nei confronti del committente c’è solo una responsabilità extracontrattuale.
    (Giulia Spalazzi, Massimiliano Biolchini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 10 maggio 2017)
  • Sicurezza in mare
    PERSONALE MARITTIMO: AL VIA I NUOVI CORSI ANTINCENDIO
    Con decreto 2 maggio 2017 (Cfr. Gazzetta Ufficiale n. 111 del 15 maggio 2017) il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha definito le modalità per l’organizzazione e l’erogazione dei corsi di addestramento antincendio di base (Fire Prevention and fire fighting) e antincendio avanzato (Advanced training in fire fighting) per il personale marittimo, nonché l'organizzazione antincendio a bordo delle navi petrolierie, chimichiere e gasiere.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici24”, 16 maggio 2017)
  • Sicurezza e responsabilità
    LA RESPONSABILITÀ DATORIALE NEI CASI DI ERRORE DEL DIPENDENTE
    La responsabilità del datore di lavoro in caso di infortunio del lavoratore provocato dal suo stesso errore può essere esclusa soltanto se il soggetto pone in essere una condotta anormale, inopinabile, esorbitante dal procedimento di lavoro cui è addetto ed incompatibile con il sistema di lavorazione oppure si concreti nell’inosservanza da parte sua, di precise disposizioni antinfortunistiche e degli ordini particolari ricevuti ovvero abbia eseguito il lavoro in modo difforme da quello prescritto.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 4 maggio 2017)
  • Sicurezza, sorveglianza e controllo
    LA VIDEOSORVEGLIANZA DEI CANTIERI E I CONTROLLI SUI LAVORATORI
    La modifica dell'articolo 4 dello statuto dei lavoratori (legge 20 maggio 1970, n. 300) a mezzo dell'art. 23 del D.Lgs. 151/15 (cosiddetto Jobs Act) ha eliminato il divieto assoluto e imperativo in ordine all’utilizzo dei controlli a distanza dei lavoratori (per quanto attutito dalle disposizioni del comma 2 del medesimo articolo, che riconosceva il carattere della liceità agli impianti e le apparecchiature di sicurezza che fossero “richiesti da esigenze organizzative e produttive ovvero della sicurezza del lavoro”), introducendo un diverso concetto, più in linea con le esigenze aziendali e le disponibilità tecnologiche attuali.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 4 maggio 2017)
  • Ispettorato Nazionale del Lavoro
    ISPETTORI OPERATIVI OLTRE IL TERRITORIO DI COMPETENZA
    Gli ispettori del lavoro possono svolgere accertamenti ed emanare provvedimenti sanzionatori anche nei confronti di realtà datoriali situate fuori dal territorio di competenza dell’ufficio di appartenenza.
    (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 30 maggio 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

EVENTI DELLA FONDAZIONE

 

Newsletter News24 5/2017
  del 04/05/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Controlli e obblighi - 1
    PER GEOLOCALIZZARE LA FLOTTA AZIENDALE OCCORRE L'ACCORDO SINDACALE
    L'articolo 4 della legge 20 maggio 1970, n. 300, come prima sostituito dall'art. 23 del D.Lgs. 14 settembre 2015, n. 151, e poi modificato dall'art. 5 del D.Lgs. 24 settembre 2016, n. 185, in sostanza dispone quanto segue…
    (Alberto Bosco, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 27 aprile 2017)
  • Controlli e obblighi - 2
    GESTIONE DIFFERENZIATA DEI DATI GPS
    Dopo l’Ispettorato nazionale del lavoro, anche il Garante della privacy prende posizione sulle procedure da seguire per l’installazione di dispositivi di geolocalizzazione sui veicoli aziendali, affermando la necessità di un accordo sindacale o, in sua assenza, dell’autorizzazione dell’Ispettorato e precisando che i dati raccolti vanno gestiti in modo differenziato in base alle loro caratteristiche.
    (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 28 aprile 2017)
  • Controlli e obblighi - 3
    NEI MODELLI DI AUTORIZZAZIONE UNA LIMITAZIONE AI CONTROLLI
    A poche settimane di distanza dalla prima pubblicazione (avvenuta il 10 marzo), l’Ispettorato nazionale del lavoro ha aggiornato i modelli di istanza di autorizzazione all’installazione di sistemi di sicurezza, organizzazione e protezione del patrimonio che consentono anche il controllo a distanza dell’attività degli addetti, in base al comma 1 del nuovo articolo 4 dello Statuto dei lavoratori.
    (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 13 aprile 2017)
  • Sicurezza stradale
    LA SEVERITÀ NON È A SENSO UNICO
    L’Anas aveva presentato ricorso contro la circolare del ministero dell’Interno sull’omicidio stradale per impedire condanne troppo severe per il proprio personale: le pene previste per il nuovo reato sono ben più severe – anche nell’ipotesi non aggravata prevista dall’articolo 589-bis, comma 1, del Codice penale - di quelle previste per l’omicidio colposo. Il primo è punito con la reclusione da 2 a 7 anni, il secondo da 6 mesi a 5 anni.
    (Guido Camera, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Diritto”, 4 aprile 2017)
  • Sicurezza e costruzioni
    LA SICUREZZA NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI
    Firmato il 30 marzo un Protocollo d'Intesa tra il Consiglio Nazionale degli Ingegneri e l'Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili); obbiettivo dell'accordo è stabilire un sistema di rapporti tra i due organismi in materia di salute e sicurezza sul lavoro nel settore delle costruzioni, per promuovere la formazione degli attori coinvolti e il reciproco scambio di informazioni e la collaborazione per iniziative comuni; in più il Protocollo, è volto a favorire analoghe intese tra le parti, anche negli organismi associativi presenti a livello territoriale, sia di ANCE che del CNI.
    (Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici 24”, 10 aprile 2017)
  • Sicurezza e autotrasporto
    GLI ADEMPIMENTI DI SICUREZZA NEL SETTORE DELL'AUTOTRASPORTO
    Numerosi sono i dubbi interpretativi che sorgono sul tema degli adempimenti di sicurezza nel settore dell’autotrasporto. Si tratta infatti, di un settore peculiare ove il lavoro viene svolto da un addetto in totale autonomia, non è soggetto a sovrintendenza di un preposto, è isolato da altri lavoratori e, in generale, viene realizzato all’esterno del sito dell’azienda cui il lavoratore appartiene.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 6 aprile 2017)
  • Sicurezza e sanità
    LA FIGURA DEL DIRETTORE SANITARIO
    La figura giuridica del direttore sanitario è quella di responsabile del regolare espletamento dell’attività sanitaria all’interno della struttura, nel completo rispetto delle norme di legge. Egli è tenuto a rispondere personalmente dell’organizzazione tecnica e funzionale dei servizi e del possesso dei prescritti titoli professionali da parte del personale che ivi opera, atteso che grava sul medesimo un onere di sorveglianza e governo della struttura.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 6 aprile 2017)
  • Sicurezza e smart working - 1
    SMART WORKING IN PIENA PARITÀ
    Parità di trattamento economico e normativo; rispetto dei tempi di riposo; diritto alla disconnessione; piena tutela assicurativa contro infortuni e malattie professionali (dipendenti da rischi connessi alla prestazione lavorativa resa all’esterno dei locali aziendali).
    (Claudio Tucci, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Impresa e Territori”, 26 aprile 2017
  • Sicurezza e smart working - 2
    STRUMENTO INNOVATIVO MA RESTA IL NODO SICUREZZA
    L’approvazione definitiva della legge sullo smart working potrebbe agevolare il processo di grande cambiamento che sta attraversando l’organizzazione del lavoro. Questo processo rende sempre più marginali e secondari il tempo e il luogo di svolgimento della prestazione, mentre fa crescere prepotentemente l’importanza degli obiettivi assegnati e conseguiti.
    (Giampiero Falasca, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Primo Piano”, 10 aprile 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza - 1
    RECESSO VALIDO PER CHI ISTIGA A VIOLARE LE NORME DI SICUREZZA
    Con la sentenza n. 7338/2017 la Cassazione si è pronunciata in modo esemplare sulla legittimità del licenziamento disciplinare inflitto ad un responsabile della produzione che aveva adibito i propri sottoposti ad attività lavorative in violazione delle procedure di sicurezza adottate dalla Società, addirittura indicando loro le concrete modalità per eludere tali procedure, esponendo così i lavoratori al rischio di infortuni.
    (Massimiliano Biolchini e Giulia Spalazzi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Diritto” 7 aprile 2017
  • Sicurezza e giurisprudenza - 2
    LAVORATRICE DISABILE E SORVEGLIANZA SANITARIA
    Lavoratrice disabile - Sorveglianza sanitaria - Inidoneità alla mansione - Rifiuto di adempiere mansioni incompatibili con il suo stato - Legittimità
    (Elio Cherubini, Toffoletto De Luca Tamajo e Soci, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 1 maggio 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

 

Newsletter News24 4/2017
  del 04/04/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Controlli e obblighi
    CONTROLLI A DISTANZA, PIÙ OBBLIGHI DALL’ISPETTORATO
    Il 10 marzo l’Ispettorato nazionale del lavoro ha pubblicato sul proprio sito tre nuovi modelli di istanza di autorizzazione all’installazione di sistemi che consentono il controllo a distanza dell’attività dei lavoratori, secondo il primo comma del nuovo articolo 4 dello statuto dei lavoratori, così come riscritto dal Dlgs 151/2015.
    (Aldo Bottini, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 23 marzo 2017)
  • Sicurezza e norme
    ASCENSORI A NORMA UE CON POCHI OBBLIGHI
    Ultimo atto della telenovela degli ascensori a norma Ue: sulla Gazzetta Ufficiale del 15 marzo è stato pubblicato il Dpr 23/2017, in ballo ormai da oltre un anno. Nel Dpr sono state inserite anche le disposizioni indispensabili per evitare la procedura d’infrazione (l’ultimo termine è, peraltro, scaduto il 19 aprile 2016) alla direttiva 2014/33/Ue.
    (Saverio Fossati, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme & Tributi”, 17 marzo 2017)
  • Sicurezza alimentare e sanzioni/i>
    MOCA: VARATE LE SANZIONI
    É stato emanato il decreto legislativo n. 29 del 10/02/2017, pubblicato il 18/03/2017, che stabilisce la disciplina sanzionatoria per la violazione degli obblighi derivanti dai regolamenti comunitari che normano i materiali e gli oggetti che possono venire a contatto con gli alimenti (MOCA).
    (Giovanni Emilio Celi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici24”, 28 marzo 2017)
  • Attività di vigilanza - 1
    ISPEZIONI SUL LAVORO: NOTIFICAZIONE DI ATTI E MODULISTICA, ISTRUZIONI OPERATIVE
    L'Ispettorato Nazionale del Lavoro fornisce ulteriori indicazioni operative per affrontare e risolvere alcune problematiche che si sono verificate "in corso d'opera" nell'attività di vigilanza in materia assicurativa e previdenziale svolta dagli Ispettorati territoriali dopo l'entrata in vigore del D.Lgs 14 settembre 2015, n. 149 istitutivo dell'INL.
    ((Luigi Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Guida al Lavoro”, Edizione del 17 marzo 2017, n. 12 pag. 55-56)
  • Attività di vigilanza – 2
    COLLABORAZIONE INL E INPS PER LO SVOLGIMENTO DELL'ATTIVITÀ ISPETTIVA
    Siglato tra l'Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) e l'Inps un protocollo d'intesa per l'istituzionalizzazione di un raccordo con gli Istituti previdenziali per lo svolgimento di un'attività di vigilanza avverso fenomeni di lavoro irregolare e di evasione contributiva, individuando obiettivi specifici da sottoporre ad accertamento
    (Luigi Caiazza, Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Guida al Lavoro”, Edizione del 10 marzo 2017, n. 11 pag. 17-21)
  • Sicurezza delle attrezzature di lavoro
    I SOGGETTI ABILITATI ALLE VERIFICHE PERIODICHE DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO
    Con il Decreto Direttoriale n. 11 del 22 febbraio 2017, è stata ricostituita la Commissione per l’esame della documentazione per l’iscrizione nell’elenco dei soggetti abilitati allo svolgimento delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro di cui all’Allegato III del Decreto ministeriale 11 aprile 2011 a firma del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministro della Salute e il Ministro dello Sviluppo Economico.
    ((Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 23 marzo 2017)
  • Sicurezza e lavoro agile
    STATUTO AUTONOMI, VIA LIBERA ATTESO ENTRO METÀ APRILE
    Per il Ddl sul lavoro autonomo e lo smart working sono stati presentati 58 emendamenti e 26 ordini del giorno in commissione Lavoro al Senato: il relatore, Maurizio Sacconi (Ap), punta all’approvazione definitiva (senza modifiche), entro la fine della prossima settimana, per mandare intorno al 10 aprile il testo in Aula per il via libera finale.
    (Giorgio Pogliotti, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del lavoro”, 29 marzo 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza
    SICUREZZA DEL LAVORO, MANCATA COMUNICAZIONE AL RLS E CONDOTTA ANTISINDACALE
    Dati rilevanti circa la nocività dell'ambiente di lavoro - Mancata comunicazione al rappresentante dei lavoratori per la sicurezza da parte del datore che ne sia in possesso - Condotta Antisindacale-Sussistenza - Spostamento di dirigente sindacale ad altro ufficio interno alla stessa unità operativa senza mutamento di sede di lavoro né di comune - Condotta Antisindacale – Insussistenza
    (Massimo Viceconte, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Guida al Lavoro” Edizione del 17 marzo 2017, n. 12 pag. 65-73)
  • Sicurezza e controlli
    IL LAVORO IN SOLITUDINE E GLI ADEMPIMENTI DI SICUREZZA
    Viene generalmente definito lavoro in solitudine il lavoro che viene svolto da un addetto in totale autonomia, che non è soggetto a sovrintendenza di un preposto, che è isolato da altri lavoratori e che, in generale, viene realizzato all’esterno del sito dell’azienda cui il lavoratore appartiene.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24, 23 marzo 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

 

Newsletter News24 3/2017
  del 14/03/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Riduzione tariffe
    IL NUOVO MODELLO OT 24 PER LE ISTANZE DA PRESENTARE NEL 2017
    Con Nota Prot. 4131 del 24 febbraio 2017 la Direzione Centrale rapporto assicurativo dell’Inail ha diffuso alcuni importanti chiarimenti in merito alle modalità di compilazione della domanda per la richiesta riduzione del tasso medio di tariffa per prevenzione.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 2 marzo 2017)
  • Errore umano e sicurezza
    L'ERRORE UMANO COME CAUSA DI INFORTUNIO SUL LAVORO
    L’elemento che più degli altri, incide sul tasso e sulle dinamiche degli incidenti lavorativi - sia a livello statistico sia in termini di gravità delle conseguenze - è l’errore umano. Le stime concordano nell’attribuire agli errori commessi dall’uomo la responsabilità nel 60-80% degli incidenti e solo per la restante parte le cause sono imputabili a carenze tecniche o organizzative.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 9 febbraio 2017)
  • Sicurezza e norme/i>
    LIBRO UNICO TELEMATICO DAL 2018
    Slitta di 6 mesi, e cioè dal 12 aprile al 12 ottobre 2017, il nuovo obbligo di denuncia ai soli fini statistici degli infortuni con assenza di almeno un giorno (escluso quello dell’evento), previsto dall’articolo 18, comma 1, lettera r, del Dlgs 81/2008.
    (Nevio Bianchi e Barbara Massara, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 24 febbraio 2017)
  • Sicurezza e Ue - 1
    NELL’UNIONE EUROPEA OBIETTIVO DI UN ISPETTORE OGNI 10MILA LAVORATORI
    Con il documento pubblicato sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 23 dicembre scorso vengono affrontate le varie problematiche che interessano la tutela del lavoro, nelle varie forme e applicazioni, fornendo nel contempo soluzioni legislative e contrattuali per farvi fronte. Il tutto non potrà comunque prescindere da una efficace ed efficiente ispezione del lavoro che abbracci tutti i fenomeni devianti.
    (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 22 febbraio 2017)
  • Sicurezza e imprese
    VIAREGGIO, LA CONDANNA DELL’AD DIMOSTRA CHE IL SISTEMA DI GESTIONE DEI RISCHI AZIENDALI NON FUNZIONAVA
    La condanna dell'ex amministratore delegato di Ferrovie dello Stato e di Rete Ferroviaria Italia (la società di Fs che gestisce le infrastrutture), a sette anni e sei mesi di reclusione per la strage di Viareggio (36 morti la sera del 29 giugno 2009) ha indubbiamente destato stupore fra i non addetti ai lavori.
    (Sergio Barozzi e Francesco Bacchini, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 2 febbraio 2017)
  • Sicurezza stradale - 1
    USO DEI TACHIGRAFI: LA CORRETTA FORMAZIONE EVITA LA RESPONSABILITÀ DELL'IMPRESA
    La circolare del ministero delle Infrastrutture e Trasporti 13 febbraio 2017, prot. n. 2720 R.U. contiene le necessarie disposizioni esplicative ed applicative riferite al decreto dirigenziale prot. 215 del 12 dicembre scorso, emanato dal medesimo Dicastero, avente ad oggetto la regolamentazione dei corsi di formazione curati dalle imprese di autotrasporto (in c/o terzi ed in proprio) circa il corretto utilizzo dei tachigrafi digitali ed analogici da parte dei loro dipendenti.
    (Antonio Carlo Scacco, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 21 febbraio 2017)
  • Sicurezza stradale - 2
    LA FORMAZIONE ANTINCENDIO E AL PRONTO SOCCORSO NEL SETTORE DELL'AUTOTRASPORTATO
    Numerosi sono i dubbi interpretativi sul tema della formazione antincendio e di primo soccorso nel settore dell’autotrasporto.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 9 febbraio 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza
    INFORTUNI SUL LAVORO, COMMITTENTE RESPONSABILE ANCHE PER IL SOPRALLUOGO
    Il committente-condominio che non verifica l'«idoneità tecnico professionale» dell'impresa edile, risponde anche dell'infortunio occorso durante il “sopralluogo” e quindi ben prima della stipula del contratto di appalto.
    (Francesco Machina Grifeo, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Condominio, 2 marzo 2017)
  • Sicurezza e Ue - 2
    AL VIA IL QUARTO ELENCO DEI VALORI INDICATIVI DI ESPOSIZIONE AGLI AGENTI CHIMICI
    Sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione europea del 1° febbraio 2017, n. L27/215 è stata pubblicata la Direttiva (UE) 2017/164 della Commissione del 31 gennaio 2017 che definisce un quarto elenco di valori indicativi di esposizione professionale agli agenti chimici.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 9 febbraio 2017)
  • Sicurezza e controlli
    DISTACCHI ABUSIVI E CAPORALATO, PIÙ CONTROLLI SUL LAVORO IRREGOLARE
    Oltre 191mila aziende ispezionate nel 2016, 186.027 lavoratori irregolari accertati (di cui 62.106 totalmente “sommersi”) e poco più di 1,1 miliardi di euro oggetto di ingiunzione (mediamente il riscosso effettivo riscosso si attesta ogni anno intorno al 30 per cento).
    (Claudio Tucci, Il Sole 24 ORE – Norme e Tributi, 2 marzo 2017)
  • Sicurezza e antincendio
    MILLEPROROGHE. RISCHIO INCENDI: NUOVI TERMINI PER HOTEL, SCUOLE, ASILI E RIFUGI
    Sedicesimo anno di proroga per l'adeguamento degli alberghi alla normativa antincendio. Slittamenti di termini anche per gli asili nido, che potranno completare il ciclo di "messa a norma" il 7 ottobre 2022.
    (Mariagrazia Barletta, Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 24 febbraio 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

 

Newsletter News24 2/2017
  del 03/02/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Rapporto con gli Enti
    FOCUS DELL’ISPETTORATO SU PREVIDENZA E TUTELA ASSICURATIVA
    Decolla l’Ispettorato nazionale del lavoro (Inl), con un occhio rivolto in particolare alla vigilanza previdenziale e assicurativa. Questo è l’obiettivo che si intravede dalla lettura della circolare 2/2017 dell’Ispettorato che sembra voglia focalizzare gran parte dei controlli, grazie anche agli organi ispettivi dell’Inps e dell’Inail, secondo una programmazione che parte dai dati propri di questi due istituti.
    ((Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 26 gennaio 2017)
  • Sicurezza e bandi - 1
    AMBIENTI DI LAVORO SANI E SICURI AD OGNI ETA'
    La Commissione europea e l'Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) hanno lanciato, lo scorso 15 aprile 2016, la campagna paneuropea dal titolo "Ambienti di lavoro sani e sicuri ad ogni età".
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 12 gennaio 2017)
  • Sicurezza e sistemi
    IL SISTEMA INFORMATIVO NAZIONALE PER LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO (SINP)
    Il SINP è stato istituito al fine di fornire dati utili per orientare, programmare, pianificare e valutare l'efficacia della attività di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali, relativamente ai lavoratori iscritti e non iscritti agli enti assicurativi pubblici, e per indirizzare le attività di vigilanza, attraverso l'utilizzo integrato delle informazioni disponibili negli attuali sistemi informativi, anche tramite l'integrazione di specifici archivi e la creazione di banche dati unificate.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Cantieri24, 12 gennaio 2017)
  • Sicurezza e bandi - 2
    BANDO ISI AGRICOLTURA 2016, L’INAIL PROROGA I TERMINI
    Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 6 del 9 gennaio 2017 il comunicato Inail che proroga i termini di scadenza dell'avviso Isi Agricoltura 2016 per il sostegno al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nelle microimprese e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.
    (Massimo Braghin, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 11 gennaio 2017)
  • Sicurezza amianto
    BONIFICA AMIANTO, ORA TOCCA AGLI EDIFICI PUBBLICI: DOMANDE DAL 30 GENNAIO
    Dopo quello per i capannoni, arriva il "click day" per la bonifica da amianto degli edifici pubblici. Il ministero dell'Ambiente ha appena pubblicato il bando con il quale definisce le modalità di assegnazione dei primi 5,5 milioni stanziati dal collegato ambientale per il recupero degli edifici contaminati. La procedura scatterà il prossimo 30 gennaio e andrà avanti fino al 30 marzo. Il denaro, fino a un massimo di 5,5 milioni, sarà dedicato solo alla progettazione preliminare e definitiva e sarà assegnato sulla base di una graduatoria unica nazionale, composta dal ministero e dall'Ispra.
    (Giuseppe Latour, Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 26 gennaio 2017)
  • Sicurezza e prevenzione - 1
    COSA INSEGNA RIGOPIANO AGLI HR MANAGER, ALCUNI CONSIGLI OPERATIVI
    Quando avvengono gravi catastrofi si è sempre alla ricerca delle responsabilità, dei buchi nel sistema dei soccorsi o degli allarmi, di quello che si sarebbe potuto fare, e non è stato fatto, per prevenire il disastro.
    (Sergio Barozzi, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 27 gennaio 2017)
  • Sicurezza e prevenzione - 2
    RIGOPIANO, SPUNTI DI RIFLESSIONE SUL CAMBIO DI MANSIONI
    Una telefonata di allarme che non è stata presa sul serio, come rivelato dalle indagini, sembra essere uno degli elementi che ha aggravato il disastro dell'hotel Rigopiano. Ma che valore ha avuto quella telefonata sotto il profilo della responsabilità del lavoratore e dell'azienda?
    (Sergio Barozzi, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 27 gennaio 2017)
  • Sicurezza e normativa
    LO STATO DI APPLICAZIONE DELLA NORMATIVA SULLA SICUREZZA SUL LAVORO
    L’anno che è appena terminato non si è certamente distinto per la rilevanza degli interventi legislativi sul tema della salute e sicurezza sul lavoro, almeno sotto il profilo della legislazione primaria. Pur tuttavia numerosi sono stati gli atti di adeguamento o di interpretazione del dettato normativo i quali, tutti, hanno innovato in misura significativa il panorama prevenzionale del nostro Paese.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 26 gennaio 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA

 

Newsletter News24 1/2017
  del 10/01/2017    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Amianto
    IL FONDO VITTIME DELL'AMIANTO
    Entro il 28 febbraio 2017 gli eredi di coloro che sono deceduti per le patologie asbesto-correlate, per esposizione all'amianto nell'esecuzione delle operazioni portuali nei porti nei quali hanno trovato applicazione le disposizioni della legge n. 257 del 1992, nei confronti dei quali sia dovuto il risarcimento del danno, patrimoniale e non patrimoniale, così come liquidato con sentenza esecutiva, potranno presentare domanda di accesso alle prestazione all'INAIL.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 9 gennaio 2017)
  • Sicurezza e bandi
    IL NUOVO BANDO ISI 2016
    Sulla Gazzetta Ufficiale del 23 dicembre 2016 è stato pubblicato l'Avviso pubblico ISI 2016 relativo al finanziamento di progetti per l'adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale, per la bonifica da materiali contenenti amianto e per micro e piccole imprese operanti in specifici settori di attività.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Tecnici24, 9 gennaio 2017)
  • Premi INAIL
    INFORTUNI SUL LAVORO, OPERATIVA LA RIDUZIONE DEL 16,48% SUL PREMIO INAIL PER IL 2017
    Il ministero del Lavoro ha fissato al 16,48% la riduzione contributiva relativa al premio Inail per la prevenzione degli infortuni sul lavoro da corrispondere per il 2017 alle aziende virtuose. Si legge nel decreto del ministero del Welfare di concerto con il ministero dell'Economia pubblicato il 27 dicembre sul sito del ministero del Lavoro. Il calcolo del premio è determinato anche in base alle risorse disponibili, pari a 1,2 miliardi.
    (Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 28 dicembre 2016)
  • Sicurezza e condominio
    SICUREZZA IN CONDOMINIO SEMPRE PIÙ SOFISTICATA
    Anche nei condomini, così come nelle abitazioni unifamiliari, è sempre più richiesta la presenza di sistemi di allarme e sicurezza di ultima generazione. Per garantire la sicurezza e l’efficacia di queste tecnologie, il Cei – Comitato Elettrotecnico Italiano, pubblica norme internazionali in accordo con i principali enti normatori mondiali. In particolare, il Comitato Tecnico TC 79 IEC, è l’organo incaricato di sviluppare le norme relative agli allarmi e alla sicurezza elettronica per un’ampia gamma di applicazioni, che comprendono nuovi settori, come i sistemi di allarme sociale e di telesoccorso.
    (Silvia Berri, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Codominio, 3 gennaio 2017)
  • Sicurezza e antincendio
    SLITTA AL 31 DICEMBRE LA SCADENZA PER L'ADEGUAMENTO ANTINCENDIO DELLE SCUOLE
    Le scuole non a norma sul fronte della prevenzione incendi hanno tempo fino al 31 dicembre 2017 per mettersi in regola. A stabilirlo è il decreto Milleproroghe 2017 (Dl 244 del 2016), inserito nella «Gazzetta ufficiale» del 30 dicembre ed entrato in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione. Slitta di un altro anno il termine per l'adeguamento delle scuole alla normativa di prevenzione e protezione dagli incendi, anche se, al momento, l'unico riferimento per la progettazione antincendio delle strutture scolastiche è la normativa iper-prescrittiva e di vecchio stampo datata 1992...
    (Mariagrazia Barletta, Il Sole 24 ORE – Quotidiano Edilizia e Territorio, 4 gennaio 2017)
  • Sicurezza sanitaria
    SORVEGLIANZA SANITARIA: TUTTI I COSTI SONO A CARICO DEL DATORE
    L'articolo 41 del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, in materia di sorveglianza sanitaria (in estrema sintesi) dispone quanto segue: a) essa è effettuata dal medico competente; b) la sorveglianza sanitaria comprende: visita medica preventiva; periodica; su richiesta del lavoratore; in occasione del cambio della mansione; alla cessazione del rapporto (nei casi previsti dalla normativa); preventiva in fase preassuntiva...
    (Alberto Bosco, Il Sole 24 ORE – Quotidiano del Lavoro, 12 dicembre 2016)
  • Sicurezza e ascensori
    GLI ASCENSORI E I COMPONENTI DI SICUREZZA
    Il Consiglio dei Ministri, nella riunione del 14 dicembre 2016, ha approvato in via definitiva un regolamento di modifica al decreto del Presidente della Repubblica del 30 aprile 1999, n. 162, per l’attuazione della direttiva 2014/33/Ue relativa agli ascensori e ai componenti di sicurezza degli ascensori, nonché per l’esercizio degli ascensori, di cui si attende ora la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 15 dicembre 2016)
  • Sicurezza scuola/lavoro
    L'ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO
    Con circolare n. 44 del 21 novembre 2016 l’Inail ha illustrato tutti gli aspetti contributivi concernenti gli infortuni occorsi a studenti impegnati in progetti di alternanza scuola-lavoro, affrontando anche il tema della qualificazione giuridica, sotto il profilo della normativa prevenzionale, di tali progetti.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 1 dicembre 2016)
  • Sicurezza e assistenza bagnanti
    ASSISTENTI BAGNANTI: AL VIA LA NUOVA FORMAZIONE
    Il provvedimento, in specie, detta i criteri generali per l'ordinamento della formazione dell'assistente bagnante – il soggetto, cioè, addetto al servizio di salvataggio e primo soccorso – sia in acque interne o piscine sia in mare e determina la tipologia delle abilitazioni rilasciate.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Sicurezza24, 1 dicembre 2016)

L’ESPERTO RISPONDE

RASSEGNA DI NORMATIVA