Newsletter > News24 In archivio
Inserisci il testo da ricercare nei documenti elencati
 
 

Newsletter News24 01/2018
  del 16/01/2018    

NEWS E APPROFONDIMENTI

  • Miglioramento condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori
    IL BANDO ISI 2017
    Con comunicato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 296 del 20 dicembre 2017 è stato reso noto che l'Inail, con Determina del Presidente n. 444 del 4 dicembre 2017, ha approvato i criteri generali per l'attivazione della procedura per l'ottenimento dei finanziamenti alle imprese per il miglioramento documentato delle condizioni di salute e di sicurezza dei lavoratori.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici24”, 22 dicembre 2017)
  • Sicurezza e formazione
    LA FORMAZIONE E L'ADDESTRAMENTO DEL PERSONALE MARITTIMO
    Con d.m. 16 novembre 2017, pubblicato in G.U. 2 dicembre 2017, n. 282, è stata disposta l'istituzione del corso di formazione e addestramento per il personale marittimo in servizio su navi soggette al Codice IGF.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Tecnici24”, 24 dicembre 2017)
  • Sicurezza e controlli
    LE VERIFICHE PERIODICHE DELLE ATTREZZATURE DI LAVORO
    Con d.m. 1° dicembre 2017 il Ministero del Lavoro ha adottato il Quindicesimo elenco, di cui al punto 3.7 dell'Allegato III del d.m. 11 aprile 2011, dei soggetti abilitati per l'effettuazione delle verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro ai sensi dell'articolo 71, comma 11, del Decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e successive modificazioni.
    (Pierpaolo Masciocchi, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 14 dicembre 2017)
  • Rapporto di lavoro
    MANCATO AGGIORNAMENTO DEL LAVORATORE ADDETTO AL PRIMO SOCCORSO, EFFETTI E SANZIONI PER IL DATORE DI LAVORO
    Nella gestione del rapporto di lavoro il datore ha una serie di obblighi formativi, tra cui quelli certamente più delicati e impegnativi riguardano la sfera della sicurezza sul lavoro e, in particolare, quello della formazione e dell'aggiornamento dei lavoratori designati come addetti al primo soccorso aziendale secondo quanto stabilito dagli articolo 18, comma 1, lett. b) e 45 del Dlgs n.81/2008.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 3 gennaio 2018)
  • Sicurezza e giurisprudenza - 1
    GLI OBBLIGHI DEL COMMITTENTE NELL'UTILIZZO DELLE ATTREZZATURE
    Nel complesso regime della sicurezza sul lavoro negli appalti il committente, com’è noto, occupa ormai da tempo una posizione centrale sul piano della prevenzione degli infortuni; si consideri, infatti, che prima l’art. 7 del D.Lgs. 626/94 e, poi, l’art. 26 del D.Lgs. 81/08, hanno attribuito a tale figura un ruolo strategico, possiamo dire da “regista” della prevenzione, che fonda le sue radici su due elementi fondamentali.
    (Mario Gallo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Cantieri24”, 14 dicembre 2017)
  • Sicurezza e giurisprudenza - 2
    NON COPERTI GLI INFORTUNI PER ATTIVITÀ EXTRA
    Secondo l’interpretazione da darsi all’articolo 2087 del Codice civile, non è ipotizzabile a carico dell’imprenditore un obbligo di sicurezza e prevenzione anche in relazione a condotte del dipendente che, pur non rientranti nella nozione di inopinabilità e di abnormità, siano state poste in essere dopo il compimento della prestazione resa.
    (Luigi Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro, 9 gennaio 2018)
  • Sicurezza in commercio
    POSSIBILE VENDERE ED ESPORRE MACCHINARI NON A NORMA
    L’esposizione di un macchinario privo di tutti i requisiti di sicurezza non ricade nel divieto stabilito dal testo unico sulla sicurezza sul lavoro. In sintesi è questo il parere del ministero del Lavoro espresso tramite la Commissione per gli interpelli in materia di salute e sicurezza sul lavoro con l’interpello 1/2017, in risposta a una serie di quesiti formulati dalla Regione autonoma Friuli Venezia Giulia.
    (Luigi Caiazza e Roberto Caiazza, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Quotidiano del Lavoro”, 21 dicembre 2017)
  • Sanzioni e sicurezza
    LA PRESCRIZIONE IN MATERIA DI SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO
    Il 1994 ha rivoluzionato per parecchi versi il mondo del lavoro in Italia, ed in particolare della tutela della salute e sicurezza dei lavoratori sul luogo di lavoro. Non solo è entrato in vigore il D.Lgs. 626/94, con il radicale cambiamento di prospettiva in merito alla gestione e all'assunzione di responsabilità conseguenti nel settore, ma è stato anche promulgato il D.Lgs. 19 dicembre 1994, n. 758.
    (Emanuela Dal Santo, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Sicurezza24”, 14 dicembre 2017)
  • Sicurezza all’estero
    LAVORO ALL’ESTERO IN SICUREZZA
    Sempre più spesso le imprese italiane, anche di ridotte dimensioni, inviano personale all’estero. Ciò può dar luogo a criticità e problematiche, specie con riferimento all’individuazione del regime applicabile ai fini della salute e sicurezza sul lavoro.
    (Riccardo Borsari, Il Sole 24 ORE – Estratto da “Norme e Tributi”, 3 dicembre 2017)

L’ESPERTO RISPONDE

GLI EVENTI DELLA FONDAZIONE

RASSEGNA DI NORMATIVA